Vi presentiamo OpenSCAD, software CAD open specifico per la creazione di oggetti solidi 3D disponibile per Linux, Microsoft Windows e Mac.

OpenSCAD
Nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux troviamo diversi software dedicate al disegno tecnico CAD, tra questi anche OpenSCAD. OpenSCAD è un software multi-piattaforma (rilasciato con licenza GPL) dedicato alla creazione di modelli solidi 3D utilizzata principalmente per la creazione di parti meccaniche e non per la creazione di animazioni ecc come accade ad esempio in Blender. Basato su librerie Qt4, OpenCSG e OpenGL (per il rendering utilizza CGAL) e consente di estrudere forme da file 2D AutoCAD DXF e di esportare il tutto in vari formati come ad esempio STL e Open Font Format (OFF).

Possiamo installare facilmente OpenSCAD nella nostra distribuzione Linux attraverso i repository ufficiali basta digitare da terminale:

Per Debian, Ubuntu e derivate:

sudo apt-get install openscad

Per Fedora

sudo yum install openscad

Per Arch Linux e derivate:

sudo pacman -S openscad

Possiamo inoltre installare la versione aggiornata di OpenSCAD scaricando la versione per Linux da questa pagina, una volta estratto il file tar.gz, a questo punto rinominiamo la cartella appena estratta in openscad e spostiamola nella home e digitiamo da terminale:

cd openscad
sudo ./install.sh

al termine dell’installazione basta avviare openscad da terminale.

Per maggiori informazioni su OpenSCAD consiglio di consultare il manuale (in lingua italiana) da questa pagina.

Home OpenSCAD

  • Talmente flop che detiene comunque il 2.1% del mercato contro l 1% di linux desktop, da sempre.. Non ci vedo vantaggi

    • penso che il 2.1% crescerà di molto nei prossimi mesi ma perché viene preinstallato sui nuovi pc
      se vendessero tutti pc senza sistema operativo e se non esistessero crack per windows linux sarebbe il sistema operativo più utilizzato al mondo

      • matteo81

        Tutte belle parole ma alla fine della fiera la verità è quella che hai scritto tu…… se pensiamo di sensibilizzare la gente siamo lontani anni luce dall’obiettivo…… la gente (il 90% di chi possiede un pc) usa quello che gli viene dato senza farsi seghe mentali…… è come pretendere che chiunque guidi una macchina debba essere un appassionato di meccanica oppure automobilismo…. pura utopia…… quando entreremo in un mediaworld e su 10 pre-assemblati troveremo 5 win e 5 linux allora le vendite aumenteranno indipendentemente da quanto sia scarso win oppure bello linux…… il mercato commerciale e la qualità sono due cose molto diverse purtroppo che raramente ormai vanno a braccetto…

  • Jacopo Ben Quatrini

    penso che una minima parte degli utenti un po’ più esperti che piano piano si stancano di windows si muoveranno verso linux ma non penso proprio che il flop di windows 8 porterà nell’immediato nuovi utenti a linux , anche e soprattutto perchè chi abbandona windows prima di passare a linux si rivolge ai mac.

    • Michele Damato

      Più che altro, come dice l’articolo, molti si metteranno versioni precedenti di windows con cui non hanno mai avuto problemi tipo xp o 7

      • Jacopo Ben Quatrini

        anche , guardiamo ancora in quanti usano win XP…

  • Dario · 753 a.C. .

    purtroppo se ti compri un PC con windows 8 neanche è tanto facile mettere linux per persone alle prime armi per via dell’ UEFI.

    penso che sinceramente se l’installazione di linux fosse stata agevolata anche dai venditori la gente non si sarebbe fatta troppi probelmi a mettere perlomeno in dual-boot il pinguino.
    ma penso, tuttavia, che non siano molte le persone che, seppur detestando windows, abbiano voglia di rischiare di brickare il proprio pc per mettere linux.

    questo non aiuta, peccato!

    penso che se diversamente l’installazione fosse stata più facile, molti miei amici niubbi e che non sanno usare il pc, ma che non amano w8 avrebbero installato linux.

