La Raspberry Pi Foundation ha ufficialmente presentato il nuovo Raspberry Pi Model B+ nuova versione con 4 porte USB e altre interessanti novità il tutto a 35 dollari.

Raspberry Pi Model B+
Raspberry Pi è una single board open source nata per l’uso didattico, fornendo agli studenti una piattaforma sulla quale imparare le basi dell’informatica e programmazione. Rilasciata nel 2012 in breve tempo sono tanti moltissimi progetti e distribuzioni dedicate come ad esempio arkOS che ci consente di creare facilmente un web server, NAS, cloud storage ecc.
Proprio in questi giorni Raspberry Pi Foundation ha presentato il nuovo Model B+, nuova versione della famosa single board ARM che la rende ancora più completa, mantenendo lo stesso prezzo di 35 dollari.

Nei dettagli il nuovo Raspberry Pi Modem B+ rimane basato sul chip Broadcom BCM2835 con 512 MB di memoria RAM ma però abbiamo:

– 4 porte USB 2.0 (confronto le 2 del modello precedente)
– slot per schede microSD (al posto di SD)
– uscita video AV inclusa nel jack da 3.5 mm
– nuovo chip audio

Ecco un video che ci descrive il nuovo Raspberry Pi Model B+:

Raspberry Pi Model B+ sarà disponibile nelle prossime settimane allo stesso prezzo dell’attuale model B ossia 35 dollari, la nuova single board open supporta tutte le distribuzioni e progetti dedicati quindi non ci sarà da effettuare alcuna modifica o altro ancora.

Home Raspberry Pi

  • ale

    credo che tu abbia invertito qt4 con qt5 🙂

  • Lo usavo in Debian tempo fa mentre In Arch invece uso SLIM. SLIM se non sbaglio non è più supportato da metà 2012(?), quindi potrebbe essere una buona alternativa a LXDM. :p

    • a dire il vero non lo so se slim è ancora supportato o meno attualmente su arch lxde / xfce io uso lxdm
      semplice leggero e facile da configurare
      proverò più avanti lightdm a vedere come funziona su Arch

    • xxx

      ho scritto direttamente allo sviluppatore di slim Nobuhiro Iwamatsu
      riguardo lo sviluppo di slim ecco la sua risposta

      28/12/2012

      No, slim is developping yet.
      I will release new version in last of this year.
      Best regards,

      Nobuhiro

      non capisco perchè si continua a mettere in giro la voce che slim sia abbandonato

      • Perché se in rete gira sta voce:

        ”Come la maggior parte di noi saprà, SLIM – Login Manager per eccellenza a mio avviso – non viene più mantenuto da Giugno 2012. Questo non significa che non si può usare ma che non verrà ne migliorato, ne supportato dalle varie distribuzioni.”

        Una persona può intendere che SLIM non sia più supportato…semplice.

        Comunque son sicurissimo che, un po’ per via del mio commento e un po’ per il tuo, ci sarà chi andrà a verificare e scovare la verità…

        Aggiungo che stamattina aggiornando Arch è stato aggiornato anche SLIM alla versione 1.3.5-2. :p

        • xxx

          PS: SLIM non e’ piu’ sviluppato…

          si parla di sviluppo non di supporto quindi del tutto falso
          anche io ho già aggiornato

  • g cong

    proprio in questi giorni sono tornato a Slim su gentoo perche’ mi e’ sembrato che LightDM consumava un pochino di piu’ di ram rispetto a Slim…mah!

  • RobertoCalabrese

    Io invece sono passato a non utilizzare un DM grafico nelle mie archlinux,… quando mi chiede di fare il login nella shell, entro come utente, lancia automaticamente il desktop, se entro come root, mi rimane in versione shell. Non ne posso piu’ fare a meno…

    PS: SLIM non e’ piu’ sviluppato (lo usavo anche io, per questa ragione ho cominciato a provare un po’ tutti i DM, finendo poi a quello via shell…)

  • pavelinux

    Si vabbè, ma che serve avere due porte usb in più su un raspberry.
    Spero piuttosto che facciano un modello C con un dual core e 2 gb di RAM:

    • a mio avviso sarebbe ora di cambiare anche cpu e mettere almeno 1 Gb di ram il problema però dei vari progetti dedicati che dovranno essere tutti rivisitati

      • roberto mangherini

        Per un giga in più?

        • Peter

          No, il discorso vale per la CPU.

    • Peter

      Se si segue il vero scopo del Raspberry non dovrebbe mai essere aggiornato di CPU e RAM, ma solo nel caso in cui se ne dovesse sentire l’esigenza generazionale o per la fine produzione dei componenti.
      Per la flessibilità che ha questa mainboard e le svariate possibilità di utilizzo a “noi” va stretto di componenti, ma come dicevo prima, per il vero scopo didattico ed istruttivo può rimanere anche così!
      Ed alla fine possiamo ammettere anche che lo abiamo pure “sfruttato” questo progetto, perchè non mi pare che ci fosse una ditta o associazione che abbia guadagnato un pochino!

