Spotify ha scelto di passare da Debian ad Ubuntu Server 14.04 Trusty perché la distribuzione di Canonical offre un maggior supporto a lungo termine.

Brutto colpo per Debian, Spotify il famoso sito dedicato alla musica in straming ha deciso di abbandonare il sistema operativo universale per utilizzare Ubuntu nei propri server. La migrazione riguarda circa 5000 server che sono passati da Debian 7.0 Wheezy a Ubuntu Server 14.04 Trusty, passaggio che (oltre a non portare grossi problemi) garantisce un maggior supporto a lungo termine. Difatti sia la versione Server che desktop di Ubuntu LTS viene supportata per ben 5 anni, la versione stabile di Debian attualmente viene supportata per 3 anni, (anche se i developer del sistema operativo universale stanno già lavorando per aumentare il supporto da 3 a 5 anni).

Da notare inoltre che nei mesi scorsi i tecnici di Spotify avevano chiesto a gran voce a Debian di puntare su Systemd come gestore degli avvii, scelta poi confermata nei mesi successivi.

C’è da chiedersi se sia una scelta saggia passare da Debian Stabile ad Ubuntu soprattutto nei server dove si chiede soprattutto sicurezza affidabilità del sistema operativo..

  • Kryohi

    Ma dopo la 4.11 non doveva esserci la 5? E poi, dato che l’ultimo rilascio del 4.11 è previsto per il 2014, significa che si passerà a wayland tra più di un anno?

    • Alex L.

      La 5 è ancora molto lontana, si è detto che sarà caratterizzata da Qt5, Wayland e Plasma 2, e su questi fronti si è ancora in alto mare. Quando ci saranno novità su questi aspetti si inizierà a parlare di KDE 5, adesso non ha nessun senso, dobbiamo metterci in testa che in programma per ora ci sono solo 4.x, ci sarà la 4.12 e probabilmente la 4.13.

      • Kryohi

        Proprio ieri sulla community KDE di G+ uno sviluppatore ha detto che se continueranno a lavorare bene come hanno fatto a febbraio i primi rilasci instabili di Plasma 2 con Wayland e QT5 arriveranno entro quest’anno 😀

        • cerash

          speriamo… io mi sono letteralmente innnamorato di plasma…
          non vedo l’ora di averlo sui miei pc.

          ma chissà se su kubuntu ci sarà wayland o mir…

          • Alex L.

            Wayland al 100%, perché KWin non supporterà Mir e viceversa, e avere Kubuntu senza KWin e gli altri elementi principali di KDE non ha senso XD

          • cerash

            si, immagino… era una provocazione!!! ; )

        • Alex L.

          TI ricordi il nome dello sviluppatore? 🙂

          • Kryohi

            Proprio no… 🙁

  • Jacopo Ben Quatrini

    Beh magari spronerano gli sviluppatori di debian a integrare i 5 anni di LTS a tutte le stable. Sarebbe una gran cosa.

    • SGAB

      Già ma a differenza di ubuntu che ricompila le Debian instabili, Debian CREA patch ne verifica il funzionamento e poi pubblica, vuoi mettere un Server Debian con un Server ubuntu??? Debian è molto più sicura! Certo se venisse interrotto lo sviluppo di ubuntu magari gi sviluppatori Debian avrebbero pochi più sviluppatori e aumenterebbero il supporto, comunque Io li aggiorno i miei Server!
      In più ubuntu LTS è una ricompilazione di Debian Testing+Sid quindi molto peggio di debian stable.

      • Jacopo Ben Quatrini

        Ma guarda che sono a favore di Debian 😉 dicevo solo che non sarebbe male una debian stable LTS ( un po’ come stanno facendo ora con squeeze ufficiosamente ).
        Già adesso Debian è più sicura , immagina se viene anche supportata più a lungo.

        • SGAB

          Ma infatti Io sono a favore tuo, anche a me piacerebbe! Solo che sottolineavo che è molto difficile.

      • Fabio Da Ronta

        Si ma canonicale offre anche servizi di IT avanzati e consulenze ad-hoc.
        Spotify non solo ha migrato 5000 server, ma ha comprato servizi per 5000 server.

