In questa guida vedremo come installare il nuovo Gnome 3.14 in Ubuntu Gnome 14.10 Utopic Unicorn.

E’ disponibile la nuova versione stabile di GNOME 3.14, aggiornamento che porta con se importanti novità che vanno a rendere sempre più completo ed affidabile il desktop environment del “piedone”.
Gnome 3.14 include diverse migliorie per il supporto per Wayland, una migliore esperienza utente soprattutto per dispositivi con schermo touch (sempre più presenti sul mercato) e nuove features per le app di default (per maggiori informazioni).
Visto che il rilascio della versione stabile di Gnome 3.14 è arrivato a poche settimane dal debutto di Ubuntu GNOME 14.10 Utopic Unicorn, il nuovo aggiornamento non sarà incluso (di default avremo Gnome 3.12), ma potremo comunque installarlo grazie ai PPA GNOME3 Staging.

Ricordo che l’aggiornamento a Gnome 3.14 è consigliato solo per Ubuntu Gnome, se abbiamo Unity questo non sarà più accessibile o potremo trovare alcuni bug che rendono instabile l’ambiente desktop sviluppato da Canonical.

Per installare GNOME 3.14 in Ubuntu GNOME 14.10 Utopic basta digitare da terminale:

sudo apt-add-repository ppa:gnome3-team/gnome3-staging
sudo apt-get update
sudo apt-get dist-upgrade

al termine dell’aggiornamento basta riavviare la distribuzione, al riavvio avremo Gnome 3.14 installato.

Per ripristinare Gnome come da default basta digitare:

sudo apt-get install ppa-purge  
sudo ppa-purge ppa:gnome3-team/gnome3-staging

al termine riavviamo.

  • Io ancora sto cercando di capire perchè Ubuntu Gnome è un lavoro di bricolage e non una distro…

    • ange98

      Perché non è in grado di fornire un’esperienza GNOME pura essendo basata su Ubuntu, che patcha moltissimi pacchetti gnome o gtk per adattarli alle proprie esigenze
      NB: non dico che questo sia un male, ma che sia una delle possibili cause della sensazione che lascia Ubuntu GNOME.

  • zago84

    Per Ubuntu Gnome 14.04 come si può aggiornare a Gnome 3.14?

  • se uno vuole usare gnome e vuole avere una distro pronta all’uso secondo me piuttosto che installare ubuntu gnome, gli conviene mettersi fedora.

    • ange98

      Il problema di Fedora è la “velocità” che ha yum nell’effettuare un upgrade o a installare un pacchetto e la mancanza di un frontend grafico per yum valido (qualcosa di più accattivante di yumex)

      • Marco

        Con dnf la velocità e’ migliorata e poi gli update delta velocizzano il tutto.
        Come frontend basta usare packagekit o gnome software che son ben integrati.

        • ange98

          dnf lo dovrei provare, comunque sebbene con i deltarpm si risparmia parecchio tempo, ne viene perso altrettanto durante l’estrazione del rpm perciò…
          Mentre packagekit non mi è mai piaciuto (piuttosto yumex) mentre gnome-software deve ancora migliorare (sebbene sia sulla buona strada).

      • Simone Picciau

        yum non ha nessun problema di velocità, c’è pure il plugin fastest-mirrors quando si parla di scarsa velocità di yum io credo che la gente si riferisca al fatto che ogni volta che viene lanciato esegue il refresh dei repository

        • ange98

          Il problema di velocità infatti mi sa che riguarda gli rpm, visto che l’ho su ogni macchina in cui ho provato Fedora e ad ogni versione.
          Non dico che il problema sia il refresh o il mirror, dico che yum è proprio lento ad estrarre gli rpm (o magari è un problema di rpm).

          • Simone Picciau

            Bah non mi risulta che esista un problema del genere

          • ange98

            Infatti non è un vero e proprio problema, è una sua caratteristica che a me non va giù (visto che tra download, installazione e controllo di tempo ce ne mette, perlomeno questa è la mia esperienza personale avuta con tutti i pc nei quali ho provato Fedora)

        • Luciano Ognissanti

          Non parlatemi del feastest mirror, per favore! Da qualche giorno sono passato a Fedora (sono un “piedone” convintissimo, e l’idea di passare alla distro “gnomica” per eccellenza mi ha sempre attirato), ho subito installato il suddetto plugin, convinto di accellerare i tempi del post-installazione, ma non ho ottenuto i risultati sperati e, anzi, addirittura sembrava andare in conflitto con alcuni rpm, tant’è che per installare tutto quello di cui avevo bisogno l’ho rimosso…

          • Simone Picciau

            Allora è successo solo a te di sicuro

          • Luciano Ognissanti

            Tutto risolto: sono passato a Debian!

          • Simone Picciau

            i conflitti degli rpm non c’entrano con il plugin di yum!

      • michele casari

        si ma quante volte all’ora aggiorni per avere questi problemi? In In
        oltre mentre aggiorna/installa puoi comunque continuare a fare altro.