  • Michele Damato

    Si i vantaggi ci sono e ci saranno, ma saranno sempre minimi e non radicali…

  • Divergenza

    Senza un reale impegno a livello culturale, Linux (anzi, GNU) non riuscirà mai davvero ad affermarsi. Anche perché, prima o poi, sia gli utenti sia le aziende produttrici inizieranno ad assuefarsi a Windows 8, come anni fa è successo con Vista. Poi non dobbiamo dimenticare la nuova politica di sviluppo di Microsoft: aggiornamenti meno corposi, ma effettuati più spesso. In giro si vedono già le prime build (fake, credo) dell’ipotetico Windows Blue, ad esempio. Ed è con il marketing che Microsoft continuerà a dominare.

    Come ha detto Roberto nell’articolo, visto che la potenza e la semplicità della maggior parte delle distro moderne sono alla pari se non superiori a quelle dei sistemi operativi proprietari, Linux deve continuare a puntare sulla qualità; ma ciò non basta contro il marketing di Microsoft. E nemmeno Valve può fare granché a proposito. Ciò che serve davvero è, come ho detto all’inizio, una campagna d’informazione sul valore aggiunto di GNU/Linux: la libertà del software. Solo così potremo ampliare la nostra fetta di mercato, e non con utenti “casuali” (ad esempio, spinti da Steam o dalle mode), ma con utenti consapevoli delle loro scelte.

  • Federico Tomassetti

    Ma se perfino Miguel de Icaza passa a mac… io direi che Linux ha perso tutti i treni possibili….

    • TopoRuggente

      Se Icaza passa a Mac (poi l’ha fatto come utente) e non come sviluppatore, Linux e Gnome ci hanno guadagnato.

      Icaza negli ultimi anni ha solo sviluppato quall’obrobrio inutile di Mono e si è pianto addosso perchè a nessuno piaceva.

  • ale2695

    Tutto al momento è nelle mani di Canonical, l’unica società del mondo Linux ad investire nella diffusione dei SO open sul mercato: se le sue strategie andranno a buon fine, allora avremo un aumento delle quote di mercato. Sennò avremo perso l’ennesimo treno dopo quelli del 2002 (uscita di XP, che non era stato affatto accolto bene) e del 2006 (uscita di Vista, non penso ci siano commenti da fare).

    • Concordo. Credo che se Ubuntu Touch avesse successo e dei produttori grossi lo pre-installassero sui tablet con buoni risultati commerciali, unendolo al fatto che Win8 stenta a decollare, potrebbero pensare di proporlo anche sui laptop. Staremo a vedere, chiaramente faccio il tifo a favore 🙂

      • ale2695

        A mio parere Ubuntu Touch potrebbe invece uccidere definitivamente il mercato notebook ed ultrabook, in quanto permette grazie alla desktop convergence di avere sullo stesso device il SO mobile e quello desktop. E questa potrebbe essere davvero la carta vincente di Touch, soprattuto in ambito tablet 🙂

        • Forse a tendere, ma per ora i tablet non possono sostituire i portatili, e molti preferiscono il portatile al fisso. I netbook sono morti, ma credo che il portatile notebook sopravviverà ancora un po’.. i professionisti soprattutto lo trovano indispensabile.

          • ale

            ubuntu touch così come android NON sono paragonabili a un pc,ubuntu touch è solo una versione di cyanogenmod con un interfaccia modificata (in pratica non c’è android WM ma c’è un altra roba),che non avrà mercato,perchè comunque se non supporta le app android tutti useranno android,poi i tablet non sostituiranno mai i portatili,sono un altra cosa,i tablet vanno bene ad esempio per navigare o leggere un pdf sul divano,i pc per lavorare

          • freestyle72

            Si! fintanto continuino ad usare Android, con il quale non si può fare un caxxo! , … quanto vorrei eliminarlo dal mio tablet per installarci LinuxMint o simili!

  • Fabio

    No, nessuno passerà a linux perché Win8 fa schifo, tutt’alpiù faranno partire Win direttamente in modalità Desktop e aggiungeranno nuovamente il menù Start tramite un programma; fine dei giochi. Poi pian piano si abitueranno alla nuova interfaccia, o si renderanno conto che per quello che fanno con il pc un tablet va più che bene e metteranno il pc in naftalina.

