Abbiamo testato il nuovo Xiaomi MiBand, braccialetto / smartband in grado di fornire interessante funzionalità come contapassi ecc.

Xiaomi MiBand Apps Android
Abbiamo recentemente segnalato l’arrivo nel mercato italiano del nuovo Xiaomi Mi Band e Mi4 nuovi device prodotti dall’ormai famosa azienda produttrice cinese che stanno riscontrando un notevole successo. Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di testare il nuovo Xiaomi Mi Band, semplice braccialetto intelligente che raccoglie numerosi dati sulla nostra attività fisica fornendoci dettagliati report e altre utili funzionalità. Xiaomi MiBand dispone di un’autonomia di ben 30 giorni, possiamo tenerlo 24 ore al giorno anche sotto la doccia vista la certificazione IP67 che rende il nuovo smartband cinese resistente sia all’acqua e polvere.

Per poter interagire con il nostro device dovremo installare l’applicazione dedicata supportata sia da MIUI che da altre Rom Android, l’importante che sia installato Android 4.4 KitKat o una versione più recente e che il device abbia Bluetooth 4.0. Dovremo inoltre creare un’account Xiaomi da questa pagina, questo ci consentirà di sincronizzare i nostri dati in maniera tale da poterne accedere anche in vari device.

L’applicazione ufficiale per Xiaomi MiBand è disponibile in lingua italiana dal portale Miui Italia, possiamo anche scaricare l’applicazione in varie altre lingue dalla pagina dedicata del forum XDA.

Xiaomi MiBand Ricerca Device

Al primo avvio ci verrà chiesto di avvicinare lo smartband Xiaomi al nostro dispositivo, una volta individuato dovremo associarlo al nostro account. Da notare inoltre che l’app ufficiale di Mi Band consente di effettuare anche l’aggiornamento del firmware dello smartband, successivamente dovremo andare nelle preferenze dell’applicazione da li avremo informazioni sull’autonomia, potremo impostare un’obbiettivo (esempio 8.000 passi al giorno) indicare se il braccialetto è nel polso destro o sinistro, modificare il colore dei led, notificarci eventuali chiamate ecc (da notare che Xiaomi MiBand vibra come un normale smartphone oltre ad includere alcuni led per segnalarci di ricercarlo, chiamate ecc).

Xiaomi MiBand - Preferenze

Una volta attivato potremo chiudere l’applicazione MiBand, il braccialetto comincerà a registrare la nostra attività compreso anche le ore di sonno come possiamo notare dall’immagine in basso.

Xiaomi MiBand - Ore Sonno

Sempre dall’app ufficiale avremo informazioni sui passi effettuati nella giornata o nei giorni precedenti con le calorie bruciate.

Xiaomi MiBand - Contapassi

Ecco un video realizzato dai colleghi di Miui Italia che ci descrive al meglio Xiaomi MiBand e l’app ufficiale per Android.

Xiaomi MiBand è un dispositivo che può tornare utile all’utente che va a correre (o come me camminare) quotidianamente. E’ molto leggero e soprattutto ha un’autonomia di ben 30 giorni, l’app è abbastanza completa offre diverse informazioni dettagliate e l’interfaccia grafica è abbastanza intuitiva. Peccato per il supporto solo per Android 4.4 KitKat e non per le versioni precedenti-

Xiaomi MiBand è disponibile in Italia da XiaomiShop.it.

  • Marco De Marco

    è settimane che la cerco, e nel sito di xda mi da ppa che non funzionano, più

  • Sebastiano Gottardo

    E’ il ventesimo articolo che leggo, e per la ventesima volta continuate a scrivere la parola “tools” al posto della parola “tool”. Se parlate di un solo strumento riferitevi ad esso con la parola inglese “tool”, che e’ singolare! Questo uso di “tools” proprio non me lo spiego.

    • claudio

      Secondo la grammatica italiana, la s non è necessaria per il plurale delle parole straniere a meno che non si confondano con altre parole italiane. Esempio: tool si può usare sia con l’articolo il che i perché non ci sono altre parole in italiano che si confondano. Fiches in francese invece è meglio scriverlo con la s per evitare scomodi fraintendimenti…

    • Rocco

      “Una fiche (plurale “fiches”) è un gettone che viene utilizzato per vari giochi come segnapunti o in sostituzione del denaro. Talvolta, soprattutto nel mondo del poker, dove prevale l’inglese, i gettoni sono detti “chips” (singolare “chip”).

      Sono fatti di diverso materiale, dalla plastica di uso comune, alla terracotta ed alla ceramica in uso nei casinò.”

      da wikipedia

      • foo

        Non è che tutti i contributori di wikipedia siano dell’accademia della crusca… anche a me risulta più corretto fare il plurale in italiano, i tool. Ma non mi straccio le vesti.

  • Cristian Martina

    Una guida all’uso di questo strumento?
    Vorrei provare a compilare una CM per il mio device aggiungendo alcuni repositori.

  • Guest

    svegliarsi nel momento in cui si dorme di sonno leggero, sveglia come leggera vibrazione che non dovrebbe dare troppo fastidio, 20€ di costo, che abbiano trovato un senso per questi bracciali?

  • Stella Ricci
    • Stoccafisso

      Preso. Arrivato in 20 giorni. Funziona benissimo. 😀

No more articles