Vi presentiamo IR Interactive Rename semplicissimo script che ci consente di rinominare facilmente file e directory direttamente dal nostro terminale.

IR Interactive Rename
Il terminale rimane uno strumento indispensabile soprattutto per gli user Linux esperti dato che ci consente di velocizzare notevolmente diverse operazioni del sistema come ad esempio installare / rimuovere applicazioni, operare sui file e molto altro ancora. Esistono inoltre molti tool in grado di aggiungere nuove ed utili funzionalità al terminale come ad esempio la riproduzione di contenuti multimediali, navigare / operare in siti web, leggere news da siti web e social network e molto altro ancora. Oggi vi vogliamo presentare un semplice ma allo stesso tempo utile script denominato IR Interactive Rename con il quale potremo rinominare facilmente e velocemente file e directory presenti sul nostro sistema o in hard disk esterni, pendrive ecc.

IR Interactive Rename è uno script che ci consente di rinominare / correggere facilmente i nostri file ad esempio rimuovendo gli spazi, correggendo errori nel nome ecc attraverso un alias del comando mv.
Lo script dispone del supporto per tab-completion in maniera tale da poter completare il nome del file automaticamente cliccando sul tasto tab, ecco un’esempio di come funziona IR Interactive Rename:

IR Interactive Rename

– Installare IR Interactive Rename

Installare IR Interactive Rename nella nostra distribuzione Linux è semplicissimo basta digitare da terminale:

cd
wget https://github.com/vojtechkral/irename/raw/master/ir
sudo mv ir /usr/bin/ir
sudo chmod +x /usr/bin/ir

a questo punto basta digitare da terminale ir seguito dai file o directory da rinominare, comparirà per ogni file la dicitura rn> che ci consentirà di rinominare velocemente ogni singolo file indicato.

Home IR Interactive Rename

  • g cong

    e con un semplice mv ??

    • TopoRuggente

      Apparentemente funziona come mv con la unica differenza che
      mv nome_sorgente nome_destinazione

      ir nome_sorgente
      > nome destinazione

  • perchè usare uno script quando si ha mv che alla fine cambia poco o nulla da questo (che probabilmente userà mv nello script).
    alla fine mv è semplice e immediato da capire il funzionamento e non cambia molto da come funziona questo

    • asd

      il concetto, da quello che capisco nel video, e’ quello che mv per rinominare su path lunghi di solito fa scrivere molto, il problema pero’ e’ quasi sempre risolvibile ricordandosi dell’espansione della shell (mv file/dal/percorso/{sempre_piu_,}incasinatissimo o usando magari mc.

      Detto questo, e detto anche come codice sorgente, questo comando dovrebbe stare tra le 2 e le 20 righe, devo dire che non e’ una cattiva idea e che comunque rispetta la filosofia unix, fare una cosa e farla bene.

  • ned

    Ma leggersi lo script no, eh? Per la cronaca non usa mv, ma il python con comandi ben più solidi

No more articles