  • ev

    Dal mio punto di vista il problema, alla fine, si riconduce sempre allo stesso punto: l’utenza. Se il pc è usato da un Utente con la U maiuscola, da un utente che si vuole informare, che non accetta passivamente tutto ciò che gli capita sotto il naso solo perchè “era già lì quando ho acceso il pc” allora Linux ha buone -se non ottime- possibliità di venire installato. Altrimenti spopoleranno i sistemi chiusi, quelli venduti dai produttori. È inevitabile.

    • Non sono d’accordo. Un utente non informato usa quello che gli propongono, e cerca l’unico vantaggio che sia facile da usare e che non gli crei problemi nell’interazione con gli altri. Windows tutti dicono che fa schifo ma lo usano perché “ce l’hanno tutti”. Io ho iniziare a usare linux dopo due anni aver acquistato il primo pc, con Windows Me (!!!) preinstallato… ero ancora più utonto di adesso (!!!!) ma per fortuna Mandrake Linux 9.1 ha riconosciuto tutto l’hardware e mi ha permesso da subito di navigare, stampare, far andare musica e video, masterizzare, scannerizzare. Poi ho approfondito la filosofia che ci stava dietro. Ma avrei potuto usarlo benissimo così. La nonna ottantottenne di mia moglie usa da un anno Xubuntu: è una grande a saper usare il pc alla sua età, ma per lei windows o linux non fa differenza, nota solo che “quest chì l’è pusé svèlt” (questo qui è più veloce!) 😀

      Quindi, come ho scritto sotto, se le aziende – magari trainate da un successo di Ubuntu Touch – proponessere pc a prezzi abbordabili con Ubuntu o altre distro usabili, gli utenti aumenterebbero in generale, e una percentuale di questi si appassionerebbe anche alla filosofia open.

  • Ferik

    windows 8 è peggio di vista. Comunque per far volare linux bisogna puntare pesantemente sul multimediale, dove ancora è indietro anni luce rispetto a win. Al momento quasi nessuno sviluppa cose serie, solo programmini di basso livello e ben superati da qualsiasi freeware per windows. Quando colmeranno queste distanze allora si che molti passeranno a linux definitivamente.

    • ale2695

      Un buon inizio è già rappresentato da LightWorks (editor video professionale) per Linux, in arrivo questo mese, ed il nuovo BitWig Studio (editor audio con funzioni avanzate), disponibile come multipiattaforma 🙂

  • Samsung ha ragione. Windows 8 sta ripercorrendo lo stesso flop di quella patacca di Windows Vista.

  • striplex

    A mio avviso windows 8 non è un flop (purtroppo) , ma ha bisogno solo di tempo per cominiciare ad essere capito dagli utenti pigri che non amano le novità. Windows 8 a livello di prestazioni è megliore di linux , almeno per quanto riguarda le distro che utilizzano DE come gnome e kde (magari utilizza piu risorse ma gira decisamente più fluido).
    So di tirarmi dietro molte critiche ma io credo che il vero flop in questi ultimi anni è stato linux , le principali distro hanno speso la maggior parte delle loro risorse sulla grafica del os e non sulla risoluzione di bugs e sul miglioramento delle performance.
    Cmq non ci sono dubbi che tra qualche anno linux acquisterà utenti e migliorerà anche nelle prestazioni visto che ormai molte case imporatnte puntano sul nostro amato pinguino 🙂 Speriamo bene.

    • ale

      concordo pienamente,infatti windows 8 ha prestazioni migliori e le distro linux serie ad oggi sono poche,arch e debian,e poi poche altre,poi c’è ubuntu che coi mille problemi che ha si pensa al nuovo set di icone o a plugin per compiz che ormai è obsoleto,e si tenta di nascondere la parte migliore di linux,cioè la shell,poi ovvio che il nuovo utente che prova ubuntu che non sa nulla riesce a installarlo e dice che fa schifo,linux è ottimo sui server e per fare certe cose avanzate,per il resto non va bene

    • Simone

      “..ha bisogno solo di tempo per cominiciare ad essere capito dagli utenti pigri che non amano le novità..” –> mi sembra di vedere la descrizione della tanto criticata Ubuntu.