  • Massimo A. Carofano

    Sinceramente l’esigenza delle porte USB era dovuta alla necessità di collegarci tastiera+mouse+wifi..Questo upgrade manca appunto del terzo componente, un modulo wifi integrato, che sicuramente avrebbe fatto lievitare il prezzo.

    • Peter

      A me fa ridere in fatto che già con 2 usb a volte non reggeva e si riavviava.
      Spero almeno abbiano cambiato qualcosa sull’alimentazione!!!

      • Massimo A. Carofano

        Ho visto che ha un assorbimento energetico inferiore rispetto al Model B, forse hanno ottimizzato il processo produttivo, non saprei.
        Ad ogni modo se avesse l’hardware di un HardKernel Odroid U3 ma la community del Raspberry Pi ci sarebbe un’esplosione di queste board indescrivibile!

        Per intenderci: http://www.pollin.de/shop/dt/NTM3OTgxOTk-/Bausaetze_Module/Entwicklerboards/ODROID_U3_Einplatinen_Computer_Cortex_A9_QuadCore_2_GB.html

        • Peter

          Si, ma infatti pure io sarei per un “aggiornamento” dell’hardware, solo che avrei la paura che si distruggesse il progetto e la community che è ora Raspberry.
          Se vuoi fare un mainboard multimediale che accontenti tutti è naturale che devi progredire con i componenti ed è naturale che per fare ciò deve esserci una associazione a scopo di lucro che finanzi o si finanzi da sola con i profitti delle vendite!
          E questo non è assolutamente Raspberry!!!

          Allora io dico, per far andare avanti le cose al meglio possibile, conviene far partire un nuovo progetto completamente staccato da quello che è ora Raspberry!
          PS. grazie del link, lo trovo assolutamente interessante! 😀

          • alex

            è una scheda che non nasce appositamente per il multimediale per il quale ci sono altre schede più adatte.

          • Peter

            Si lo sò, però dato che è stata molto seguita e sperimentata, alla fine i più curiosi se la sono portata a casa per poterci collegare lo smartphone alla TV, fare un router, un mini NAS, controllare qualche circuito elettronico…
            Alla fine la sua popolarità è dovuta più a questo che per l’effettivo utilizzo nei laboratori o aule universitarie!

          • capawht

            Sapresti indicarmi un scheda adatta per il multimediale, adatta per fare da NAS e collegarla al TV?
            Grazie

          • alex

            Non sono più informato su queste schede, mi sono interessato per un po’ ma poi ho ripiegato su un vecchio notebook che altrimenti faceva la polvere. Consuma un di più ma tanto non mi serve sempre acceso.

            Probabilmente ti va bene anche la schedina indicata qualche post sopra, e diverse altre le hanno recensite qui su lffl se cerchi.

          • Rasta Fani

            UDOO quad

            ha anche un connettore SATA e ci si puo fare il boot diretto (quindi sia da SD che da SATA)
            quadcore arm 1GHz
            RAM DDR3 1GB
            10Kg di amenita aggiuntive compreso un Arduino integrato
            ma fa tutto quello che hai chiesto senza battere ciglia

          • capawht

            Grazie per la risposta, vado a informarmi a riguardo!

          • capawht

            Certo la differenza di prezzo non è poca…UDOO quad costa sui 135€. Nulla di più economico?

        • alex

          Per il wifi credo che sia il meno, basta una chiavetta wifi usb a chi interessa.

          Bella la schedina del tuo link.

          • Massimo A. Carofano

            Appunto, però col Model B che ha solo due USB diventava limitativa la restante USB!
            Con 4 USB invece puoi gestirle!

          • alex

            era quello che intendevo, in questo modo è facile aggiungerla e il costo non lievita per chi non ne ha bisogno. 🙂

  • DigiDavidex

    Sbaglio o è MODEL(modello) B?

  • Rasta Fani

    Stanno tirando troppo la corda…ormai allo stesso prezzo si puo aver eil BananaPi quindi direi che dovrebbero allinearsi ed offrire 1GB di RAM, una CPU armhf (NEON incluso) nativa e non quell’accozzaglia.
    Ma se voglino fare successo dovrebbero integrare una Gigabit eth ed un backplace che passa per USB 3 in questo modo si puo usare la board per costruire routers interessanti (fino a saturazione backplane)

  • ottone

    mi sono sempre chiesto che fine faranno i vecchi smartphone considerando che hanno un hardware migliore al rasperry sarebbe utile trovare un modo per il riuso magari aggiungendo connettori video lan…

    esistono progetti di questo tipo?

  • Prof. Scassalaminc*ia

    “ma però”

No more articles