E’ finalmente disponibile la nuova versione stabile del Kernel Linux 3.16, in questo articolo andremo ad analizzare le principali novità e vedremo come installarlo in Ubuntu e derivate.

Linux 3.16 in Ubuntu
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile la nuova versione stabile del Kernel Linux 3.16, versione che troveremo di default in Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn, Debian 8.0 Jessie e Fedora 21. Linux 3.16 porta con se diverse migliorie per il supporto per schede grafiche Intel, con ottimizzazioni riguardanti il supporto per display ad alta densità di pixel (HiDPI) e il supporto per nuove cpu Intel Atom “Broadwell” e per P-State. Il nuovo Kernel Linux 3.16 Stabile include anche diverse migliorie per il supporto per le GPU AMD, i developer hanno introdotto in questi mesi molte nuove patch e righe di codice che includeranno notevoli ottimizzazioni riguardanti principalmente le schede grafiche Radeon HD 7000 e versioni più recenti.

Novità anche i per Nouveau, il driver open source per schede grafiche Nvidia, Linux 3.16 aggiunge il supporto nativo per le nuove GPU GK20A presenti nelle SoC Tegra K1, approdano inoltre nuove patch per Mesa che consentiranno al processore NVIDIA ARM di lavorare con uno stack di driver completamente open, debutta inoltre anche il supporto iniziale del re-clocking per GPU Kepler.

Linux 3.16 include anche il supporto nativo per Thunderbolt, supporto multi-piattaforma per Samsung Exynos supporto multi-piattaforma, introdotto anche il supporto EFI per ARM 64bit, da Dell approdano nuove migliorie per il supporto riguardante i propri personal computer della gamma Latitude.

Migliorie arrivano anche dal supporto per file system Btrfs e XFS, i developer Samsung hanno introdotto nuovi aggiornamenti per F2FS, debutta con il nuovo Kernel Linux 3.16 il completo supporto nativo per il controller Sony DualShock 4 e il supporto per il modem di Nokia N900.

Per maggiori informazioni sul nuovo Kernel Linux 3.16 consiglio di consultare l’annuncio ufficiale rilasciato da Linus Torvalds.

Il nuovo Kernel Linux 3.16.0 è già disponibile per Ubuntu e derivate grazie ai pacchetti deb creati e mantenuti dal team Kernel Ubuntu.

Per installare facilmente il Kernel Linux 3.16.0 in Ubuntu e derivate basta digitare da terminale:

sudo apt-get install lynx 
wget https://dl.dropboxusercontent.com/u/209784349/kernel/kernel-update
chmod +x kernel-update
sudo ./kernel-update

e confermare l’installazione, al termine dovremo riavviare la distribuzione.
Al riavvio avremo il nuovo Kernel Linux 3.16.0 possiamo verificarlo digitando da terminale:

uname -r

il risultato dovrebbe essere simile all’immagine in alto

Per rimuovere il nuovo Kernel Linux 3.16 , basta avviare la versione di default o precedente dall’avvio di Ubuntu e digitare da terminale:

sudo apt-get purge linux.image-3.16.0-*
sudo update-grub

e riavviamo.

Home Linux Kernel

  • crysmist

    Il nuovo gestore energetico (Bang-Bang o qualcosa di simile) è già attivo in questa versione?

  • Andrea Zucca

    Ubuntu 14.04.2 avrà questo kernel?

    • no per intanto rimarrà con il kernel 3.13

      • Dennis Morello

        “Per intanto” non si può sentire O_o

    • Massimo Strangio

      In genere le lts ricevono nei repository ufficiali il kernel (e xorg) delle successive Ubuntu non lts dopo un paio di mesi dal rilascio di queste ultime. Quindi il kernel 3.16 arriverà nei repo più o meno verso dicembre.

  • Massimo A. Carofano

    Difatti stamane lo script KernelUpdate mi aveva fatto presente di questa versione..Ad ogni modo incrociamo le dita per il 3.17 e la batterylife dei portatili..