    • ken

      Vabbe’ che a leggere i commenti di questo blog sembra spesso di essere piu’ al bar che in un sito tecnico, ma certe affermazioni ridicole per favore evitiamole. Linux buggato e win8 che ha prestazioni migliori…
      Finche’ e’ il marketing di microsoft a dire castronerie posso anche capirlo, ma se ci sono dei presunti utenti “del nostro amato linux” che pensano davvero queste cose, allora c’e’ da riflettere molto sulla piega che stanno prendendo gli eventi. Per favore prima di atteggiarvi a esperti studiate un po’, senno’ fate solo dei danni da disinformazione. Ve lo chiedo con il cuore.

    • jinocchio

      Anche Rivoluzione Civile ha bisogno di tempo per essere capita dall’elettorato. Ma nel frattempo che sarà capita, sarà scomparsa sotto l’1%. Ergo: esperimento fallito.

  • ma chi dice che windows 7 sia un buon sistema operativo? Io l’ho usato qualche volta, ma l’ho trovato lento, pesante, soggetto a improvvisi crash, poco intuitivo… sì è stato meglio di vista, ma lontano anni luce dai sistemi operativi canonical!

    • Appunto… qualche volta. :p

    • Mamma saura… Avrei capito il paragone con distro più elaborate, che ne so gentoo arch etc, ma ubuntu?! Mi spiace dirtelo windows 7 è decisamente superiore in tutto e per tutto a ubuntu con unity o con kde…

      • Ernesto

        la convinzione manda avanti il mondo

  • Salvo qualche sporadica prova, l’ utente win dopo aver provato una qualsiasi distro GNU/Linux, torna in win al primo problema che non riesce a gestire. Purtroppo da questo punto di vista i forum linux non sono proprio di grande aiuto – dove spesso ti viene risposto: cerca con google, cerca nel forum o leggiti il wiki. Per come la vedo, per quello che sento e ho visto, l’ utente win scontento di win 8 torna al 7 o reinstalla il vecchio XP (crackato o non…non c’ entra).
    Edit: Win8 è più un OS da tablet o pc con schermo touch quindi…

    • ale

      io sono tornato a windows 8 dopo un anno di archlinux,e per nessuna difficoltà in particolare,e ho ritrovato la comodità di fare tutto con 2 click,e se devo fare cose avanzate tipo gestire chiavette,fs,o solo per divertimento ci sono le virtual machine,poi se voglio farmi una partita ad assassin creed con windows non ho problemi,in più l’ 8 ha prestazioni come linux,ma tento è sempre la solita storia,ogni volta che microsoft fa un nuovo os bisogna insultarlo magari senza averlo provato solo per sentito dire

      • Torno Nel Mio Limbo

        Ero incerto se risponderti a tono o meno. Comunque nell’ incertezza…
        Te non hai proprio capito ciò che ho scritto e mi fa piacere che tu sia tornato in Windows. ^_^
        Linux è per tanti ma non per tutti. :p

        • ale

          allora,io linux non lo uso più come os principale sul pc principale,il che non significa che non lo sui più,infatti su pc secondari come il mio vecchio fisso e il mio amato raspberry pi lo uso tuttora,più delle macchine virtuali di linux e BSD sul pc principale,era solo per dire che windows 8 è uguale o migliore di linux su pc medio/potenti,e che bisoga smetterla con questa mode di criticare windows 8 perchè è di microsoft,windows 8 è migliore di 7,l’ utente non tornerà a 7 e xp perchè a differenza di vista non si blocca ogni 3 secondi,non è lento e non è pieno di bug,al massimo l’ utente si scarica una di quelle tante app per mettere il menù start e fine,il fatto della documentazione è sbagliato,infatti i wiki delle distro contengono tutto,es quello di arch è la mia bibbia personale,e i forum ti aiutano,ovviamente se fai una domanda che si può risolvere con una ricerca da 3 secondi su google ti rispondono così
          Poi sta storia di windows 8 os da tablet non l’ ho capita,si l’ interfaccia metro sarà da tablet ma c’è anche l’ interfaccia classica uguale a windows 7 se non per il menù start che fra l’ altro con un app puoi rimettere
          insomma non è che uso se usa windows deve disprezzare linux e se uno usa linux deve disprezzare windows,sono 2 buoni os

