In questo articolo andremo ad analizzare quanto traffico dati consuma Spotify in maniera tale da evitare da evitare di consumare tutti i mb di internet mobile disponibili quotidianamente o mensilmente.

Spotify
Spotify è un servizio web che ci consente di riprodurre al meglio i nostri brani musicali preferiti in streaming sia dal nostro pc che da device mobile. Utilizzato da milioni di utenti ogni giorno, Spotify richiede una connessione internet attiva per funzionare, se utilizziamo il servizio con una connessione flat non avremo problemi ad utilizzarlo mentre dovremo fare attenzione ad usarlo soprattutto se abbiamo una connessione internet mobile a volume di dati. Molti utenti che utilizzano Spotify si sono chiesti quanto traffico dati consuma l’applicazione e come fare per prevenire di non superare la soglia giornaliera o mensile disponibile nel nostro piano tariffario.

Per prima cosa dovremo vedere quanti MB consuma un’ora di utilizzo di Spotify, nella qualità “normale” il client richiede circa 43 MB di traffico dati ogni ora (96 kbps) quindi basta poco più di 2 ore per consumare 100 MB di traffico dati soglia fornita in diversi piani internet mobile.
La modalità “Alta Qualità” richiede circa 72 MB ogni ora (160 kbps) mentre se abbiamo un’account Spotify Premium possiamo utilizzare la modalità “Qualità Massima” che richiede ben 144 MB ogni ora (320 kbps).

Per verificare la qualità audio di Spotify basta semplicemente accedere alle impostazioni del client come da immagine sotto.

Spotify su Android - Qualità Musica

Per evitare brutte sorprese possiamo terminare la connessione prima di superare la soglia giornaliera o mensile, per gli utilizza il client Spotify su pc Linux basta utilizzare NTM – Network Traffic Monitor mentre se usiamo Android possiamo utilizzare 3G Watchdog o applicazioni simili.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare la sezione dedicata dal FAQ di Spotify.

  • -.-

    mai capirò il senso di usare applicazioni in streaming su cellulare. La buona vecchia schedina SD resta imbattibile per la musica.

    • Andrea

      a casa in wifi ti colleghi il cell allo stereo…..senza star li ad accendere pc ecc….a fare collegamenti

    • Blade

      Il buon Google Play Music, prima di uscire ti salvi offline le canzoni che vuoi sentire e via

    • azurehus

      Il principio è lo stesso del cloud, anzichè avere foto e documenti però, hai solo musica, che cmq, potrai utilizzare su dispositivi diversi, anche quello di amici al quale vorrai condividere playlist e album che solitamente ascolti solo tu. La versione Premium, com’è stato detto anche sopra, ti permette anche di scaricare ( mp3 a 320 kb ) musica che invece non possiedi ancora, un pò come si fà anche su Itunes. Scarichi, converti e masterizzi quindi non solo streaming !!

    • alex

      1 – non devi stare li a prepararti prima la musica che ti serve;
      2 – per quante ne carichi poi vorrai sempre ascoltare una di quelle che non hai dietro;
      3 – hai un catalogo enorme, con anche molte cose sconosciute che ti possono far conoscere nuovi gruppi ecc…

      • LelixSuper

        Una volta non eri te a conoscere nuovi gruppi? O ora sono servizi come spotify che ci sostituiscono? Non basta la solita parlata tra amici per la musica?

    • Fighi Blue

      per chi ha poco spazio e non ha una scheda sd. Prendi i nexus, io ho 15 GB di musica e un telefono con 16 gb di memoria interna, come faccio? O uso un otg oppure se ho internet sul telefono posso usare spotify

  • delaroche

    Se uno in casa ha il wi-fi, con la modalità “offline” si può comodamente scaricare sia gli album che le proprie playlist , anche in alta qualità. Così quando sei in giro usi meno dati.

    • ma devi avere un account premium….

      • delaroche

        Beh, sì, ovvio. Lo davo per scontato visto l’articolo. Anche perché senza l’account premium l’applicazione per android è veramente inutile visto che ti fa sentire quello che gli pare a lui.

        • per scontato darei il fatto che chi ha il premium scarica e ascolta offline quando non è a casa e quindi non ha la wifi…penso sia rivolto a chi usa internet per usarlo fuori casa

          • delaroche

            Beh, intendevo che se so di dover fare un viaggio in treno di tipo un paio d’ore, e ho in mente più o meno cosa mi andrà di ascoltare, mi scarico quei 2-3 album prima di uscire. Così risparmio una tonnellata di dati.

  • ale

    Io uso ancora la radio FM;)

    • Antonino

      se provi spotify non ti ricordi nemmeno cosa è la radio

      • alex

        Concordo, e ancora meglio Pandora che però da noi non c’è (salvo proxy, ecc…. )

  • ziltoid

    Anche se bisogna andare di proxy, consiglio a tutti di provare anche Xiami, la risposta cinese a Spotify. Vi ho trovato album (occidentali) che altrove erano introvabili.

    • alex

      Inutile confrontare un servizio in regola come Spotify con un analogo Cinese che può fare quello che vuole…

      • ziltoid

        Beh se sia in regola o meno non ne ho idea; se non fosse per l’ostacolo della lingua, si direbbe un servizio di tutto rispetto.

  • LelixSuper

    Ecco perchè preferisco scaricarmi la musica ed ascoltarmela poi con VLC per Android :3

No more articles