  • CuccuDrillu10

    Quando inizierà il freeze di Debian 8?

  • Andrew

    se questo script è anche per derivate perché mi esce questo avviso
    “Questo script installa i kernel di ubuntu, se lo vuoi lanciare su un’altra distribuzione lo fai a tuo rischio e pericolo di rompere tutto… Pertanto ti assumi anche l’onere di modificare lo script in modo che ti consenta di farlo, se non ne sei capace vuol dire che non dovresti nemmeno installare un kernel non progettato per la tua distribuzione.”

    • si funziona anche nelle derivate ufficiali

      • Andrew

        su Linux Mint 16 non va questo script.

        • difatti parlo di derivate ufficiali
          mint non è una derivata ufficiale

          • Drumsal

            Io ho finito di aggiornare Mint 17 2 ore fa con lo script e funziona tutto alla perfezione.

  • martino

    domanda da novizio
    quali rischi si corrono installando i kernel non ufficiali?
    nella peggiore delle ipotesi la ventola della cpu o gpu discreta potrebbero lavorare male ?
    c’è un rischio di danno hardware?

    • Antoniosolid

      il kernel è ufficiale tranquillo, infatti viene scaricato direttamente dai repo di ubuntu……al massimo potrà portare delle incompatibilità a livello di driver, soprattutto nel caso delle schede video……cmq non c’è nessuno rischi hardware

  • LaPittimaBlog

    Ma se sarà stabile, nel senso di senza bug tra due tre versioni, perché lo rilasciano ora? Non capisco la smania di rilasciare sempre nuove versioni, farne una dopo 5 6 mesi danneggia l’ecosistema di Linux?

    • una ogni 5-6 mesi direi che ora come ora è troppo poco, ogni nuova release arrivano sempre migliorie per i driver open, o supporto per nuovo hw, oppure come nel 3.17, nuove migliorie per i consumi e le prestazioni.

      inoltre io che uso arch da oltre 1 anno, non ho mai avuto problemi sul notebook dovuti ad un’instabilità del kernel, quando un kernel viene rilasciato stabile è stabile davvero non come alcuni software che le versioni stabili sono solo delle versioni beta piene di bug e problemi.

      inoltre credo anche con android, tardare troppo i rilasci dei kernel potrebbe portare a dei problemi.

      io sono contento di questi aggiornamenti frequenti, al limite chi non vuole l’ultima versione sceglie una versione LTS

      • LaPittimaBlog

        Migliorie di quanto, dell’ordine del 5%? Ogni miglioramento è ben accetto, sia chiaro, ma il 5% quant’è, 3 minuti in più con luminosità al minimo senza rete?

        Domanda un po’ da non sapete in questo verso: perché cambiano da 3.1x a 3.1x+1 ? Non riescono ad integrare le modifiche come un aggiornamento tipo 3.15.10?

        • me lo sono sempre chiesto anche io perchè alcune patch critiche come i fix per la batteria non vengano implementate nei vari kernel come aggiornamento di fix ma solo come update ad una nuova release…

          ma ragionando un po e pensando al lavoro che c’è dietro allo sviluppo di un sw con i relativi lavori di testing credo che la patch è implementabile solo in una determinata versione del kernel (e quindi anche nelle successive) perchè alle precedenti versioni gli manca qualcosa a livello di codice che non rende compatibile la patch e il tutto non è risolvibile con dei semplici fix ma solo con modifiche radicali che comprometterebbero la stabilità del kernel stesso e quindi ulteriori sviluppatori che testino le modifiche per verificare che tutto funzioni, perchè se si fanno sostanziali modifiche al kernel allora bisogna testare che tutto funzioni correttamente, ma se dovessero fare tutto questo lavoro per ogni patch che aggiungono, e per ogni kernel mantenuto (attualmente tra LTS e normale sono parecchie le versioni del kernel mantenute ufficialmente) ci sarebbe un enorme dispendio di lavoro e tempo portando a ritardi nello sviluppo e problemi di stabilità di versioni che gia funzionavano

          • LaPittimaBlog

            A cosa servono le lts allora? Uno aggiorna tutto nel rilasci chiamiamoli da tester basati su lts, se poi funzionano aggiornano le lts, perché, seconda domanda, che cosa contengono gli aggiornamenti delle lts??