          • Lo considero un OS per tablet perché secondo me è stato concepito in una logica di utilizzo touch… quindi per tablet o comunque macchine con schermi ”tattili” e in questo senso metro la dice lunga. Che poi con
            una app si possa modicare… questo è un altro paio di maniche.
            Sul resto stai sparando a zero, almeno nei miei confronti.
            Non ho mai discriminato i sistemi di casa microsoft e tantomeno i GNU/Linux. Però c’è da essere fatalisti e onesti.
            Resto dell’ idea che te non abbia compreso il mio commento iniziale dove in sintesi rispondevo a una domanda dell’ articolo principale dove ”il flop di win8 farà avvicinare utenti a Linux?”, quindi secondo me…
            L’ utente win scontento di win 8 non passerà a Linux, se lo farà ritornerà a win dopo il primo problemino non risolto per via di una mancata assistenza o perché di suo non ci arriva a capire Linux. Probabile invece un downgrade… da 8 a 7 o xp perché sono sistemi rodati dall’ esperienza personale (propria dell’ utente, non mia. Questo perché le mie esperienze non contano nulla in questo contesto). :p

  • wolfmobo

    Win8 è installato sul ciarpame che vendono nei megashop. Punto.
    Difficile trovare AMD, figuriamoci senza OS o con Linux… mai visto in 15 anni.
    La “scheggia impazzita” è ARM e il cuore Linux che pulsa in Android.
    Canonical adesso sta puntando in alto, non sempre l’ho apprezzata, ma a sto giro potrebbe aver visto giusto… il futuro si gioca su device diversi dal nostro amato cassone soffiante. Solo io non vedo l’ora di smanettare su un pc ARM?

    • floriano

      i mediacenter con android+arm diventano sempre più interessanti ed economici, se avessero anche l’uscita vga….

  • Alessandro

    direi che più che passare a linux molti passeranno al mac che fa anche figo avere il macbook con la mela luccicante dietro

  • Ragazzi ma non l’avete ancora capito?!?!? E’ il momento di Ubuntu per la prima volta nella storia c’e’ un vero nemico per la Win e prestissimo per la Apple…altre chiacchiere sono da Bar dello sport..:D

  • Giacomo Planeta

    Beh direi che la creazione dell’ibrido fa altamente cacare, non c’è integrazione! dico io che senso ha fare un’interfaccia metro ( dalle funzionalita discutibili ) e continuare ad usare il desktop come windows 7 anzi peggio perchè non hai lo start a portata di mano! Dovevano fare tutto metro secondo me ed eliminare proprio il concetto di desktop come siamo abituati, un po come unity insomma.

  • Beh, io posso affermare con sicurezza un particolare: una mia cliente nella giornata di oggi mi ha chiamato disperata in quanto gli hanno appena regalato un notebook Toshiba C850-1G3… con Windows 8 ovviamente.

    La cliente mi ha detto chiaro e tondo che è orribile e voleva a tutti i costi Ubuntu, poi successivamente voleva un desktop più tradizionale e alla fine ha optato per LInux Mint 13 “Maya” Cinnamon (64 bit).

    Che dire? La mia propaganda sui sistemi Linux è servita coi miei clienti e sta funzionando. 😉

  • floriano

    non credo che il problema sia windows8 (con alcuni accorgimenti l’inutile parte tablet si può nascondere), è proprio il momento economico che non va…

    ps proprio oggi con classicshell ho fatto fuori anche la charm bar (che dipende dagli hotcorners)

  • alex

    samsung quando dice fallimento come vista, si riferisce alle scarse vendite e non alla qualità del prodotto. La nuova interfaccia non è riuscita a convincere a pieno il consumatore, anche se nell’uso desktop non ci sono grosse variazioni rispetto a 7 o precedenti.

  • Alessandro

    Win 8 non è un cattivo sistema operativo, ma a Redmond hanno fatto lo stesso errore di Canonical: quello di dividere la comunità degli utenti in due fazioni in totale contrasto fra loro, quelli favorevoli che danno del troglodita a chi odia l’interfaccia nativa e i contrari, che si sgolano a dare del bimbominkia ai favorevoli. I risultati in Linux li stiamo vedendo e in Windows li vedremo.

