Grazie al nuovo NSS 3.17 è possibile riprodurre i contenuti multimediali del portale Netflix in Ubuntu e derivate senza alcun plugin di terze parti.

Netflix in Ubuntu
Netflix è un servizo web dedicato alla riproduzione di contenuti multimediali in streaming, attualmente disponibile solo in alcuni paesi come USA, Canada, Sud America, UK, Irlanda, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia (anche se in futuro potrebbe approdare anche in Italia). Attraverso Netflix potremo guardare film e serie tv in streaming direttamente dal nostro pc pagando un’abbonamento mensile, purtroppo però fino a poco tempo fa per la riproduzione era richiesto il plugin Silverlight di Microsoft non disponibile per Linux. Finalmente da oggi è possibile riprodurre i contenuti multimediali di Netflix in Ubuntu e derivate senza alcun plugin di terze parti o altro, tutto questo grazie alla migrazione del portale in HTML5

Proprio in queste ore è approdato nei repository ufficiali di Ubuntu e derivate il nuovo NSS 3.17, aggiornamento che ci consente di poter riprodurre senza alcun plugin file multimediali in HTML5 protetti da DRM.

Per la riproduzione di contenuti multimediali dovremo però utilizzare il browser Google Chrome il quale consente il supporto per la riproduzione di contenuti multimediali protetti da DRM, sperano che in futuro il supporto sia esteso anche per altri browser e servizi web.

Home Netflix

  • iClaud

    C’è un qualcosa di simile alle web app per Kubuntu? Non voglio scaricarmi Chrome solo per questa cosa 🙁

    • Gustavo

      non essendo disponibile in italia, per adesso il dilemma non si pone (a meno che tu non risieda all’estero, dove il servizio è attivo)

      • iClaud

        Intendevo in generale 🙂 Tipo, se volessi maps come web app, con firefox non posso ma con chrome si.

        • perché con firefox non puoi? Si può basta creare un profilo minimale e fare un launcher che avvia il sito in questione con il profilo selezionato qualcosa tipo:
          firefox -p minimale https://maps.google.com

          capio? 😉

        • Leonardo

          anche firefox supporta le webapp da più o meno 2/3 anni

          • heron

            E c’è ancora? 😛
            Il supporto è stato introdotto in Firefox 16, ma nel giro di un anno fu fatto fuori. Attualmente puoi solo scegliere tra quelle nello store.

          • abral

            Non e’ mai stato fatto fuori. Ognuno puo’ distribuire le proprie applicazioni sul proprio sito.

        • heron

          Rekonq in KDE ed Epifany in GNOME permettono di creare web app. Se ci funziona pipelight sei a cavallo.
          E ci sarebbe anche Ice, sviluppato dai dev di Peppermint.

          Per le mappe che DE usi? Perché in KDE c’è Marble che funziona molto bene se solo lo provi e le mappe di osm sono più aggiornate di quelle di google. Mentre l’equivalente GNOME (Maps) è ancora nella fase iniziale di sviluppo.

  • JackPulde

    “attualmente disponibile solo in alcuni paesi come USA, Canada, Sud America, UK, Irlanda, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia “… Noi abbiamo quella porcheria chiamata infinity. Costa di più e ha molti meno film!

    • ange98

      Difatti vedasi il video di Yotobi (‘MOSTARDA – Verso “l’infinito” e oltre!’) xD

    • david

      Popcorn Time is the way.

      • JackPulde

        Se fossero in italiano… xD

        • heron

          Io sono una di quelle persone cattive a cui piace vedersi le serie e i film in lingua con i sottotitoli in inglese e con popcorn time mi ci trovo benissimo!
          E comunque ci sono anche i sottotitoli in italiano.

          • JackPulde

            Purtroppo non vado matto per guardarmi il film con i sottotitoli che spuntano sotto xD…

            Magari sapessi bene l’inglese… Me li guarderei volentieri in lingua originale 😀

      • Dany

        Purtroppo gli italiani gradiscono poco la lingua universale (inglese), lo sanno tutti…

        • Matteo

          L’inglese non è affatto una lingua universale, è la lingua più diffusa e basta (una triste conseguenza di antiche manovre contro l’umanità). L’esperanto è la prima (e al momento unica) lingua che possa definirsi “universale”.

          • Renza Laracchia

            Anche il politichese italiano non è male.
            Provare dolore.. per credere..!
            😉

          • Dany

            Con universale intendo ovviamente dal punto di vista pratico, se vai in qualsiasi parte dle mondo , è l’inglese che devi sapere per muoverti. Se la vuoi mettere da un punto di vista tecnico, allora sarebbe la matematica la lingua universale…

          • heron

            Bah se adesso stiamo a fare gli schizzinosi non è universale nemmeno l’esperanto, che invece è “solo” europea. Infatti non contiene pezzi di Cinese o di Africaan.

  • heron

    Pipelight e mi tengo firefox, non ne voglio spyware da google :p

  • abral

    Ma come si fa a sperare che il DRM venga esteso anche ad altri servizi web…

No more articles