          • gli aggiornamenti delle lts sono solo aggiornamenti di mantenimento e di fix come anche gli aggiornamenti della versione non lts, non viene mai introdotto nulla.
            ad esempio nel kernel 3.16, non verranno mai aggiunte nuove funzionalità, ma gli aggiornamenti di questo kernel saranno solo bugfix come è giusto che sia.

          • LaPittimaBlog

            appunto, perché non rilasciano versioni con novità dopo aver testate queste novità su versioni da “tester”. Nel senso, immaginiamo che la 3.1 sia una LTS, io rilascio la 3.2 che è una 3.1 con aggiunte. Se le aggiunte non portano instabilità, le aggiungo alla 3.1, perché no?

          • probabilmente perchè le novità comprendono molte righe di codice e cambiamenti anche nel codice che gia era presente nella 3.1 e quindi dovrebbe essere ritestato.

            ad esempio la 3.1 come dici tu è la lts, la 3.2 ha delle aggiunte, ma per fare queste aggiunte gli sviluppatori hanno dovuto eliminare o modificare righe di codice gia presenti nel kernel, ma la 3.2 nasce per essere senza quelle righe di codice ed è testata al suo funzionamento, invece la 3.1 no, e quindi fare quelle aggiunte e modifiche comporterebbe un’altro periodo di testing ed eventuale fix nel caso per trovare problemi e risolverli.

            inoltre altra cosa, se le aggiunte fatte nel 3.2 vengono implementate anche nella lts 3.1, che differenza c’è tra i 2 kernel? allora quello che vuoi te è un solo kernel e uno testing.
            ma guardando anche le varie distro oggi, sarebbe un casino solo 2 kernel, ubuntu ne usa uno, fedora un altro debian un altro ancora.

            bo secondo me alla fine è giusto che le novità vengano aggiunte sono nelle nuove release, ogni kernel deve avere solo bugfix, è giusto che sia così specie per i kernel lts dove la stabilità è la prima cosa da tenere sott’occhio.

            è come dire che debian deve aggiornare alcuni suoi pacchetti per avere le ultime novità, sono cose differenti debian stable cerca la massima stabilità ottenibile sacrificando gli aggiornamenti e le novità dei vari software.

            in fin dei conti chi necessita delle nuove aggiunte può sempre aggiornare non sei obbligato a tenerti il kernel che ti danno.

          • LaPittimaBlog

            Appunto: 4 kernel. Uno lts molto molto stabile, uno da tester per quello, uno stabile e aggiornato, uno tester per quello aggiornato. 4 versioni. Meno problemi. Più progettualità. Più indipendenza dalle distro.

    • .

      la rilasciano ora perchè grazie ai pirla che la installeranno riusciranno a correggere numerosi bug …

      • LaPittimaBlog

        Sì, però se un giorno avrai bisogno dei driver amd o nvdia che supportano fino al kernel 3.13 e tu hai installato, su una non Arch, un kernel successivo, puoi dire addio a quel nuovo fantomatico kernel che porta miglioramenti effettivi del 5%. Se Linus desse delle date stabili di rilascio ogni 3, meglio 6 mesi, allora avremmo prodotti Linux più stabili e funzionali. Ti ricordo che hanno .10 .12 .14 LTS e sono delle mere perdite di tempo a sviluppi di kernel successivi. Infine, Ubuntu è la cattiva delle distribuzioni, quella immorale e blablabla, ma è la più diffusa. Se io voglio che l’ecosistema Linux migliori, devo migliorare anche Ubuntu, mettersi d’accordo per dare un kernel LTS che sia supportato sia da Linus che da Canonical no èh? Quanti usano il kernel 3.12 o 3.10 ? Quanti invece utilizzano il 3.13? Continuiamo a restare sulle nuvole e a non voler che il mondo si interessi di Linux, ma fino a prova contraria, grazie a Steam, la qualità dei kernel e dei driver, è quadruplicata e se io devo, per aumentare l’attenzione al mio mondo e farlo arrivare ai tutti, vale la pena allearsi con Canonical