  • Rakshasa

    Ho letto molte cose corrette ma altre profondamente inesatte o distorte.
    Partiamo dal caso in cui linux è utilizzato per migliorare l’esperienza utente su hardware obsoleto. Non si controllano le specifiche medie (non le minime) per far funzionare il DE, e allora si dice che kde o unity è lento. Inoltre hardware obsoleto spesso ha componenti con driver supportati ma spesso mal supportati o che mancano della parte software di supporto competente al sistema operativo. E’ il computer che consentitemelo fa schifo, il motivo lo si vede tra poco, non i DE.
    Un pc con hw recente ma con una vga indecente (e lo sono anche se ho letto troppo spesso sul blog “buona VGA”) come le intel integrate serie 3000 e anche 4000, con un DE che appoggia il rendering del desktop sulla GPU, restituisce una esperienza scadente.
    Con windows ciò non appariva perchè fondamentalmente il funzionamento del rendering del desktop è differente, e dove non arriva la gpu compensa la cpu. Se si acquista un PC serio con una vga seria, non certo un pc gaming, si disabilita la vga integrata alla cpu ove possibile, e si installa una versione di linux come unity o kde, il comportamento è più che appagante, l’utente non torna indietro.
    Purtroppo l’utente in generale non capisce che comprare crapware e installare ubuntu è come spruzzare profumo su un escremento. E spesso sono in vendita notebook dal prezzo invitante ma con hardware indecente.
    Il primo vero problema di linux sono i driver e il software applicativo di ausilio spesso solo per windows (p.e. il pacchetto del gestore audio realtek): dove i driver sono decenti linux è anche meglio di windows, ma parimenti lo è la dispersione delle energie delle community che creano continue diramazione e duplicati di software già esistente, col risultato di software inefficace, e a volte faulty.
    La dimostrazione è MAC: poco hw disponibile, driver ad hoc, software di ausilio ad hoc. Risultato, se paragonate l’hw di un mac al relativo pc di pari prezzo MAC ha hw inferiore, ma l’esperienza utente è migliore.

    Circa windows 8, da power user e da certificazione, mi sono convinto che l’interfaccia è inutile su un pc ed è un pretesto per imporre al cliete l’abitudine al tablet, perchè compri solo tablet. il tablet è utile, ma non può sostituire un pc desktop. Quello che non si capisce è che un notebook desktop crapware, come un i3 o al di sotto con gma intel, perchè dovrebbe essere scelto in luogo di un tablet 10″ se lesperienza utente è paragonabile? Non certo linux sopra lo farà diventare un i7 con una nvidia 650.
    Addossare la colpa a linux (che ne ha difetti, ma a costo 0 e prossimo allo 0 per l’utente finale cosa si pretende) è una cosa logica o la colpa è forse dell’hardware?
    Personalmente detesto l’inutile e confusionale interfaccia Metro, ma è indubbio che il desktop, sopratutto il temaun pò più pulito e la nuva interfaccia di Explorer, migliorano l’esperienza, e il miglioramento c’è anche sulle prestazioni. Ma se l’hw è decente, l’esperienza utente è la stessa tra una buona distribuzione linux e windows.

    I miei clienti che hanno acquistato pc e nb con caratteristiche di minima decenza, sono passati sperimentalmente a linux, e lo hanno adottato. Senza tornare indietro, e perdipiù ci sono state anche le personali scelte sul DE, molti usano kde, altri Unity, altri XFCE.
    Linux non scalzerà windows per ora, MS gode di una forza finanziaria e di ricatto mostruosa, se ne accorgeranno (e se ne sono accorti) i produttori di hw che si sono legati mani e piedi a MS quando MS inizierà a produrre con proprio brand i tablet e affossa i pc, tuttavia se: 1)la community che sviluppa contribuirà a mirare gli sofrzi su progetti utili, non sulla ennesima ruota con su scritto il proprio nome, che può essere un sw o una distribuzione;
    2) gli utenti chiederanno sempre a maggior voce driver e software per di supporto per linux, contribuendo anche economicamente alle associazioni che premono sui produttori di hw e sostenendo le aziende che si spendono per proporre linux come sistema operativo (anche se a volte i pc con linux preinstallato sono inguardabili a livello di hw).
    allora l’utente finale potrà avere una scelta, e la forza e la qualità di tale scelta richiameranno nuovi interessi alla adozione del pinguino

