Gigolo è un’utile software che ci consente di accedere facilmente ad un server FTP, distribuzione via SSH ecc.

Gli sviluppatori dei principali ambienti desktop Linux hanno lavorato molto in questi anni per rendere più completi e funzionali i propri file manager come ad esempio Nautilus, Dolphin, Thunar ecc. La maggior parte dei file manager presenti in Linux fornisce anche un’ottimo supporto per accedere a file e directory da remoto come ad esempio server attraverso il protocollo FTP / SFTP servizi di cloud storage grazie a WebDAV ecc.
Per gli user che hanno problemi a configurare il proprio file manager per accedere da remoto a file e directory è disponibile Gigolo software open source che ci consente di gestire al meglio le connessioni a filesystem remoti utilizzando GIO/GVfs.

Attraverso Gigolo potremo accedere facilmente dal nostro file manager in file e directory di Windows configurando facilmente Samba, possiamo inoltre accedere ad un server grazie al supporto per FTP, accedere in device mobili attraverso il protocollo Obex, supporta inoltre l’acceso da remoto via SSH / SCP e la possibilità di operare in cloud storage attraverso WebDAV.

L’idea del progetto Gigolo è semplificare la connessione a file e directory remoti tramite una semplice ed intuitiva interfaccia grafica, una volta configurato potremo accedere velocemente senza dover rifare nuove configurazioni o altro ancora.

– Installare Gigolo

Gigolo è disponibile nei repostiory ufficiali delle principali distribuzioni Linux.

Per installare Gigolo in Debian, Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo apt-get install gigolo

Per installare Gigolo in Fedora

sudo yum install gigolo

Per installare Gigolo in Arch Linux e derivate utilizzeremo AUR, digitando ad esempio da terminale:

yaourt -S gigolo

Una volta installato basta avviare Gigolo da menu.

Home Gigolo

  • Sembra carino. 😉

  • Marco Orlandin

    Se Python 3 non è la versione “di default” nel sistema non funziona nulla, se lo si avvia forzando la versione di Python funziona bene anche su Gentoo

  • gino

    è open source?

    • si il client è open che si collega a facebook attraverso le api dedicate

  • Paolo

    Provato tutte le dipendenze installate ma non funziona

    root@shiva-Aspire-7741:/home/shiva/Scaricati/linuxmessenger-master# ./fbmessenger
    Traceback (most recent call last):
    File “./fbmessenger”, line 4, in
    from fbmessengerlib import application
    File “/home/shiva/Scaricati/linuxmessenger-master/fbmessengerlib/application.py”, line 13, in
    from PyQt4.phonon import phonon
    ImportError: No module named phonon
    root@shiva-Aspire-7741:/home/shiva/Scaricati/linuxmessenger-master#

    • Marco De Marco

      install pyqt4.phonon installa un casino di robaccia e poi avvia ./fbmessenger

      il setup da ancora questo errore

      a me non piace infatti ho deletato la cartella.

      continuo a usare emphaty carino e poco fastidioso

    • eMcE

      Install packages: python-setuptools, python3-setuptools, python-qt4-phonon, python-qt4-phonon, python3-pyqt4.phonon
      Now FBmessenger should works ok 🙂
      As here:
      sudo apt-get install phonon python-setuptools python3-setuptools python-qt4-phonon python-qt4-phonon python3-pyqt4.phonon

  • Guest

    Traceback (most recent call last):
    File “./setup.py”, line 3, in
    from setuptools import setup
    ImportError: No module named setuptools

  • tomberry

    Preferisco Pidgin, grazie.. ^^

    • TheImmortalPhoenix

      Pidgin è buono per chattare, questo è comodo per le notifiche

No more articles