Ecco come installare in Ubuntu e derivate il nuovo pf-kernel 3.15 attraverso i nuovi pacchetti forniti da big-bum.uni.cx.

pf-kernel
Da circa un mese è stato rilasciato il nuovo Kernel Linux 3.15.x.,aggiornamento che porta con se importanti novità come ad esempio le migliorie per il supporto riguardante Uefi Secure Boot e nuovi pc portatili prodotti da Sony, Toshiba e Lenovo.
Kernel Linux 3.15 include anche il supporto per le nuove GPU Nvidia Maxwell, migliorie GPU AMD e Intel e il supporto per molte nuove periferiche e moduli Wireless, Bluetooth, Internet Key ecc. Possiamo finalmente installare in Ubuntu e derivate il nuovo pf-kernel 3.15, versione che include scheduler di Con Kolivas, le ottimizzazioni “BFQ” (Budget Fair Queueing), TuxOnIce, ecc.

Da pochi giorni sono disponibili i nuovi pacchetti per Ubuntu e derivate (dovrebbero in teoria funzionare anche in Debian) del nuovo pf-kernel 3.15 versione con coniuga tutte le migliorie introdotte nel nuovo Kernel 3.15 Stabile con le varie patch del progetto pf-kernel.

– Installare pf-kernel 3.15

Installare pf-kernel 3.15 in Ubuntu è derivate è molto semplice basta scaricare i due pacchetti deb ed installarli nella nostra distribuzione, al riavvio avremo già attivo il nuovo Kernel ottimizzato.

Per Ubuntu e derivate 32 BIT

cd /tmp
wget ftp://big-bum.uni.cx/pf-kernel/i386/linux-headers-3.15.0-pf2+_3.15.0-pf2+-10.00.Custom_i386.deb
wget ftp://big-bum.uni.cx/pf-kernel/i386/linux-image-3.15.0-pf2+_3.15.0-pf2+-10.00.Custom_i386.deb
sudo dpkg -i *.deb
sudo reboot

Per Ubuntu e derivate 64 BIT

cd /tmp
wget ftp://big-bum.uni.cx/pf-kernel/amd64/linux-headers-3.15.0-pf2+_3.15.0-pf2+-10.00.Custom_amd64.deb
wget ftp://big-bum.uni.cx/pf-kernel/amd64/linux-image-3.15.0-pf2+_3.15.0-pf2+-10.00.Custom_amd64.deb
sudo dpkg -i *.deb
sudo reboot

Al riavvio avremo il nuovo pf-kernel 3.15, possiamo verificarlo digitando da terminale uname -r

In caso di problemi o altro possiamo rimuovere il Kernel e riutilizzare il Kernel di default, basta riavviare e all’avvio tener premuto il tasto shift per avviare il bootloader GRUB. Selezioniamo le opzioni avanzate e avviamo il Kernel di default una volta avviato basta avviare il terminale e digitare:

sudo apt-get purge linux.image-3.15-pf+-*
sudo update-grub

e riavviamo.

Ringrazio R. per la segnalazione.

Home pf-kernel

  • Sarò cinico ma non credo che i giochi o steam & co. portino con loro nuovi utenti a Linux.

    • Io invece credo che sarà solo questione di tempo, ho motivo di credere che gli utenti Linux aumenteranno.

      Molto probabilmente vedremo altri miglioramenti prima della fine dell’anno.

      • Ma vedi, i giochi e software-house li trovo sia in win che in mac. Quindi la domanda da porsi è: perché un utente win/mac deve cambiare OS se nel medesimo trovo lo stesso gioco e spesso anche prima che in Linux?
        Ovvio che io sto parlando di giochi, non sto tirando in ballo la stragrande forza commerciale di Gate.

        • Sì sì, ho capito quello che vuoi dire.

          Beh, comincio subito a dirti che l’etica del software Open sta piacendo sempre di più a molte persone, calcola che molti si sono scocciati di Windows, quindi già quello è un punto a favore.

          Poi col fatto che non ci sono costi di licenza e il livello di sicurezza su Linux è molto più alto c’è senza dubbio una maggiore richiesta nell’usare software Open.

          Ho molti clienti che hanno abbandonato Windows definitivamente e che hanno migrato a Linux, quindi sono cose che vedo tutti i giorni.

