I developer Gnome hanno ufficialmente rilasciato la nuova versione 3.14, ecco le novità e come testarla o installarla.

Gnome 3.14
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile la versione stabile di GNOME 3.14, nuovo ed importante aggiornamento che rende sempre più completo ed affidabile il famoso desktop environment del “piedone”. GNOME 3.14 migliora il supporto per il nuovo server grafico Wayland, novità anche per GTK+ che porta con se notevoli migliorie per il supporto CSS, da notare anche le migliorie per il tema e icone Adwaita per fornire una migliore integrazione con il nuovo desktop environment.

Una delle più importanti novità introdotte in Gnome 3.14 sono le migliorie per la gestione dell’ambiente desktop da dispositivi con display touch. I developer Gnome hanno introdotto nuove gesture multi-touch che ci consentono di operare al meglio all’interno dell’ambiente desktop open source dalla zoom in documenti / mappe alla possibilità di accedere velocemente alla panoramica delle attività o in un nuovo spazio di lavoro ecc.

Gnome 3.14 - Panoramica Attività

In Gnome Shell 3.14 troviamo nuove animazioni nella panoramica delle attività migliorandone anche la ricerca interagendo con nuove applicazioni come ad esempio Gnome Clock consentendoci di visualizzare l’ora attuale delle nostre località preferite direttamente dalla ricerca. Da notare anche il supporto per Gnome Calculator che ci consente di effettuare calcolo direttamente dalla barra di ricerca della panoramica delle attività.

Gnome Clock 3.14

In Gnome 3.14 troviamo migliorato il supporto per gli hotspot Wi-Fi, introdotta / migliorata la geolocalizzazione tramite Mozilla Location Service per le connessioni internet mobili, introdotte notevoli migliorie per la condivisione tramite VNC, WebDAV, DLNA (configurabili dalla sezione dedicata in Gnome Control Center).

Novità anche per le applicazioni targate Gnome, nel reader di documenti Evince troviamo un’interfaccia grafica rivisitata con supporto per display ad alta densità di pixel (HiDPI), migliora l’accesso ai vari link, immagini ecc e introdotta la possibilità di rimuovere le annotazioni.
Introdotte anche alcune migliorie per il file manager Nautilus con alcune correzioni all’interfaccia grazie e migliorie per la ricerca.

Nautilus 3.14

Grosse novità per Gnome Maps 3.14, che aggiunge la possibilità di calcolare percorsi sia in auto che a piedi o in bicicletta, introdotto anche il supporto per accedere a contenuti sul web come immagini, info sulle località ecc, in Gnome Photos troviamo il supporto per le immagini di Google Picasa e Google Plus accedere alle immagini da device Android oppure in un media server DNLA.

Gnome Maps 3.14

Novità anche per Gnome Weather 3.14 con un’interfaccia grafica completamente rivisitata in grado di facilitarci la ricerca e accesso alle nostre località preferite.

Gnome Weather 3.14

Ecco il video ufficiale dedicato alle novità di GNOME 3.14:

– Installare GNOME 3.14

GNOME 3.14 sarà presto disponibile nei repository ufficiale di Arch Linux, Debian Sid, Sabayon, openSUSE Factory e altre distribuzioni Rolling Release.
Il nuovo Gnome 3.14 sarà di default in Fedora 21, potremo installarlo tramite PPA in Ubuntu Gnome 14.10 Utopic.
Possiamo testare Gnome 3.14 in Fedora 21 (immagini articolo) grazie alla ISO rilasciata dai developer GNOME che possiamo scaricare da questa pagina.

Per maggiori informazioni:

GNOME 3.14 – Note di rilascio
GNOME Core 3.14 – Release Notes
GNOME Apps 3.14 – Release Notes

Home Gnome

  • Luciano Ognissanti

    E per Ubuntu GNOME 14.04 non sarà disponibile nemmeno coi PPA?

  • Usbetti

    Non finirò mai di ripeterlo: GNOME è veramente un desktop environment fenomenale!

