E’ disponibile la nuova versione 1.4.5 di Pixeluvo , editor d’immagini professionale per Microsoft Windows e Linux e anche in Steam

Pixeluvo in Ubuntu
Nei mesi scorsi abbiamo presentato l’editor d’immagini Pixeluvo, software professionale da poco approdato anche in Valve Steam grazie ai numerosi voti favorevoli ottenuti in Steam Greenlight. Tra le principali caratteristiche include in Pixeluvo troviamo un’interfaccia grafica moderna ed intuitiva che include moltissime funzionalità come ad esempio strumenti per operare nei colori, strumenti per il disegno sensibili alla pressione, e molti filtri ed effetti personalizzabili.
Da notare il supporto per i più diffusi formati compreso anche RAW, con lo strumento Spot-Heal potremo inoltre rimuovere facilmente imperfezioni alle nostre immagini, includere testo e varie didascalie e molto altro ancora. Il gruppo di sviluppatori di Pictopotamus ha recentemente presentato il nuovo Pixeluvo 1.4.5, aggiornamento che candida il software come uno dei migliori editor d’immagini disponibili per Linux.

Pixeluvo 1.4.5 oltre a varie correzioni di bug, include due nuovi filtri di colore e numerosi ritocchi e ottimizzazioni agli altri filtri e strumenti inclusi nell’editor d’immagini proprietario.
Con il nuovo aggiornamento troviamo la nuova opzione nel menu contestuale delle maschere che ci consente di visualizzarne un’anteprima, ogni volta che una maschera è attiva potremo visualizzare i valori della maschera, opzione molto utile quando si lavora con le maschere complesse.
Con il nuovo Pixeluvo 1.4.5 è possibile creare una selezione da un canale di colore, da notare anche un nuovo filtro che consente di simulare un filtro colorato inserito sopra l’obbiettivo.

Per maggiori informazioni su Pixeluvo 1.4.5 basta consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Pixeluvo 1.4.5

Pixeluvo è disponibile per Linux (attraverso pacchetti deb e rpm) e Microsoft Windows. Il software viene rilasciato in modalità Trial, per 30 giorni potremo utilizzarlo senza problemi, successivamente dovremo acquistare l’applicazione oppure possiamo mantenerla però le immagini verranno salvate in una risoluzione massima di 800×600 pixel.

Home Pixeluvo

  • jdd

    linux freedom, programmi a pagamento

    • ange98

      Usiamo Steam e Flashplayer e ci lamentiamo se viene “sponsorizzato” un programma Closed?

    • la libertà consiste anche nell’essere libero di installare i software che ti interessa.

    • EnricoD

      Ci sarà un motivo se certe suite e programmi in windows li paghi, alcuni decine di euro e altri molto di più. La conoscenza e la professionalità si pagano e la qualità anche, non vedo perché in linux dovrebbe essere diverso, purché si sviluppino software alternativi io non ci vedo nulla di male, anzi. Poi questo costa 34$, neanche molto.

      • jimmy

        giusto, allora cè un motivo perchè l iphogne lo paghi 700neuri, conoscenza e professionalità è qualità….

        bhuahuauahuah

        • EnricoD

          Quello è un altro discorso, e non c’entra niente con quello ho scritto.

  • Ben vengano i programmi commerciali anche in linux : poi pixeluvo non lo conosco molto per cui non mi pronuncio

  • -.-

    davvero un ottimo editor. ho usato la versione trial qualche tempo fa per sviluppare i raw delle nuove fuji con sensore x-trans e se la cava egregiamente. L’unica pecca era la lentezza con cui apriva i file, ma magari è stata risolta in questa versione 🙂

  • mr_Floppy

    FREEDOM = LIBERTA’, ossia la libertà di scegliere quindi non si parla di pagare o meno.
    Io sono d’accordo con chi da il benvenuto su linux a programmi a pagamento, si aumentano le possibilità di scelta e poi immaginate se autocad, photoshop e altri programmi fossero presenti nel mondo linux. Quante aziende passerebbero a linux?

    • se ci fosse la suite adobe e autocad per linux in molti non avrebbero più motivi di rimanere a windows nemmeno per motivi di lavoro

No more articles