        • SGAB

          E allora perchè Ubuntu, tantisim distribuzioni offrono supporto e consulenza. E aggiungo che se l’amministratore del Server è bravo non ha bisogno di supporto.

          • Fabio Da Ronta

            Per 5000 Server HAI BISOGNO DI SUPPPORTO. Launchpad e Landscape e BZR sono ottimi strumenti. E poi hai bisogno di supporto anche morale, non sono mica 2.
            La soluzione offerta da canonical, parte da Launchpad e Bazar, e favorisce lo sviluppo e il testing del software, e poi Landscape aiuta tutto l’IT. Se vuoi stare su piattaforma Debian, Canonical è la migliore scelta.

          • SGAB

            Già ma non bisogna testare niente su un Server, se voglio stare su una piattaforma Debian la Debian Foundation è la migliore scelta, non Canonical dove mi si distrugge tutto, se denunci un attacco Hacker al tuo Server, perderai tantissimo tempo, meglio che non succeda. Non hai mostrato delle motivazioni sul perchè ubuntu sarebbe meglio, ma solo cretinate, bzr e launchpad migliorano la sicurezza in un Server? Non mi sembra possibile, i Server perfetti si fanno o con Debian o con Slackware, per ubuntu, suse, red hat o centos non c’è spazio. Posso capire che motivi con il supporto di Canonical (già ma non aiuta molto), ma che dici che è meglio di Debian dimostri solo ignoranza.

          • Kim Allamandola

            I server perfetti non credo esistano. Il supporto non è solo il contratto con Canonical è il fatto che tutti i pacchetti che ti servono li hai della versione che ti serve, se li compili non hai problemi, hai monitor, sistemi di deploy ecc pronti.

            Debian è comoda per il vecchio stile “installa&dimentica” di realtà piccole, oggi siamo in un mondo diverso.

          • SGAB

            ANCORA non esistono. Debian e Slackware ne sono la possibile base, e non ubuntu, che usa software instabile.

          • Kim Allamandola

            Trovavo più instabile FreeBSD e Solaris di Ubuntu, fai tu. Quanto al perfetti su un kernel come Linux puoi ottenere la perfezione? Su sw con vari problemi, OpenSSL per citare un caso recente, puoi fare “server” perfetti?

            Dimmi cos’è un server per te, per me è tutto ciò che serve per offrire un dato servizio.

          • SGAB

            so cosè un server. Citazione SGAB a Fabio Da Ronta:

            “Senti: abbiamo due idee diverse, continueremo per l’eternita a
            “litigare”, penso sia stupido continuare, si chiama democrazia e ce la
            volgiono togliere, ma con me non ci riusciranno! Finchè la terremo
            attiva reterà, dimostrimo che non ci si distrugge con la democrazia,
            daccordo almeno su questo?”

          • Kim Allamandola

            Certamente si 🙂

            cmq non intendevo dire che non sai cos’è un server ma domandare cosa intendi per server, questo perché anche se il sw open è mediamente di qualità superiore a quello closed ci sono pacchi di cose “imperfette” => come puoi avere qualcosa di perfetto?

          • SGAB

            La perfezione (almeno per me) non è una cosa suprema che raggiunge il massimo impossibile e indistruttibile, ma bensì qualcosa di superiore agli altri, non è perfetto un corridore che corre alla velocità del suono, ma è perfetto se supera tutti gli altri. Guarda gli heartbleed. Pace.

          • Fabio Da Ronta

            Vedi che non hai capito.
            Canonical offre soluzioni commerciali che ti semplificano lo sviluppo e la gestione dell’IT.
            Bzr, landscape e lauchpad fanno risparmiare molto tempo, quindi molti soldi. Senza contare poi l’engineering on demand di canonical.
            Sulla frase “non hai bisogno di testare niente” ..qui si vede la tua ignoranza.
            Non so te, ma sul server di sviluppo ho una serie di script che mi fanno unit test e analisi del codice. Addirittura ho un server dove faccio test di sicurezza di applicazioni web. Per un server di produzione ho almeno un server di testing. (Tutto virtualizzato)

          • SGAB

            Anche Io ho un Server per tutto! Solo che in un Server Spotify non puoi testare del software.