    • pi3tr0

      anch’io se fossi strafatto di peyotle lo potrei trovare “celestiale”.

  • Ilgard

    Music l’hanno reso decente per caso? La 3.10 di versione era un troiaio.

    • TopoRuggente

      Uso la 3.12 e non ho problemi, ma ammetto che sono più utente di Deadbeef che di Amarock, preferisco player semplici.

      • Ilgard

        La 3.10 non mi leggeva nemmeno la cartella contente la musica D:
        Comunque anche io preferisco player semplici, trovo che Amarok abbia un’interfaccia troppo zeppa di funzioni, molte delle quali io le terrei su plugin disattivabili.
        Di Music mi interessava l’interfaccia che sembrava essere curata e, soprattutto, funzionante tramite cover e non liste di testo.
        Anche il plugin Cover Art di Rhythmbox lo fa, solo che è piuttosto lento a caricarsi e manca di alcune funzioni basilari (come la gestione della riproduzione casuale su tutta la collezione).

  • Andrea De Gradi

    Speriamo che in evince abbiano corretto il bug che fa sparire il tasto di chiusura (quello in alto a destra con la X), quando la finestra viene massimizzata.

    • TopoRuggente

      È un problema relativo alla nuova barra che include i comandi (per risparmiare spazio).

      Se ci fai caso succede solo con applicazioni che non usano la nuova title bar.

      • Andrea De Gradi

        Boh a me succede solo con Evince, Firefox per esempio, quando viene massimizzato, mantiene la barra del titolo con il suo tasto di chiusura.

  • ekkekkk

    “gestione dell’ambiente desktop da dispositivi con display touch”
    come se esistesse un solo device che utilizza gnome3 …
    Ma smettetela di fumare immondizia signori sviluppatori.

    • XfceEvangelist

      Nel team Gnome ci devono essere degli infiltrati da Redmond e Cupertino. Vedrai che in Gnome 3.40 introdurranno l’interfaccia a piastrelle come Redmond OS 8.x

    • TopoRuggente

      Le gesture si usano con sistemi di puntamento non touch tipo il leap motion.

      Io ho la versione separata, ma HP lo sta integrando in notebook e tastiere !!!

  • alex

    “hanno introdotto nuove gesture multi-touch”
    ma perchè non sono pensate direttamente anche per il touchpad, in modo da migliorarne l’utilizzo.

  • JackPulde

    Scusate la domanda… Ma se non c’è nessun dispositivo (smartphone e/o tablet) con Gnome 3… A cosa serviva implementare le funzioni multitouch? Solo per quei pochi notebook e All-in-One che hanno lo schermo touch? :/

    • TopoRuggente

      Esistino sistemi di puntamento come il Leap Motion.

      Su gnome-shell è spettacolare.

  • XfceEvangelist

    Cioe’ fatemi capire, il team Gnome che è stato, per anni, il reference degli sviluppatori per il classic desktop, ha creato invece Gnome Shell per i dispositivi touch. Ma secondo loro si sviluppa usando il touch con i dual monitors da 24” ? Perchè non mi fanno vedere un filmato degli sviluppatori stessi mentre scrivono codice senza tastiera?
    Si puo’ aggiungere il pannello in basso e configurarlo o anche loro hanno intrapreso la dittatura come Redmond e Cupertino? Il DE controlla l’utente e non viceversa.

    • pi3tr0

      “Perchè non mi fanno vedere un filmato degli sviluppatori stessi mentre scrivono codice senza tastiera?”

      Perchè vedresti la scena dell’ultimo episodio di manhattan, cioè 3 scienzati strafatti di funghi allucinogeni che scrivono alla lavagna formule matematiche rivoluzionarie.

      Nel telefilm l’indomani mattina si rendono conto di aver solo scarabocchiato, questi invece sono allucinati da 3 anni consecutivi.

      • EnricoD

        hahaha

    • ange98

      Non so macosx, però Aero permetteva una buona personalizzazione se si sapeva dove metter mano. Metro invece non saprei… Non ho mai provato a personalizzarlo a fondo (lo sto riprovando su macchina virtuale).