          • Qui esce tutto il mio cinismo…ti prego di scusarmi. :p
            Secondo me non è un discorso di etica ma di costi. Lavorando per molto tempo in un forum ddl ho capito che a fronte di 1 cent/euro di spesa e il gratis, la gente si
            volta verso il gratis. Quindi, se io vendo ”assistenza pc” (e a me piace tanto la filosofia opensource) posso promuovere l’ opensource, faccio installazioni Gnu/Linux, offro una macchina funzionante etc etc, faccio risparmiare quei euro/licenza… Ovvio che l’ opensource può piacere all’ untente che dovrà solo prendere mano con il nuovo OS.
            In parole povere, l’ utente cambia se vede un vantaggio che potrebbe essere economico oppure – ritornando al tema ”utenti, giochi in linux” – la presenza di titoli che in altri servizi/OS non trova. Ma non per etica, questo no. :/
            Credo invece che a beneficiare di Steam & Co. saranno le console con base Linux

          • Beh, posso solo risponderti che saranno i successivi mesi a dare la migliore risposta. Per il momento posso solo attestare quello che vedo.

          • asd

            C’e’ convergenza tra etica e vantaggio a lungo termine.
            Piu’ controllo nelle tue mani= meno possibilità di prendere fregature da parte degli avvoltoi (che sembrano prevalere nell’ambito delle grosse aziende a scapito degli imprenditori vecchio stampo, che all’azienda ci tenevano per i prodotti che faceva, non per quanto incassava nel trimestre)

        • Peter

          Perchè fino ad ora linux è stato visto così, il reo satana per i giochi.
          Se consideri che tutti gli adolescenti (giocatori) si avvicinano a windows per questo motivo, basta dargli un’alternativa, valida, free e del tempo, e vedrai che la percentuale di utenti che usano linux cambierà magicamente 😉

          Naturale è se consideri quelli che oramai sono abituati a win, che non cambieranno per nulla al mondo, o a meno che non vedono un vantaggio in qualcosa!

    • Claudio De Tommasi

      Concordo 🙂
      Se ho steam su Windows, non mi passo a Linux per Steam. Semmai può far dimenticare ad alcuni utenti il dual-boot con Win usato solo per tenerci i giochi 🙂

  • Windows sarà sempre primo, purtroppo.

    • Hehe si diceva la stessa cosa di Internet Explorer 4 o 5 anni fa 😉

      • Ma la differenza tra Internet explorer e gli altri non era così netta. Poi scaricare un altro browser non è la stessa cosa di scaricare e installare un nuovo sistema operativo…

    • Peter

      Invece io credo di no, solo che si deve aspettare ancora un pò di tempo, l’effetto è a lungo termine… altro aspetto che si deve ben valutare è il discorso dei laboratori ed aule di studio di università e tecnici e vedrai che bel cambiamento! 😉
      Ecco perchè windows sarà sempre primo, siamo fissati che questo sistema sia il migliore solo perchè lo troviamo in questi posti, così lobotomizzano anche l’utente più sporadico che usa il computer!

      • Io non lo considero il migliore, anzi, ritengo che sia il peggiore…

  • fandangozx

    Io adoro Linux proprio perché non ha i giochi, sarà che odio i giochi con il PC, se si vuole giocare molto neglio una consolle, costa meno ed ha più performancezzz 🙂

    • Nicola

      quoto!

    • Giacomo Baiamonte

      insomma…a patto di spendere delle belle cifre e di essere disposti a rinnovare il proprio hardware abbastanza frequentemente, l’esperienza di gioco in un PC è molto diversa (in meglio) rispetto a quella su console. Se poi intendi che, ai fini dell’apprezzamento di un titolo, non ti importa che il gioco giri a dettagli ultra, con risoluzione 1080p, con tutti i filtri attivati e a 60fps costanti, allora sono perfettamente d’accordo con te e preferisco giocare comodamente (e più economicamente) su console. Ma obiettivamente, le due esperienze sono piuttosto diverse

  • Mirco Zorzo

    Oggettivamente percentuali trascurabili, lo dico da utilizzatore Linux, e tenuto di ciò, la qualità del s.o. non è male.

    Ciao, Mirco

  • Nicola

    Gli ultimi saranno i primi……

  • Simone Picciau

    Beh io credo che Linux resta il mio sistema preferito ma non mi importa di vederlo al primo posto… Basta che piaccia a me

  • linuxaro987

    meglio rimanere bassi in % !!! meglio !!!

  • MatteoCafi

    Secondo Statcounter, in un anno Linux è passato da 0,83% a 0,98%.

