SANTECH X85 è notebook di fascia medio alta dotato di interessanti caratteristiche e disponibile senza sistema operativo preinstallato.

SANTECH X85
SANTECH S.r.l. è una azienda italiana produttrice di personal computer portatili progettati principalmente per l’utilizzo da parte di aziende e professionisti. I notebook prodotti da SANTECH sono normalmente di fascia medio alta creati principalmente per essere affidabili (dispongono di ben 3 anni di garanzia con riparazione/sostituzione in 48 ore) oltre ad essere disponibili anche senza sistema operativo. Oggi vi vogliamo presentare SANTECH X85, notebook dotato di interessante caratteristiche e soprattutto di un’ottimo supporto per Linux, da notare anche la possibilità di cambiare la cpu, ram, storage e scheda grafica al momento dell’ordine in maniera tale da poter creare un pc portatile conforme le nostre esigenze.

Ecco le principali caratteristiche di SANTECH X85:

  • display: 15.6 pollici FullHD (1920 x 1080 pixel) NO-Glare (opaco)
  • processore: Intel Core i5-4210M dual core da 2,60 / 3.2 GHz con 3 MB di Cache
  • scheda grafica integrata: Intel HD Graphics 4600
  • scheda grafica dedicata: Nvidia GeForce GT 850M da 2GB di memoria GDDR5
  • ram: 4 GB che possiamo espandere fino a 16 GB
  • storage: hard disk da 500 GB o SSD da 120 a 512 GB con supporto per un secondo HDD o SSD
  • masterizzatore: Masterizzatore DVD SuperMulti 8X (DVD+/-RW+R9) – Opzionale Blu-ray 6X / Blu-Ray Writer S-Multi
  • porte: 3 (+1) x USB 3.0 (SuperSpeed USB a 5 Gbps), 1 USB 2.0, 1 RJ-45 Ethernet, 1 HDMI, 1 VGA, 1 Card Reader, Combo S.ATA III / USB 3.0, power USB
  • webcam: 2.0 MP FHD integrata
  • connettività: Intel Wireless-N 7260 (Single Band, 802.11 b/g/n) + BlueTooth 4.0 + Ethernet Gigabit 10/100/1000M
  • scheda audio: Realtek High Definition Audio con 2 altoparlanti da 2 W + Sound Blaster Cinema
  • dimensioni: 374x252x14~32mm (LxPxH)
  • peso: 2,05 kg senza batteria; 2,50 kg con batteria
  • batteria: 6 Celle Ioni di Litio 62,16 Wh
  • case: Ultrasolido in Alluminio, Policarbonato alta resistenza ed ABS
  • sistema operativo: senza sistema operativo
SANTECH X85

SANTECH X85 viene rilasciato senza sistema operativo con un DVD con driver per Microsoft Windows. Il pc dispone di certificazione per Windows 8 / 8.1 e compatibilità per Ubuntu (supporta comunque la stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux).
Da notare la possibilità di cambiare al momento dell’ordine la cpu con una più performante, aggiungere ram, includere modulo 3G ecc.

SANTECH X85 viene venduto a  919,00 Euro iva compresa (3 anni di garanzia con riparazione/sostituzione in 48 ore), per maggiori informazioni consigli di consultare la pagina dedicata del portale SANTECH.

  • ottime performance, con un notebook del genere puoi giocare praiccamente ad ogni gioco attuale e futuro (magari non in fullHD ma in HD a dettagli alti si va tranquilli).
    però come sempre costa tanto.

  • Massimo A. Carofano

    Che prezzi però..

    • alex

      Un mio collega l’ha preso da loro, forse proprio questo modello ma con una configurazione più alta, e posso solo che parlar bene dell’immediata assistenza ricevuta. Rispetto ad un prodotto consumer potrà anche costare di più, ma vista l’ampia possibilità di configurazione e il supporto dato non ci si può lamentare. Nel lavoro meglio spendere qualcosa in più e stare tranquilli.

      • Renza Laracchia

        Sono assolutamente d’accordo con te.

  • Luc

    ngul che prezzi

  • Luc

    Quanti ve ne hanno dati?