    • TopoRuggente

      Io lo uso così

      no touch e no 24″….

      In XFCE non funziona, forse con la 4.12 …

      • XfceEvangelist

        Ho visto il filmato, sicuramente interessante, carino e spettacolare per esibirsi al bar. Ma in ambito lavorativo a cosa mi serve? A far partire il debugger ad un metro di distanza?

  • Giacomo Baiamonte

    E’ un DE col quale mi trovo proprio bene, anche se sono tante le cose che andrebbero sistemate (mi riferisco, oltre che al DE, anche alle applicazioni cardine).
    Ad esempio (questa è una cosa che proprio non digerisco), Evolution non può essere eseguito in background e non fornisce un demone di sistema che notifica l’arrivo di nuove mail. Sì, è vero…ci sono alcune estensioni che sopperiscono a questo. Però nel momento in cui si riceve la notifica e si avvia il client di posta, bisogna comunque attendere che questo si aggiorni. Sarebbe un’ottima comodità avere una miglior integrazione tra client di posta e notifiche di sistema

    • Andrea De Gradi

      Anche emphaty funziona allo stesso modo, fino a quando non lo apri le notifiche delle chat non ti arrivano. Mi chiedo perché devi inserire nelle impostazioni i tuoi account se poi quando accendi il computer questo non ti controlla automaticamente ed in background i nuovi messaggi.

      • EnricoD

        allora mettetelo in avvio automatico

        • Giacomo Baiamonte

          l’avvio automatico non risolve il problema. Io su windows utilizzo eMclient con soddisfazione. Sta lì, in esecuzione in background, bello tranquillo. In realtime, quando arriva un’email, mi viene notificata con un popup non invasivo.
          Evolution non puoi lasciarlo in esecuzione in background, puoi al più ridurlo ad icona e risulta abbastanza fastidioso

          • tomberry

            Esistono sylpheed e claws mail..

          • Giacomo Baiamonte

            ottimi, ma non si integrano con le funzionalità di sistema “calendario” e “contatti”

          • tomberry

            Dato che uso principalmente claws-mail e l’account gmail, claws-mail-gdata-plugin per i contatti, claws-mail-vcalendar-plugin per il calendario..

      • Giacomo Baiamonte

        in compenso la gestione dei calendari la trovo molto valida

  • EnricoD

    il peggior de mai provato nella mia vita, Unity è molto meglio

    • XfceEvangelist

      Se vivessi a Milano, ti offrirei un pranzo in ChinaTown.
      Mi sento cosi’ triste che nella scena GNU/Linux, il team Gnome abbia rovinato un DE che era il reference indiscusso degli sviluppatori ed utenti. Mi domando se veramente il responsabile è uno solo o un gruppo di più persone, gli farei bere l’acido delle batterie. Almeno il team KDE ha lasciato separati i paradigmi desktop e touch.

      Ma anche Unity è per me penoso ed in entrambi i casi non riesco a capire perchè non permettono all’utente di organizzare e configurare il DE come desidera (pannelli & plugins, launchers, ecc…).

      Se l’utente non è in grado di controllare il proprio microsistema (qui leggasi il DE) ci ritroveremo presto nei pressi di Redmond e Cupertino.

      • jboss

        unity è un bel desktop, peccato per i suoi ripetuti impuntamenti/rallentamenti (specie con driver nvidia closed) dovuti a dipendenze di gnome “è non a compiz”

      • Giacomo Baiamonte

        Guarda che GNOME è personalizzabile mediante le estensioni. Puoi cambiare launcher, modificare pannelli e quant altro. Di estensioni utili ce ne sono (e nemmeno tanto poche, eh!) e attualmente si tratta del DE con più mi trovo più a mio agio. Per carità, è un progetto che può piacere o meno, ed è giusto muovere delle critiche se c’è qualcosa che non va. Ma da qui a temere che le tenebrose ombre di Redmond e Cupertino possano avvolgere il proprio macrosistema ce ne passa!