    • ale

      allora le intel ad oggi sono le miglior schede da usare con linux e sono così potenti da far girare un gioco in full hd a dettagli bassi,quindi pretendo che giri decentemente compiz,che fra l’ altro hanno detto pure gli sviluppatori che è uno schifo,poi cosa vuoi che uno prenda un nvidia o una ati che dopo aver smadonnato 2 ore per installare i driver (quando ci sono…) quando ci si riesce a farla andare ha 1/10 delle prestazioni di windows
      Unity è inusabile,oltre ad essere la copia di mac os,e a me mac os fa schifo
      Gnome è la meno peggio ma tende a semplificare troppo,ed ha alcuni bug,e per renderlo usabile bisogna mettere 10 estensioni minimo
      Kde è instabile,crasha,usa troppa ram,si blocca ecc
      Xfce e lxde sono troppo minimali.
      Invece il desktop di windows non avrà mille effetti grafici che rallentano solo il pc o finestre tremolanti e cubi che girano,ma fa bene il suo lavoro,il gestore file ha mille opzioni,insomma va bene,l’unica cosa buona che ha linux o unix è la shell bash,che è mille volte avanti del cmd di windows,e la gestione dei dischi e dei device e del filesystem organizzato bene,e il fatto che sia open,ma più di quello no,le interfacce grafiche non sono usabili,il sistema audio nemmeno (vlc quando regoli il volume cambia quello di sistema,è impossibile riconfigurare le porte audio,ecc),e i programmi si contano sulle punte delle dita,e lo dico da uno che ha usato per un anno solo archlinux e prima ubuntu e debian in dual boot con win 7,che si è stufato ed è tornato a windows 8

      • Jinocchio

        “minimale” è politichese: scarta le domande senza rispondere, e non significa niente.

  • Paul

    Il titolo è fuorviante, la gara è tra win8 e win7, come lo fu tra vista e winxp.
    Se nei centri commerciali non troveremo pc con linux installato niente si muoverà; guardate android che gira su kernel linux… lì ci sono stati accordi commerciali per montare device già pronti e ogni casa madre si prodiga di curare il buonfunzionamento del tutto. Nei pc cosa succede invece, devi comprarti un pc con win poi lo devi partizionare e installare linux a tuo rischio e pericolo. Ti serve aiuto? chiedi alla community! Col cacchio se pago voglio un buon prodotto e se non funziona voglio qualcuno che ci lavori, non la buona volontà della community.

  • ale

    Sono tutte cazzate quelle che si dicono di windows 8 messe in giro dai fanboy di altri os… quindi prima di criticarlo conviene provarlo a fondo,io uso windows 8 come os principale e vi dirò che fa tutt’ altro che schifo,ha le prestazioni uguali o certe volte superiori di linux (e non mi riferisco ad ubuntu,ma di archlinux installata e configurata bene),rispetto a windows 7 è tutta un altra cosa,altro che vista,non è mai crashato un programma e non ho mai preso un virus nonostante non abbia un antivirus,e l’ interfaccia dite quello che volete ma è molto meglio dei vari gnome/kde/unity ecc,si non avrà molti effetti stupidi e trasparenze ma fa bene il suo lavoro,non gli manca nulla,e gestisce bene un dual monitor,l’ interfaccia metro non sei obbligato a usarla,e poi per certe cose è comoda,è tutta questione di abitudine,in fondo anche xp l’ avevano criticato al tempo ma ora c’è ancora gente che lo usa ed è stato un ottimo os per molto tempo,quindi io per windows 8 mi sono un allontanato da linux,seppur continuando ad usarlo in VM o su partizione secondaria appena devo fare cose più avanzate,ma io l’ ho abbandonato per colpa delle interfacce grafiche che non vanno bene,sono poco stabili ecc

No more articles