          • Fabio Da Ronta

            E vanno subito in produzione secondo te? Il client di spotify non sara soggetto ad analisi di codice?
            Un server è colui che eroga servizi, non è soltanto l’interfaccia verso il www.

          • SGAB

            Senti: abbiamo due idee diverse, continueremo per l’eternita a “litigare”, penso sia stupido continuare, si chiama democrazia e ce la volgiono togliere, ma con me non ci riusciranno! Finchè la terremo attiva reterà, dimostrimo che non ci si distrugge con la democrazia, daccordo almeno su questo?

          • Fabio Da Ronta

            Vada per le opinioni diverse, pace e bene bro!

      • loki

        ah perchè ubuntu non crea patch? ma che stai dicendo? comunque quando esce una debian stable, la “corrispondente” (come versione dei pacchetti) ubuntu lts ha già fatto circa un anno di rodaggio, altro che meno stabile

        • tomberry

          Vero Loki, però ricordiamo che la lts esce con qualche problema risolto in seguito, debian stable esce funzionante fin da subito..

        • SGAB

          Stai cercando di dire che ubuntu lts è più stabile e adatta a Server di Debian Stable?!?!?!?!?!? Ahahahahah!!! Certo, è ubuntu crea ptch!!! Ahahahah! Mi puoi far ridere un altro pò, perfavore?

          • Kim Allamandola

            Ubuntu è più adatta ai server moderni per l’integrazione ed il supporto che offre.

            Tieni presente che non siamo più nel mondo dell'”installa&dimentica”, siamo nel mondo dell’infrastructure as code, di sviluppo ed operations che si sovrappongono.

  • Rick Pazuzu

    Speriamo mo facciano anche un client linux che non faccia schifo come quello attuale

    • SGAB

      Col tempo passa tutto.

      • Rick Pazuzu

        I bug non credo :-/

        • SGAB

          No, ma nl tempo sviluppano, e i bug si risolvono.

  • Massimiliano Schettino

    “C’è da chiedersi se sia una scelta saggia passare da Debian Stabile ad Ubuntu soprattutto nei server dove si chiede soprattutto sicurezza affidabilità del sistema operativo..”. La versione server non si porta dietro unity/compiz e tanta roba che rendono quella desktop “non stabile” eh…

    • Guest

      la versione server non ha interfaccia grafica ed è molto stabile

  • pierin

    anni… se domani microsoftz gli dà 10 di supporto si buttan su winzozz ?
    qualità, non quantità !

    • colpp

      non direi.. loro lo vogliono gratis e basta, se no passerebbero a red hat o suse, che ti danno 10 anni.. Ma il mercato di ubuntu è questo: webserver autogestiti (lo sa fare pure un bimbo) e di conseguenza zero fatturazione, zero incassi, zero ritorni..
      Infatti canonical non guadagna un dollaro

      • Kim Allamandola

        Google si dice le dia per il supporto qualche decina di milioncini l’anno… E come tanti i giganti con quel che sviluppano contribuiscono alla community.

        Uno dei più grossi problemi dell’opensource sono proprio i semi-power-user domestici che non conoscono l’opensource realmente né il mondo IT professionale e sparano castronerie una dietro l’altra.

      • Simone

        Veramente Canonical guadagna quasi esclusivamente vendendo supporto, assistenze e consulenze alle imprese che impiegano Ubuntu Server, e si parla di qualche decina di mln di $ annui…non penserai davvero che una multinazionale con 5000 server possa farli gestire a 4 addetti interni senza un contratto di ferro con il provider, vero???

  • asd

    Bah quando hai 5000 server da far girare potresti anche farti la tua distro ottimizzata. Si sta meno che switchare o chiedere a gran voce systemd. Se i loro sysadmins sono allo stesso livello di chi ha fatto il client web (pulito ma abbastanza beta quality), comunque, il loro comportamento non mi stupisce.

    • Kim Allamandola

      Ahem sai quanto lavoro richiede una distro? NESSUNA azienda pur gigante può farsi una distro in casa raggiungendo il livello di qualità delle distro “pubbliche”, Google inclusa.

      In un’azienda ti servono soluzioni precotte ben fatte con sistemi di deploy efficienti. Ubuntu+cobbler+ansible+$MonitorCheTiPiace+… è quanto di meglio sulla piazza oggi.