        • XfceEvangelist

          Mi stai dicendo che ora è possibile configurare i pannelli come in Xfce/Kde/Mate? Non mi sembra molto naturale che debba installare estensioni per fargli fare quello che dovrebbe essere già da design intrinseco.

          • Giacomo Baiamonte

            Scusami, ma che differenza ci vedi tra un’estensione e un’applet di pannello/elemento di plasma? La personalizzazione in quegli ambienti è possibile grazie all’utilizzo di quei componenti. Puoi benissimo dirmi che in xfce e kde la personalizzazione è più intuitiva e più profonda, e che se si è maniaci della personalizzazione GNOME non è certo l’ambiente che ti lascia più spazi di manovra, ma le possibilità di adattare il desktop ai propri gusti (e, soprattutto, esigenze) le si hanno anche con GNOME

          • XfceEvangelist

            ho appena riprovato Gnome Shell, sicuramente carino, stabile, ben curato, tutto quello che vuoi. Ma a parte il discorso delle estensioni per la personalizzazione, quello che trovo agghiacciante è l’impostazione del DE vero e proprio dove tutto sembra esistere al pulsante “activities”.
            Non ditemi di usare gli shortcut perche’ non li uso.
            Saranno idee personali, ma non trovo alcun valore aggiunto nel design di Gnome-Shell a partire dall’elenco di tutte le applicazioni non separate per categoria. Pure i desktop virtuali non mi piace come sono organizzati.

          • TopoRuggente

            Già schiacciare il tasto Win sicuramente è uno shortcut difficile da ricordare, soprattutto innaturale, visto che l’hanno messo li proprio per aprire il menu delle applicazioni.

            Dico io che idee balzane.

            Se non TI piace, qual’è il problema, mica vado a rompere i …glioni alle concessionarie Renault perchè non mi piace la Sandero, non la compro e basta.

          • EnricoD

            non sono tanto sicuro, potrei sparare una cavolata, ma dalla mia esperienza con lxde/xfce posso provare a dire che un applet è una funzione nativa del de, ovvero già integrata nel de, una extension è appunto una estensione del pannello che aggiunge funzionalità magari per migliorare l’esperienza di uso di una applicazione (non so, magari un indicatore delle mail ricevute) ma anche standalone, forse anche a livello di codice ci sono nette differenze, forse le estensioni sono più complicate a livello di sviluppo, non saprei, appunto perché devono integrarsi con delle app molto spesso o svolgere funzioni più avanzate rispetto ad un applet (che molto spesso sono semplici indicatori)… sinceramente, dalla mia ultima prova di gnome shell, non ho trovato estensioni particolarmente utili o che facciano la differenza (a parte quella per le note) e molte non sono nemmeno fatte bene e si integrano male col de… alla fine gli applet presenti di default in gnome shell secondo me bastano e avanzano

          • TopoRuggente

            Giusto, quindi tu nel tuo sistema ti carichi l’applet anche se non la usi, io invece scarico l’estensione solo se ne ho bisogno.

            Perchè appesantire e rendere complesso il codice di tutti per le esigenze di pochi.

      • EnricoD

        anche a Me non piace Unity, lo trovo molto scomodo da usare. Ricordo che per personalizzarlo ho dovuto installare un tool, ma non tutte le opzioni mi funzionavano…
        Attualmente non mi attira molto, ma spero che con Unity 8 migliori notevolmente… rimango fedele a lxde ed xfce per ora 🙂

      • TopoRuggente

        Sei tu che dici che GS è touch, ma non lo è affatto, È preparato per l’uso di sistemi di puntamento alternativi.

        Leap motion ad esempio, che è già supportato da GS, ma quasi inusabile su sistemi che non gestiscano le gesture insieme ai click !!!

  • Raga qualcuno che lo sta provando sa dirmi se si installa skype? Su Gnome 3.12 non c’è verso per via di alcuni pacchetti wayland che vanno in conflitto.

    • gnome 3.12 in fedora?