  • loki

    no luce nella tastiera, no party

  • EnricoD

    grafica ibrida? no grazie, ho ancora gli incubi causati da uso smodato di script vgaswitcheroo xd

    • Peter

      Si e no… a me fa incavolare la cosa, perchè se la gestissero come si dovrebbe fare, farebbero tutte le impostazioni da bios, et voilà i problemi non ci sarebbero!!!
      Una volta si gestiva meglio un po tutto, clock, memoria video, periferiche…

      • EnricoD

        purtroppo in linux ho avuto un sacco di problemi e la batteria durava veramente poco … per fortuna che c’era il wiki di arch e risolsi ><
        mi toccava fare uno script (che postai l'anno scorso nella sezione richieste tra l'altro) al boot per disattivarne una, se volevo installare derivate ubuntu, poi a seconda del periodo lo modificavo per discriminare o la integrata o la dedicata , che era ati (magari c'era un periodo che usavo mathlab o cose cosi e mi serviva la dedicata, periodi in cui mi bastava l'integrata… ), cosi la batteria tornava ad una durata normale. ora non so se qualcosa è migliorato, perché sono passati 3 anni e non ho più quel pc… dovrò acquistare un pc prima della fine dell'anno per mio fratello (e io riprenderò quello con la grafica ibrida … roftl ) ma credo che ne sceglierò uno con una dedicata nvidia coi contro cavoli se no porello … xd

        • alex

          Su un notebook anche io preferisco avere solo la scheda integrata intel, visto che ormai hanno buone prestazioni per quello che mi serve e che principalmente mi interessa l’autonomia.
          Di certo avranno qualche altro modello con solo l’integrata per chi lo preferisce.
          Comunque ormai anche con linux non ci dovrebbero essere ora grossi problemi con intel + nvidia, e su un notebook si apprezza anche il boost dato dal loro utilizzo combinato.

          • Giulio Mantovani

            io ho fatto lo swich con la combo nvidia (gli ultimi driver contengono i bumblebee) con bbswitch, in questo modo si spegne la nvidia e si accende solo quando si vuole aprendo un programma da terminale e mettendo optirun prima del nome, oppure creando una lista di programmi in modo che determinati software si avviino automticamente con la nvidia. così facendo sul mio notebook arrivo a 6h di lavoro 🙂

          • alex

            “oppure creando una lista di programmi in modo che determinati software si avviino automticamente con la nvidia” direi che così è perfetto 🙂 e 6 ore sono ottime. Hai messo anche altre accorgimenti? io ad esempio uso powertop, visto che è semplice da usare e ho solo intel, ma di scelte ce ne sono varie…

          • Giulio Mantovani

            io l’ho fatto tempo fa, ma mi pare che era un semplice script dove modificavo semplicemente il lanciatore dell’applicazione commentando con optirun il programma in modo da avviarsi con la nvidia 🙂

    • DigiDavidex

      È arrivato anche Fagiolworth :p comunque appena posso mi prendo il raspberry pi B+ da usare come normale media center con xbmc giusti giusto per vedermici film, cartoni e giocherellare un pò con raspbian. Poi adesso che ho scoperto l’esistenza di BerryBoot e la possibilità di installare sistemi su chiavette e hdd esterni, mi divertirò 😀

      • EnricoD

        hahaha.. me fai senti male xd ci dovresti mettere anche Tim Cook con in mano quella ciofeca del nuovo iphone e quella sottospecie di iwatch xD

        • DigiDavidex

          Tim Cook, me lo segno pure lui 😀

          • Giulio Mantovani

            steve ballmer dove lo metti? pretendo la zucca XD

          • EnricoD

            Hahha Steve Ballmer, me lo ero quasi dimenticato

      • Giannuzzo

        se riesci a far partire il dongle wifi fammi un fischio

        • DigiDavidex

          non legge tutte le chiavette? ne ho diverse di diverse marche tutte wifi…. poi che problema c’è, mica lo devo usare per internet, su un CRT da 30 pollici non si legge nemmeno bene, per questo volevo montarci sopra XBMC

  • Rand Al Mucck

    Perché due schede video? non era meglio una coi controcaspiti anziché una buona e una cessa?

    Perché due schede audio?
    La SBlasterCinema è supportata da linux? Non c’erano un botto di problemi colle sblaster?

    • poligono

      se ci fosse solo una scheda video con i contro, la batteria durerebbe un’ora 🙂
      in questo modo invece si arriva a circa 3 ore (almeno sul mio n77)
      Per gestire la cosa su linux c’è il progetto bumblebee che funziona piuttosto bene.

  • luca020400

    500 euro e mi sono fatto un pc più potente
    Forse il prezzo è esagerato

    • alex

      Ti sei fatto un notebook?

      • luca020400

        No mi sono espresso male 😉

        • alex

          🙂

    • maurizio

      i fissi hanno per ovvie ragioni prezzi minori a parità di hardware.

  • vasco

    come design e come portabilita preferisco santech lv2,lo preso per una collega,veramente consigliati anche con linux,alla fine colpa di un viaggio nei usa per me ho preso razer blade 14

  • Rehdon Lofgeornost

    Peccato non si possa fare un “downgrade” di alcune componenti, ad esempio fare a meno della scheda video supplementare come scrivono altri prima di me. Il prezzo è sicuramente giustificato dalla qualità del”hardware, ma un po’ caro in termini assoluti.

No more articles