      • alex

        ma sbaglio o Google utilizza una distro modificata nei suoi laboratori? ora non ricordo il nome…

        • Kim Allamandola

          Usa una Ubuntu modificata. Ma non è una distro sua è una serie di personalizzazioni di una distro già pronta.

      • Ermy_sti

        Si può si può la VW per cui ho lavorato per anni ha sempre avuto server unix personalizzati…basta pagare..tutti si può avere cmq si parla di server risalenti a prima della creazione di linux

        • Kim Allamandola

          Un conto è PERSONALIZZARE una distro già pronta, un altro è FARE una distro in casa. C’è un’enorme differenza.

          • Ermy_sti

            no no loro si sono fatti programmare solo per loro una distro per magazzino unix e un software per windows per la gestione clienti entrambi scritti da 0 per loro da un azienda tedesca di software

      • asd

        Una distro richiede lavoro perche’ hai tot utenti piu’ o meno esperti, piu’ o meno stranieri, con tot hardware differente che vogliono usare tot pacchetti. Non mi sembra il caso di spotify. Infatti ho detto ottimizzata.

        • Kim Allamandola

          Una distro richiede lavoro IMMANE per tener aggiornato il sistema di pacchettizzazione con millemila progetti diversi, con interdipendenze varie e policy di release personali. Non è solo questione di scegliere che moduli compilare nel kernel. Non ne parliamo poi per gli update di sicurezza.

    • SGAB

      Con la clonazione fai prima.

  • LelixSuper

    Secondo me non è un grande problema, l’importante è che non passino a Winzozz od a Mac!

    • Ocelot

      Server = Linux, non c’è pericolo per questo.

      • Gigi

        Non mi risulta: statisticamente parlando (sicuramente per la maggiore diffusione) i server Linux sono i più attaccati

        • LelixSuper

          Che tipo di attacchi?

          • JackPulde

            per esempio DDoS…

          • LelixSuper

            Ma quelli li fai anche su Winzozz xD

          • Simone

            SOPRATTUTTO, non anche…

          • TopoRuggente

            I DDoS (la o di of è minuscola) non sono OS specifici, ma service specifici.

        • TopoRuggente

          Credo che intenda “non c’è pericolo” nel senso di “È una equazione ormai fissa”.

          • Matteo

            Ci credo anche io a questa formula (che per il momento rimane balocca). Tuttavia aspetto a cantare vittoria fino a che non toglieranno di mezzo java, php e perl con le loro famose vulnerabilità mai sistemate per la gioia di chi piace giocarci.

        • Simone

          Sono i più attaccati perché, statisticamente, sono la stragrande maggioranza. Ci vuol fortuna ad incappare in un server MS (dal punto di vista del pirata, intendo).

    • JackPulde

      Tranquillo ;)! La stessa Microsoft, per esempio, utilizza server linux ;)… ed Apple non pensa ai server…

      • Gigi

        In quale ambito? non lo sapevo

        • JackPulde

          Se intendi Apple… Non so se è da un po’ che pensa anche ai server… Ma è nata (ed è stata la prima) per creare un personal computer da usare in casa o a livello professionale. Per tutto il resto (server) c’è linux xD

          • Gigi

            Beh in verità Apple ha pensato anche alla versione server, ma non ha avuto molto successo se no sarebbe la rovina totale della società. Linux batte tutto e tutti in numeri, stra-confermato. Microsoft invece sopravvive ancora per imprese di grosso calibro che hanno i soldi e sfruttano soluzioni sviluppate internamente… ci ho lavorato – I server Microsoft esistono e come, sono diffusi e come, con environment abbastanza tosti e seri.
            Ma che ms sfruttasse anche qualche server Linux non lo avevo ancora visto. Ci sono alcuni plug-in per firefox che ti permettono di leggere gli header e carpire cosi quale server gira sotto.

          • Simone

            MS server viaggia più forte nell’industria manufatturiera privata che nella fornitura di servizi e nei server online. Addirittura ci sono grosse aziende che hanno il server offline MS e quello Linux online che fornisce il servizio all’altro…

          • SGAB

            Io la voro solo con Server GNU/Linux e vorrei imparare BSD. Tutti quelli che usano winZoz server (a roma perchè non mi ci hanno mai chiamato per winzoz servver), sono Serve fattti male e da gente che non se ne intende (es Zard Media Group) i teatri (come il brancaccio) usano Server GNU/Linux. Forse Mediolanum usa winzoz server ma sinceramente non me ne frega niente (Mediolanum la usano solo i berlusconi-fans, e non è una banca con tanti clienti.