      • Si

        • provo ad installarlo e poi ti dico

          • Grazie

          • funziona
            installa prima sudo yum install alsa-lib.i686 libXv.i686 libXScrnSaver.i686 qt.i686 qt-x11.i686 pulseaudio-libs.i686 pulseaudio-libs-glib2.i686 alsa-plugins-pulseaudio.i686 qtwebkit.i686 e poi installa skype da terminale con sudo rpm -ivh ecc

          • premetto che ho testato su fedora 21 alpha te hai installato sulla iso fornita da gnome?

          • ok ti ringrazio

          • Ciao ho provato a fare come dici tu ma già al primo passaggio mi da:

            Versioni multilib protette: libwayland-server-1.2.0-3.fc20.i686 != libwayland-server-1.4.0-1.fc20.x86_64
            Errore: Versioni multilib protette: pango-1.36.1-3.fc20.i686 != pango-1.36.5-1.fc20.x86_64
            Errore: Versioni multilib protette: libwayland-client-1.2.0-3.fc20.i686 != libwayland-client-1.4.0-1.fc20.x86_64
            Errore: Versioni multilib protette: glib2-2.38.2-2.fc20.i686 != glib2-2.40.0-1.fc20.x86_64

            Sai come posso risolvere?
            Grazie

          • mi sembra strano che non funzioni
            prova ad aggiornare la distribuzione
            dai sudo yum upgrade

            e poi riavvia e al riavvio riprova

          • Ho già provato infatti la distribuzione è aggiornata ed ho hanche riavviato.
            Comunque sistemeranno spero prima che rilascino la versione finale mi sa che è un problema più di skype che di gnome.

          • EnricoD

            duplicato…

          • EnricoD

            http : // forum . fedoraonline . it/viewtopic . php?pid=225296

            prova a vedere qui, praticamente hai le dipendenze per le due architetture, quindi duplicate, grazie a skype… un utente li ha risolto, prova a fare lo stesso 😉

            e uno qui

            http : // www . if-not-true-then-false . com/2012/install-skype-on-fedora-centos-red-hat-rhel-scientific-linux-sl/

            dice questo:

            Solved Hello my multilib problem solved by running

            #yum clean all

            #yum update

            Thanks JR

          • Ti ringrazio per le guide, comunque ho fatto un po di prove praticamente il problema sorge su Fedora 20 con Gnome 3.12, sulla 20 con 3.10 nessun problema, sulla 21 3.14 nessun problema. Attendo comunque il passaggio alla 21 stabile.

            Grazie ancora a tutti.

  • LaPittimaBlog

    In somma, nessun migliioramento sostanziale ma solo cambiamento di grafica. Il bug con GDM e Catalyst è risolto?

    • TopoRuggente

      Chiedilo a quelli della ATI.

  • marco

    Non vi piace Gnome Shell? Allora usate Unity, KDE, XFCE, Lxde…
    Avete nostalgia di Gnome 2.x? Perché non usate MATE, oppure date un’occhiata a Cinnamon.

    Ma una cosa che ormai mi sta stufando è la sequela di critiche che si devono leggere ogni qual volta che esce una notizia su Gnome. Non vi piace, non usatelo!

    Eppoi le critiche gratuite… “non capisco perché usare la stessa interfaccia per touch e schermi normali?” Perché Unity cosa fa?

    Lungi da me dire che il sitema è esente da difetti, anzi. Però se vogliamo criticarlo facciamolo seriamente, non con le discussioni da bar il lunedì mattina, dove tutti sono commissari tecnici e se avessero guidato loro lo sviluppo di un DE allora sì che sarebbe stato una favola.

    Ricordo a costoro che di riffa o di raffa Gnome Shell se la gioca tra i primi tre per diffusione e siccome le alternative non mancano probabilmente qualche ragione ci deve essere. Ricordo inoltre che molti di quelli che lo davano per spacciato quando è uscito adesso sono qui a criticarlo per la versione 14.

    Gli altri hanno già cambiato idea e si sono messi ad usarlo.