        • ange98

          Onestamente la questione aggiornamento per me è un po’ complessa: se quel giorno ho voglia di ‘sbattermi’ a scrivere “sudo pacman -Syu”, lo faccio anche 3 volte al giorno. Altrimenti il mio sistema rimane non aggiornato anche per settimane (fin’ora ho fatto massimo 3 settimane di non-aggiornamenti).
          Comunque mi da fastidio il fatto che ci metta tanto mentre altri package managers ci mettono di meno, tutto qui.
          Comunque so benissimo di poter far altro 😉

          • Flex

            Pacman non basta. Non può finire così lo sbattimento. Devi ricordarti di aggiornare allo stesso modo anche i pacchetti che provengono da AUR (se ce li hai)

          • ange98

            Beh IMHO non è che sia tutto questo impegno un “packer –noedit –noconfirm -Syu” oppure un “yaourt -Sua –noconfirm” visto che poi il sistema lavora per te senza neanche chiederti conferme (è sconsigliato, però a me ha sempre funzionato, come ha sempre funzionato il –force, opzione sconsigliata).

    • michele casari

      Anche opensuse e debian, pur non essendo focalizzate come Fedora su gnome, forniscono un buon ambiente con il piedone.

    • Luca_ospite

      Quello che dici mi ero promesso spesso di farlo, ma poi ciò che mi faceva tornare indietro era il fatto che sono affezionato ad apt, e che da ogni parte leggo che ci trovano molti più deb che rpm.

      • Flex

        Ci vorrebbe uno standard da seguire

  • Gabriele Musco

    E su arch e derivate?

    • ormai tra qualche giorno o settimana arriverà pure su Arch

    • TopoRuggente

      Se mantengono lo standard delle ultime release circa 1 mese dopo il rilascio ufficiale.

      • Gabriele Musco

        Azz! Un mese? E io che ero passato ad Arch per vivere on the bleeding edge…

        • TopoRuggente

          Più o meno nelle ultime release il trend è stato quello 3-4 settimane.

          Se vuoi lo puoi installare dal repo Testing

          • Gabriele Musco

            A questo punto aspetterò

  • A me Gnome 3 non mi fa impazzire…

    • a me invece si, ma in tutti i sensi 😀

      anche se devo dire che dai primi giudizi negativi che davo mi sono ricreduto molto, ma ancora ci sono troppi problemi con le estensioni, che ad ogni aggiornamento smettono di funzionare temporaneamente o per sempre (se non vengono aggiornate), e anche problemi di fluidità che spesso cala notevolmente

      • TopoRuggente

        Problemi di fluidità nessuno, per quanto riguarda le estensioni hai provato a cambiare il parametro della release.

        Non ricordo dove (uso un totale di 4-5 estensioni e non hanno mai smesso di funzionare), esiste un parametro che indica qual’è l’ultima release di GS utilizzabile (ovvero l’ultima in cui l’autore assicura il funzionamento), se cambi quel valore l’estensione ritorna disponibile e funzionante.

        • Gnome in Gabbia

          Non hai qualche link in modo da aiutare anche qualcun altro? Io, se non fosse per la sua lentezza, userei tranquillamente gnome su netbook vecchio (1GB ram)… dove persino kde risulta essere più fluido (con animazioni attive)
          Su monitor piccoli è l’unico posto dove gnome 3 rimane usabile e a parere mio vince (se non fosse per la sua pesantezza). Su monitor da full hd in su, è un suicidio invece per uso lavoro-intensivo.

          • kde anche con effetti attivi rimane estremamente fluido.
            la fluidità non è di sicuro un problema di kde, per lo meno dalle mie esperienze.

        • ange98

          io invece lo trovo poco fluido nell’overview specie quando si usa il selettore di workspaces

          • BlueRazor

            Nell’overview per lo più la lentezza è dovuta alle animazioni. Con l’estensione Impatience acceleri le animazioni e vedi che in realtà è fluido

          • ange98

            Dopo che avvio il riquadro “applicazioni” non è lento. Ci sono proprio dei lag quando porto il mouse sopra i workspaces (per esempio).

        • fuser

          io uso attualmente ubuntu gnome 14.10 con gnome 3.14.1 e al riavvio del sistema sistematicamente le estensioni NON si attivano, se le voglio attivare le devo attivare a mano. Ho anche modificato il file metadata.json aggiungendo 3.14.1 ma niente. Potresti spiegare meglio ciò che scrivi: che intendi con valore GS e dove posso reperirlo?

      • BlueRazor

        Sul nuovo gnome tweak tools si può disabilitare il controllo versione. Ad ogni modo basta editare il file metadata.json dell’estensione (home/[utente]/.local/share/gnome-shell/extentions) aggiungendo la nuova versione di gnome

  • E su 14.04?

  • io non capisco perchè quelli di gnome hanno tolto la categorizzazione della applicazioni, su debian 7 con gnome 3.4, se apro la shell e vado nelle applizazioni, sulla destra ci sono le varie categorie, e da li posso tranquillamente scegliere quale categoria visualizzare, invece ora non mi risulta ci sia più questa categorizzazione o per lo meno non è più attiva di default.

  • è consiglabile mettere questi PPA su Mint 17 con Cinnamon!?

No more articles