          • Lode

            Ma per piacere … uso e sostengo linux ma conosco mega multinazionali di persona che usano SOLO server windows e neanche un server linux… su reti intercontinentali di migliari di server ( Europa / Asia / America ) e che subiscono continui penetration test pagati all esterno con certificazione , continui test di business continuity etc. Che TU usi solo Linux …. ok va bene , ottimo ma non cercare di spacciarlo per il mondo . Tu sei tu e gli altri gli altri .. di server windows ce ne sono a bizzeffe ..

  • ekerazha

    Ubuntu Server LTS ha un ciclo di release e di supporto ben definito, una nuova LTS ogni 2 anni che viene supportata per 5 anni. Debian ha invece ciclo molto più “fantasioso” e non permette lo stesso livello di pianificazione. Scelta condivisibile.

    • Simone

      Ecco. Questa motivazione è più intuibile e logica. Ho letto una valanga di minch….te fino a qui.
      Basta con questo odio-buntu. Ubuntu server non è come il desktop.

  • il_maggiordomo_invisibile

    ma questi signori versano una quota guadagni x la comunita’ debian/ubuntu e al mondo opensource o si prendono solo il meglio per la loro infrastruttura software. non ne parlano mai.. boh.

    • JackPulde

      Spotify paga Canonical il supporto adesso che è passato ad Ubuntu Server… Non ne parlano mai perchè, dato che è un servizio di musica in streaming, cosa interessa ai clienti di che sistema operativo usino nei server (o anche nei client)?

  • Ermy_sti

    è vero che più supporto costa meno di manutenzione ma a questo punto potevano passare a centos

    • Kim Allamandola

      Hai mai provato seriamente a confrontare Red Hat (un mare di bug e defaults assurdi) con Ubuntu? Red Hat fa un gran lavoro di sviluppo ma quanto a integrazione perde miseramente davanti a Debian come a Ubuntu.

      IMO il solo motivo per cui RH continua ad essere nominato di tanto in tanto è che ha commerciali attivi…

      • TopoRuggente

        Verissimo è per quello che RH vive principalmente in ambiente server farm, perchè ha i commerciali attivi.

        Ma … per favore, non siamo ridicoli.

        • SGAB

          È uno di quelli che pensano che ubuntu sia più stabile di Debian.

          • Kim Allamandola

            Ubuntu è più INTEGRATO ed integrabile di ogni altra distro è questo il primo motivo del suo successo: la pappa pronta SERVE.

            Circa l’uso di RH OVH, Aruba ecc non ti piacciono come esempio?

          • SGAB

            Perchè Debian non dà pappa pronta?

          • Kim Allamandola

            Non nella mia esperienza, allo stesso modo non dà tutte le “limature” che dà Ubuntu Server.

          • SGAB

            Non è ne integrato ne integrabile, quella che dici tu si chiama Debian.

      • Ermy_sti

        Guarda che redhat/centos è più stabile di ubuntu lts..solo per il.fatto che ha pacchetti più vecchi e mantenuti fisiologicamente è più stabile (es.postfix) ubuntu invece ha pacchetti più recenti quindi presumibilmente migliori ma con possibili bug (anche se non è detto). Inoltre ubuntu è comodo perché ha già molti pacchetti esterni precompilati già pronti che ad un sistemista aiutano parecchio soprattutto quando costi 70€ all ora fare un preventivo più basso aiuta…invece centos ha dei tools preinstallati che aiutano nella gestione del server…insomma alla fine sono estremamente diversi da loro

        • Kim Allamandola

          Se è per ridurre l’impegno quel che conta è l’automazione, il problema di RH&derivate sono le valanghe di bug e i defaults “poco in linea” col mondo attuale…

          • Ermy_sti

            Non riesco a capire di cosa stai parlando

      • Simone Picciau

        Ma quale miseramente, in ambito enterprise redhat è leader… Ci sarà un motivo…

        • Simone

          Perché in ambito ingegneria sono il top, contesi solo da Novell, ma per il lato server e per quel che riguarda l’integrazione con altri sistemi, per carità…

        • Kim Allamandola

          A me non risulta, ed è il mio settore… Era leader molto tempo fa, il vento è cambiato da almeno 5 anni…

          • Simone Picciau

            debian è più usata di redhat al momento?