  • Claudio

    Miglioramenti? Finche la guerra fra sviluppatori sara limitata a chi lancia il piu scintillante D.E che scimmiottano e copiano le grafiche di Apple e i tablet Android, l’immissione di cloni di distro a iosa, trascurando i software seri, e delle ancora mancanze ed imperfezzioni che GNU/Linux e afflitta.
    Curando queste ultime si fa crescere ed avanzare un O.S.

  • dino

    ma di tutto quel windows… quanti hanno le licenze?

    • Ottima domanda, io purtroppo Windows lo devo ancora usare per via di alcuni software nativi indispensabili per il mio lavoro.

      Ma in dual boot non manca di certo una distribuzione.

      Tuttavia sono fiero di avere tutte le licenze regolari, anche se non nascondo che ho dovuto fare degli sforzi per essere in regola con le licenze, e anche questo fattore mi fa sentire il peso della cattiva politica del software closed.

      Ma il software Open non mi manca su Windows, visto che ho eliminato da diverso tempo Microsoft Office a favore di LibreOffice.

      In più uso Invoicex per la contabilità e fatturazione, visto che la versione base è gratuita ed è software Open.

      Poi ho levato Illustrator da molto tempo rimpiazzandolo con Inkscape.

      Purtroppo però Photoshop è insostituibile, così come Dreamweaver, anche se quest’ultimo lo uso di meno perché lavoro per il 90% su WordPress.

      Photoshop in campo professionale è assolutamente indispensabile e anche la licenza di quest’ultimo è regolare.

    • Su questa hai vinto.

  • ienuz12

    Questi non sono dati attendibili. Se lo fossero non si spiegherebbe il perche’ la piattaforma Android risulti stranamente meno diffusa di quella IOS. Certamente Linux desktop non e’ ancora arrivato alle masse e probabilmente ci pensera’ Google con il suo Android 5.0 a fare la parte del leone. Ma penso che comunque Ubuntu abbia ormai ottime chances di farsi strada assieme alla stessa Google. La strategia Canonical sembra ormai inequivocabile, passare cioe’ anche per quanto riguarda la versione desktop a Surface Flinger per portare la tanto agoniata convergenza tra sistemi mobili e desktop. A mio avviso tra appena un anno ne vedremo veramente delle belle. Nel frattempo Windows, goditi gli ultimi mesi di un successo mai meritato.
    http://ubuntuone.com/1e3GO4SdVwX7ks57alhSlh
    Come potrete notare da queste statistiche, IOS risulta nettamente in vantaggio, quando si sa perfettamente che Android detiene il 70% di tutto il mercato. Strano, no?!
    Altra cosa, guardando i dati sui browsers (sempre su Networkmarketshare) si evince che il browser dominante dovrebbe essere nettamente Internet Explorer, quando la guerra e’ ormai serrata tra Chrome e IE che riescono a pareggiare i conti ultimamente.
    Aggiungo inoltre che tra tutti i dispositivi mobili e non mobili la quota di vendita del 2012 dei prodotti Microsoft e’ passata ad un misero 20%.
    Tutti dati che dovrebbero fare riflettere Microsoft e che e’ solo il preludio di un crollo che avverra’ solo nel 2014.

  • ienuz12

    Doppione

  • Albino Rossi

    linux semplicemente il migliore

  • ienuz12

    Doppione

  • @ienuz12:disqus, si però uno lo dovevi lasciare. LOL

  • Fabio

    Non so, trovo che spesso l’utilizzo di un nuovo kernel precompilato da terzi è causa più di guai che altro, per cui è un’operazione da fare solo in presenza di validi motivi (ad es. problemi hardware irrisolvibili in altri modi tipo l’utilizzo di kernel più recenti dei backports ufficiali della propria distro) e soprattutto ricorderei agli utenti inesperti di non procedere MAI alla immediata rimozione dei vecchi kernel (che fastidio vi danno?).
    Ciao

    • Drumsal

      Occupano parecchio spazio. Una volta che il nuovo kernel l’ho provato, diciamo per una settimana, io di solito rimuovo il vecchio. Le mie partizioni root non sono mai grandissime, in genere 10 GB

    • lucia

      io con un asus k52jt con scheda ati e unico modo per avere temperature e autonomia accettabile e usare kernel pf e ck,con xubuntu arrivavo a 88 gradi in navigazione,mentre con questi sono a 50-60 massimo
      p.s.grazie a roberto per le guide semplici da un po di mesi:)

  • HaraldZimer

    da correggere questa:

    sudo apt-get purge linux.image-3.15-pf+-*

    con

    sudo apt-get purge linux.image-3.15.0-pf+-*

No more articles