Approda la nuova Ultimate Edition 4.2, nuova release della famosa derivata di Ubuntu che include diverse personalizzazioni e soprattutto numerose applicazioni preinstallate.

Ultimate Edition 4.2
Ultimate Edition è una delle più longeve e conosciute derivate di Ubuntu apprezzata soprattutto dagli user che amano avere molte applicazioni disponibili già post installazione. Caratteristica di Ultimate Edition è quella di fornire all’utente un completo sistema operativo con già inclusi codec multimediali, plugin di terze parti come Flash, Java, VLC ecc oltre ad includere diversi ambienti desktop e numerose applicazioni preinstallate di vario genere, temi, set d’icone ecc.
Da pochi giorni è disponibile il nuovo Ultimate Edition 4.2, nuova release basata su Ubuntu 14.04 Trusty LTS che sarà quindi supportata fino ad aprile 2019.

Ultimate Edition 4.2 attualmente è disponibile solo nella versione “lite” con ambiente desktop Mate aggiornato all’attuale versione stabile 1.8.1 con tema e icone scure dedicate e soprattutto numerose applicazioni. Nelle prossime settimane dovrebbe approda la versione “standard” la quale dispone anche di svariati ambienti desktop e personalizzazioni varie.

Ultimate Edition 4.2

Per maggiori informazioni e per scaricare la ISO di Ultimate Edition 4.2 basta consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Ultimate Edition 4.2 Lite richiede il login per accedere alla sessione live che è:

username: mate
password: nessuna premiamo invio per accedere alla sessione

Home Ultimate Edition

  • Alessandro

    Basta con queste derivate vi prego! Meno pubblicità fate a queste ciofeche (con tutto il rispetto per chi ci lavora), meglio è!

  • JackPulde

    “della famosa derivata di Ubuntu”… ma chi l’ha mai sentita? D:

    Comunque basta con queste derivate che non portano nulla di nuovo!
    Leggendo nell’articolo non c’è un cavolo di nuovo… nemmeno un programma! Incredibile… e poi domandatevi se software house importanti non prendono in considerazione il mondo linux… finché vedranno milioni di frammentazioni di derivate e DE…

    Tante volte mi chiedo se lo fanno a posta a fare un sacco di derivate…

    • Alessandro

      Sono semplicemente persone dall’ego smisurato che si esaltano dal solo essere autore di una distribuzione :/

      • LelixSuper

        Oppure sono persone che modificano la distro a loro piacere e la ripubblicano.

        • Alessandro

          Si ma, se mi permetti, per le quattro modifiche in croce che fanno, non c’è bisogno di creare una nuova distro. In fondo a installare un DE, Flash, Java, icone e altre fesserie ci metto 10 minuti.

          • LelixSuper

            Infatti quelle modifiche dovrebbero semplicemente essere caricare su qualche sito e punto.

          • Alessandro

            Esattamente. Proprio per questo almeno il 90% delle distro esistenti non ha senso di esistere.

    • tomberry

      Il bello è che esiste dal 2006… XD

    • Andrea

      Perché la software house importante, una volta creato il pacchetto per Ubuntu, cos’altro deve fare per essere eseguita di questa derivata?

      Ciao

      • JackPulde

        Ma questa non puoi chiamarla “derivata”… Cavolo.. hanno solo aggiunto programmi, codec, java e basta D: . Cose che puoi fare benissimo con le derivate ufficiali di Ubuntu .-.

  • EnricoD

    È la prima volta che la sento nominare xd

  • heron

    Non poteva che essere mate il DE di questa spin.
    (ulti-mate)

    • Brau

      PANARIELLO!!!!!

  • Hombre Maledicto

    La cosa divertente ma allo stesso tempo drammatica è vedere mate con software KDE, come nel primo screen. Niente contro mate, niente contro KDE… Assolutamente contro pastrocchi che mixano ambienti agli antipodi però. Spero che non si combini tale macello di default, ma sia piuttosto uno screenshot di qualche malcapitato.

    P.s. Davvero sono l’unico str*nzo che ne aveva già sentito parlare? Dire che uso Arch e di ubuntu e derivate mi interesso meno del minimo XD

    • Brau

      La usavo anche io qualche anno fa perché non avevo voglia di installarmi i programmi che qui sono già installati, però l’ho abbandonata perché c’era troppa roba dentro, veramente troppa ed integrata male, e, col senno di poi, mi sono accorto che ci mettevo molto meno ad installarmi solo i programmi che mi servivano piuttosto che togliere tutti gli altri, infatti ora sono su xubuntu pulito pulito, e in confonto ad ultimate scheggio che è una bellezza 🙂

    • ange98

      Ma come non mi dirai mica che tu non useresti mai Amarok su MATE, vero? 😀
      Se ci fosse stato solo K3b avrei anche capito, in fondo è la migliore soluzione per la masterizzazione, ma Amarok?

  • polifemino

    Lo username e password non sono corrette

    • sono quelle riportate dal forum ufficiale
      la password non c’è devi premere invio e basta

      • polifemino

        Ho provato sia con ultimate che con mate come username, lasciando il campo password vuoto ma non accede

        • polifemino

          Trovato l’arcano. Alla login bisogna cliccare sul pallino bianco e selezionare uno dei due D.M. (anche se mate è selezionato di default), inserire come username: ultimate e lasciare il campo password vuoto.

  • muradreis

    Ultimate edition si conosce da una vita. La sua peculiarità stava appunto nell’offrire, già installati, diversi ambienti desktop (da lì il “pastrocchio” dei software). Oggi mi sembra che la sua direzione sia andare verso una semplice “derivata di derivata”. Peccato

No more articles