In questa guida vedremo come accedere e operare nei file di Android da remoto in Linux e Windows attraverso il protocollo SSH.

Nautilus accesso a SSH
In Google Play Store troviamo diverse applicazioni che ci consentono di accedere da remoto ai file presenti sul nostro device mobile. Esempio troviamo AirDroid utile software con il quale potremo accedere e operare nei file presenti sul nostro device mobile Android da qualsiasi browser pc, In alternativa possiamo utilizzare SSH, protocollo che ci consente non solo di accedere al nostro terminale Linux ma anche di poter accedere ai file di Androd da Ubuntu o altra distribuzione Linux e vice versa.
Grazie a SSH potremo accedere ai file presenti sul nostri smartphone o tablet Android da file manager Linux come se fosse montata una normale pendrive o hard disk esterno. Da notare inoltre che il protocollo SSH ci consente di poter accedere ai nostri file in assoluta sicurezza, caratteristica non sempre disponibile con altre applicazioni del genere.

Ecco quindi come accedere ai file di Linux in Android e vice versa utilizzando SSH.

– Accedere ai file di Android in Linux attraverso SSH

Accedere ai file di Android in Linux attraverso SSH è molto semplice, per farlo utilizzeremo l’applicazione SSH Sever disponibile alla pagina dedicata di Google Play Store.
Una volta installato SSH Server basta un click per avviare il server in Android con il quale potremo accedere da file manger Linux seguendo questa guida, mentre per Windows possiamo utilizzare WinSCP.
Dalle preferenze di SSH Server potremo anche modificare la porta, selezionare la home directory, modificare user e password ecc.

SSH Server Android

Con SSH Server accedere ai nostri file e directory di Android da remoto in Linux e Windows sarà un gioco da ragazzi, addio a cavi usb, applicazioni che richiedono varie registrazioni ecc.

– Accedere ai file e directory di Linux in Android

Tramite SSH potremo accedere ai file e directory presenti sulla nostra distribuzione da remoto nei nostri device mobili Android.
Per far tutto questo dovremo per prima cosa installare SSH nella nostra distribuzione Linux, se abbiamo Debian, Ubuntu o una derivata basta digitare:

sudo apt-get install ssh 

Una volta installato SSH, dovremo rilevare l’indirizzo IP del pc, per conoscerlo basta cliccare con il tasto destro sul collegamento nel pannello di Network Manager (l’applet per accedere / configurare internet) e cliccare su Informazioni connessione. Quello che a noi serve è l’indirizzo IP il primo sotto IPv4, in alternativa basta digitare ifconfig da terminale.

A questo punto installiamo AndFTP da Google Play Store, applicazione gratuita che supporta anche SCP/SSH con la possibilità non solo di accedere ai file ma anche di sincronizzare due directory e molto altro ancora.

AndFTP - Configure SCP

Una volta installato AndFTP basta avviare l’applicazione e cliccare su “+” e inseriamo in HostName l’indirizzo IP della nostra distribuzione Linux in Type invece selezioniamo SCP (SSH Secure Copy Protocol) e successivamente l’username e password della nostra distribuzione.

Salviamo il tutto e clicchiamo sull’indirizzo IP e successivamente nell’icona a forma di nuvola nella barra degli strumenti ed ecco i file e directory di Linux accessibili da remoto in Android.

AndFTP file Linux

Ricordo che in Google Play Store troviamo anche altre applicazioni dedicate a SSH / SCP, personalmente ho scelto queste dato che le utilizzo molto spesso e posso garantire che forniscono un’ottima stabilità ed affidabilità.

  • angy

    lo provo subito

  • Dario · 753 a.C. .

    interessanete.. e nel caso dovesse trovare qualcosa come si agisce?? provvede lui ??

    • Ferik

      no, però da dei suggerimenti utili 🙂

  • Ferik

    c’è anche per archlinux tramite aur 🙂

  • Marco De Marco

    non ho capito cosa ha effettivamente detto
    da troppe informazioni e i neofili non comprendiamo
    carino

  • anonimocucciolo

    mi sono usciti una serie di WARNING su cose del tipo :

    /var/spool/postfix/public/cleanup is world-writeable [ WARNING ]
    /var/spool/postfix/public/showq is world-writeable [ WARNING ]
    /var/spool/postfix/public/flush is world-writeable [ WARNING ]
    /var/spool/postfix/private/relay is world-writeable [ WARNING ]
    /var/spool/postfix/private/proxymap is world-writeable

    che faccio ?

  • Fabio

    A me è uscito solo 1 WARNING e questo è il suggerimento ” – [16:53:55] Suggestion: Check if any NTP daemon is running or a NTP client gets executed daily, to prevent big time differences and avoid problems with services like kerberos, authentication or logging differences. [test:TIME-3104]
    ” : cosa vuol dire? cosa devo fare?

No more articles