I developer del progetto Kingsoft Office International Community hanno rilasciato la nuova Alpha 15 di WPS Office per Linux.

WPS Office Writer in Ubuntu
WPS Office / Kingsoft Office è una suite per l’ufficio proprietaria che sta riscontrando un notevole successo soprattutto da parte degli user orientali. Grazie alla collaborazione tra i developer Kingsoft Office International Community e Canonical, la suite per l’ufficio è approdata anche nei repository ufficiali di Ubuntu Kylin, una derivata ufficiale specifica per gli utenti cinesi. Lo sviluppo di WPS Office per Linux sta portando una maggiore stabilità e nuove features per rendere la suite ancora più completa e funzionale, inoltre sono già disponibili le prime traduzioni in francese e tedesco (speriamo che in futuro arrivi anche la versione in italiano).
WPS Office per Linux Alpha15 oltre a varie correzioni di bug include nuove funzionalità riguardanti soprattutto WPS Writer e WPS Spreadsheets ed inoltre sono stati rivisitati i pacchetti per l’installazione della suite per l’ufficio, fornendo le lingue e font in un pacchetto separato.

In WPS Writer troviamo diverse migliorie all’interfaccia grafica con nuove modalità di visualizzazione per migliorarne la lettura dei documenti, la nuova versione include il supporto per il layout compressi e nuove opzioni per i margini per la stampa, introdotto anche il salvataggio automatico e la possibilità di limitarne la modifica di documenti.

Novità anche per il foglio di calcolo WPS Spreadsheets che include la nuova opzione per condividere la cartella di lavoro, introdotti i suggerimenti durante la digitazione di una funzione, introdotta la nuova opzione per cercare e sostituire le formule e un nuovo tool per verificare in tempo reale errori nelle varie formule.

WPS Office in Ubuntu

Per conoscere in dettaglio tutte le novità del nuovo WPS Office per Linux Alpha15 basta consultare le note di rilascio.

– Installare WPS Office per Linux

WPS Office per Linux Alpha15 viene rilasciato per Ubuntu, Debian, Fedora e derivate grazie ai pacchetto .deb / .rpm disponibili in questa pagina.

Per Ubuntu 64 bit basta installare / scaricare il pacchetto 32 bit al termine dell’installazione noteremo un tema non correttamente integrato con colori sbiaditi e un colore blu predefinito.

Per risolvere il problema basta digitare da terminale:

sudo apt-get install gtk2-engines-murrine:i386 gtk2-engines-pixbuf:i386

e confermiamo.

WPS Office per Linux è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR.

Home WPS Office

  • per carità, installare un software proprietario cinese, preferisco più che altro usare sempre windows 7 e macOSX e inviare la mia carta d’identità alla NSA

    • vadis

      Ce l’hanno già.

    • troppo tardi, non venirmi a dire che non hai mai usato paypal…

      • Si lo uso anche se nell’account non ho nemmeno 1 centesimo però lo uso collegato alla prepagata per comodità

        • Allora tutti sanno tutto quello che gli interessa sapere di te XD

          • me ne farò una ragione, non credo che cadrò in depressione e tenterò il suicidio per questo XD

    • Butta il tuo smartphone è cinese!!!

      • per questo allora quasi tutto ASSEMBLANO in cina, ma per il semplice fatto che la manodopera costa meno, e poi io non denigro tutta la roba cinese, però un software proprietario cinese, non mi fido per la mia privacy

        • L’assemblamento in Cina non ti da la certezza che non ti spiano, ormai la Cina lo ha capito bene che costa poco la sua manodopera ma proprio per questo ne potrebbe approfittare no?
          Cmq se stiamo li a pensare alla privacy stai certo che dovremmo buttare tutto incluso i servizi di Google.

          • certo farsi le paranoie sulla privacy nel 2014 è inutile tanto ormai anche i gabinetti ti spiano 😀
            però sinceramente WPS Office non mi piace ugualmente, a questo punto preferisco quello di microsoft

  • .theShort

    Così su due piedi non la installerei nemmeno io, però devo dire che l’interfaccia grafica (anche se scimmiotta un po’ troppo la ribbon) è attraente.

    • Fabio

      Mah, sai che io (forse perché data l’età sono più refrattario ai cambiamenti, forse perché al lavoro ho Office 2003 – AOo) non faccio voglia di una nuova GUI per LO-AOo? Nuove icone sì, ci vorrebbero e anche leggermente più grandi, ma mi trovo bene con tutti i menù a tendina in alto e immediatamente disponibili e trovo la Ribbon assolutamente odiosa…

      • Matteo

        Assolutamente perfetta. Peccato però… mentre tutti dormono con i vecchi allori, ci volevano i cinesi per portarla su linux?

    • Giorgio

      Già sta bene in effetti

  • yqy

    quindi…ricapitolando abbiamo:
    – libreoffice
    – apache openoffice
    – neooffice
    – koffice
    – kingoffice

    – abiword + gnumeric (vabbè…qui lo capisco e fate finta che non ho scritto)
    nessuno di questi un client di posta integrato o tool per la gestione contatti che si sincronizza in automatico con lo smartphone….quindi thunderbird (che è morto come avanzamento)…

    ne ho dimenticata qualcuna?

    poi ci domandiamo perchè monaco torna a windows.

    • yqy

      che sbadato…wps office
      calligra office
      gnome office….

      siamo a 9 suite office…

  • Ottimo prodotto anche se di male lingue ce ne sonore sempre…

  • Senbee

    Falsissimo: viene tutto progettato in Cina, a Shenzhen per la precisione, dove c’è il terziario avanzato più all’avanguardia del mondo per quanto riguarda l’elettronica e si sfornano ingegneri elettronici preparatissimi in quantità incredibile al giorno. La manodopera è ormai costosissima anche in Cina tanto che sono ormai dieci anni che quasi tutto il lavoro pesante è stato demandato in Africa (non a caso il 90% delle fabbriche in Africa è di proprietà cinese).
    Occhio perché molti italiani hanno un’idea della Cina di com’era sotto il maoismo, o la confondono con la Corea del Nord. Tipico esempio di come le nostre presunzione di superiorità e miopia stiano preparando il passo alla supremazia cinese.

No more articles