    Ultima nota per quelli che fanno i fighetti smanettoni: il nostro (ex purtroppo) system administrator sfoggiava spesso una maglietta con la scritta “Real Men Don’t Click”. Se non vi piace il DE, potete anche usare la shell… oppure scriverne uno voi. Sarebbe un bel modo di impiegare il tempo, al posto delle critiche inutili.

    Ci sentiamo alla 3.16.

    • Andrea

      Come fai a dire che se la gioca con i tre i termini di diffusione? Hai percaso un link per la fonte di tale informazione? Mi piacerebbe verificare.

    • GnomeEvangelist

      Ci sentiamo il 10-03-2013 quando verrà rilasciato Xfce 4.12

      • Simone Picciau

        ci sentiamo mai allora ahahahah

      • è facile rispettare le date quando dietro al progetto c’è un’azienda milionaria (o addirittura miliardaria) come redhat a finanziare gli sviluppi.
        come è facile criticare gli sviluppi lenti di un progetto sviluppato da 4 persone (di numero basta vedere tra i crediti di xfce) nel tempo libero.

        quindi prima di criticare sarebbe bene riflettere.

        e poi xfce 4.12 lo si può gia usare installato xfce 4.11, e devo dire che qualche passo in avanti anche molto utile è stato fatto rispetto alla 4.10, come il nuovo alt-tab, ora interagibile con mouse.

        personalmente di xfce mi piacerbbe avere le anteprime delle finestre quando passo sull’icona nel pannello, l’anteprima delle finestre nel task-switcher (alt-tab) e un tiling come quello di kde

  • Mark Caputo

    Vorrei sapere con cosa hanno montato il video

  • mr. nessuno

    Gnome 3.xx sfutta le gpu nvidia, ati o intel (integrate nella cpu). Non mi e’ chiaro se questo DE (a differenza di KDE5) si possa adottare anche sui tablet o simili con Gnome 3.14 avvantaggiandosi dell’accelerazione hardware per una grafica piu’ fluida?

  • MisterX

    si tutto bello… ma il solito giramento di “estensioni”… le estensione che avevo installato non sono compatibili, e il tema che avevo è quasi incompatibile…

    • oltre alla fluidità che ha alti e bassi (nel senso che un attimo è veloce e reattivo e un attimo dopo invece anche ad aprire il menu delle applicazioni ci mette parecchio oppure va a scatti lo scroll), questo delle estensioni è un altro enorme problema di gnome shell, visto che io senza estensioni non riesco ad usarlo, ma se uso le estensioni, ad ogni aggiornamento, se mi va bene rimango qualche giorno senza, mentre se va male quell’estensione non viene più aggiornata e non è più compatibile con la nuova versione di gnome.

      questi sono i 2 motivi per cui ancora rimango a gnome shell, ma se non fosse per questi problemi, passerei volentieri a gnome shell visto che tutto sommato mi piace come DE (aggiungendo 3-4 estensioni)

  • in questi giorni ho riprovato gnome shell 3.12 su archlinux e devo dire che alla fine con qualche estensione non è poi così tanto male, anzi mi sto ricredendo su questo DE.
    però c’è una cosa che ancora non me lo fa usare al posto di xfce, ovvero la reattività e la pesantezza.
    gnome shell è un po troppo poco reattivo, a volte va bene, ha un’ottima reattività, ma spesso ha dei rallentamenti, i menu si aprono più lentamente, oppure durante gli scroll ci sono degli scatti, si vede l’utilizzo di cpu salire in quei momenti.
    poi un altro fattore (meno importante per me) è il consumo di ram che è all’incirca il doppio di xfce, ma su questo potrei anche accontentarmi, non è la fine del mondo se mi usa un po più di ram visto che nel notebook ho 4gb.

    se aumentano la reattività e la stabilità (nel senso che non ha cali di performance) potri davvero prendere in considerazione l’idea di usarlo come DE principale, ma fino ad allora mi tengo stretto xfce.

    la reattività per me, è una delle cose più importanti, voglio che tutto fili liscio e fluido senza problemi, senza rallentamenti, e gnome shell attualmente non mi garantisce questo

No more articles