    • Simone Picciau

      Si infatti la 7 è appena stata rilasciata e offre 10 anni di supporto se non ricordo male

  • carlo coppa

    Hanno fatto benissimo, Ubuntu garantisce 5anni di supporto ed è un sistema stabile, non capisco perchè dovrebbe essere meno sicuro di Debian, tantissime aziende anche importanti lo utilizzano, non facciamo i soliti linuxari war-distro !

  • AleMacLinux

    Leggendo l’articolo sembra che ubuntu non sia stabile…secondo me han fatto un’ottima scelta! Ubuntu, in 7 anni che lo uso, miè andato in crash solo 2 volte,solamente perché stavo smanettando con ALSA e registrazioni audio.
    Dai dai va più che bene!!!più supporto…e meno rotture di re installazione del sistema sui server.
    Grandi quelli di Spotify

    • Simone

      Prevedo una shitstorm da parte dei Canonical haters…ti conviene andare a rifugiarti a Gaza che stai più tranquillo…

      • SGAB

        Canonical è al livello di Microsoft.

        • Simone

          Canonical ha abbattuto le torri gemelle. Chi rilancia?

          • SGAB

            E non solo, ha distrutto delle torri del paese natale di Halkaida. Distrutto dei pezzi della muraglia cinese e un pezzo del colosseo (voleva distruggere tutti questi monumenti ma non ci è riuscito perchè ho litigato con i floppy disk e sono scomparsi dai nuovi computer.

          • Simone

            Ho sentito dire che hanno creato l’ebola in laboratorio usando Ubuntu…

          • SGAB

            È vero, si chiama UEbola release 14.04 trusty ebola, download desktop:
            nsa.canonical.com/download/uebola/desktop
            download server:
            nsa.canonical.com/download/uebola/server
            oppure compra i DVD nelo store:
            nsa.canonical.com/store
            😀

          • Simone

            Ti hanno cassato il post!

          • SGAB

            Che significa?

          • Simone

            Te l’han censurato, sarà stato per i link alla NSA-Canonical!

          • SGAB

            Io lo vedo.

    • SGAB

      Debian sarebbe stato più adatta. Come dicevi meno re-installazioni.

  • Simone Picciau

    Bah hanno esteso il supporto di squeeze, niente fa pensare che non lo facciano anche per wheezy. Tuttavia niente di male, ubuntu 14.04 è un buon sistema LTS

  • Simone

    Sinceramente penso che anche 5 anni di supporto siano pocheti: nel mondo dell’open source, dove spesso bazzicano istituti scolastici con macchine preistoriche direi che certe distro dovrebbero esser supportate almeno 7/10 anni…

  • Gerry

    “Dovrebbero qui, dovrebberlo là…bla bla bla”??? Avranno fatto le loro considerazioni dopo aver testato i sistemi. Se hanno scelto di passare ad Ubuntu Server, lo avranno fatto a ragion veduta. Tutto il resto, tra cui il finale dell’articolo, sembra solo buttato lì per scatenare il solito flame degli Ubuntu haters (e generare traffico sul blog, vero Roberto?). 😉

  • Ma perchè litigate tra di voi, alla fine tutti noi condividiamo lo stesso pensiero W Linux 😉

  • Simone

    Alla base di cambiamenti infrastrutturali come questi c’è il soldo. Come?
    Già, ne dico una. Lasciare il supporto a launchpad e togliere il supporto interno.
    Riduzione dei costi ad impatto minimo sul servizio è ciò che va di moda ora.
    Ubuntu non sarà di sicuro meglio di Debian, ma alla fine per 5000 server, chiavi in mano, forse si.
    E chi se ne frega se crasha (e poi magari non crasherà mai). Intanto si risparmia.
    Mi dispiace, non mi piace questo mondo ma purtroppo il mondo sta andando in questa direzione.

No more articles