      • Drumsal

        Sai, credo di aver capito che linux è anche questo: uno ci prova, se non funziona si torna indietro perché il sistema per riavere una macchina funzionante c’è sempre. Almeno nella mia modesta esperienza. Poi su macchine con le quali devo lavorare sono un po’ più prudente, però la testa al muro per un aggiornamento di kernel non l’ho sbattuta mai.

  • cippolippo

    chimerarevo ha news sul kernel 3.17: portera’ enormi benefici sul fronte risparmio energetico (disastroso dalla v3.0 di linux) in parte rimediato con 3.10+. sara’ la volta buona per avere dispositivi portatili con ottima autonomia e basse temperature d’esercizio della cpu (?)

    • kaio

      il risparmio energetico è sempre molto soggettivo (e dipende anche dalla fortuna, oserei dire).. sull’eeepc 1005pe che adopero, il consumo minore in assoluto l’ho registrato proprio con il kernel 3.0.0, mentre il 3.2 lo raddoppiava di netto. Tutto ciò con lo stesso identico sistema

      • cippolippo

        ma il mio dubbio sul risparmio energetico non e’ da imputare solo alla gestione ottimale della cpu per dispositivi mobile/desk, ma non dovrebbero essere coinvolti (gestione avanzata risparmio energetico) anche tutti i componenti sulla mainboard e le periferiche/chipsets che non sono gestiti pero’ dal kernel linux.

        quindi, pensavo che non puo’ fare miracoli da solo il kernel, per quanto possa essere migliorato. Il divario netto sull’antagonista wincozz e’ la gestione energetica e’ sull’intera piattaforma o sbaglio?!?

        • anche questo dipende da PC a PC, nel mio vecchio acer che aveva CPU amd turion x2 e GPU nvidia geforce gt7000m, la batteria durava più su linux che su windows, mentre sull’attuale notebook con cpu intel core i3 380m e gpu intel HD + nvidia geforce gt540m, la durata è più o meno uguale, forse dura leggermente in più su windows, ma è questione di poco, e non ne sono nemmeno sicuro

          • Carlo

            Dipende da pc a pc, perché bisogna guardare quanto hardware è acceso e quanto è spento, quanto è supportato e quanto non… per fare certe valutazioni (oltre a come viene utilizzato)

          • infatti io non mi lamento della situazione attualme perchè sul mio notebook ho circa la stessa autonomia di windows

  • Federico

    Come posso installare questo kernel in Manjaro 0.8.10? attraverso il comando mhwd-kernel -l l’ultimo kernel disponibile è il 3.15.

    • LaPittimaBlog

      devi aspettare che sia testato, ci vorranno almeno 10 giorni

  • Enzo

    Speriam in bene con il 3.16
    Il 3.15 ha fatto un balzo enorme. Nel mio caso però lo ha fatto un po’ troppo lungo ed è finito nel burrone: metà dei moduli hanno smesso di funzionare nel modo corretto: inutilizzabile.

    • a me invece il 3.16 non mi sa nulla di che come aggiornamento, cioè lo vedo come il solito aggiornamento che fanno, invece mi interessa più il 3.17 per vedere le nuove patch sulla gestione energetica e sul miglioramento delle performance a bassi regimi.

      • Enzo Mic.

        Non esistono programmi che ti fanno gestire il risparmio energetico in modo intelligente con opzioni configurabili? e soprattutto intercambiabili a secondo della giornata e quindi dell’utilizzo che faccio? Tipo voglio la configurazione A per risparmio massimo, poi voglio passare a B per prestazioni massime… etc

No more articles