In questa guida vedremo come installare e mantenere costantemente aggiornato FileZilla in Debian, Ubuntu e derivate.

FileZilla in Ubuntu
FileZilla è uno dei più conosciuti ed utilizzati client FTP disponibile sia per Linux che Microsoft Windows e Apple Mac. Tra le principali caratteristiche di FileZilla troviamo il supporto con i più diffusi protocolli come FTP, FTPS e SFTP oltre al supporto per IPv6 con la possibilità di gestire anche la velocità di download / upload dei file. FileZilla ci consente di confrontare due directory mantenendole sincronizzate (ottimo per il backup di siti web, server ecc), dispone di un’assistente per la configurazione della rete, supporto per ricerca, avviare e modificare file da remoto, gestione dei vari server e molto altro ancora.
Il software è disponibile nei repository delle principali distribuzioni Linux, in alternativa possiamo installare FileZilla attraverso i binari precompilati forniti dai developer del progetto.

Installando FileZilla attraverso i binari precompilati forniti dagli sviluppatori client FTP open source potremo non solo installare l’ultima versione stabile disponibile ma mantenere il software costantemente aggiornato, funzionalità non disponibile ad esempio in Debian, Ubuntu, Linux Mint, elementary OS ecc a meno che non utilizziamo PPA di terze parti.

Ecco quindi come installare FileZilla in Debian, Ubuntu e derivate attraverso i binari precompilati in maniera tale da aver sempre aggiornato il client FTP nella nostra distribuzione.

FileZilla - Preferenze

Per installare FileZilla in Debian, Ubuntu e derivate basta scaricare il software da questa pagina, al termine del download spostiamo il file tar.bz2 nella home e avviamo il terminale e digitiamo:

tar -xjvf FileZilla_*-linux-gnu.tar.bz2
sudo mv FileZilla3 /opt/filezilla3

non ci resta che effettuare un collegamento simbolico in /usr/bin/ e inserire il collegamento nel menu per facilitarci l’avvio di FileZilla, basta digitare da terminale:

wget https://github.com/ferramroberto/blog/raw/master/filezilla.desktop
sudo mv filezilla.desktop /usr/share/applications/filezilla.desktop
sudo ln -sf /opt/filezilla3/bin/filezilla /usr/bin/filezilla

Ora possiamo avviare FileZilla da Menu, in caso di nuova versione ci verrà notificata, oppure basta semplicemente andare in Menu -> Aiuto -> Controlla Aggiornamenti. In caso di nuovo aggiornamento basta avviare il client da root digitando da terminale sudo filezilla e confermare l’aggiornamento.
Al termine dell’aggiornamento basta riavviare normalmente FileZilla ed ecco la nuova versione del client FTP open source installata nella nostra distribuzione.

Home FileZilla

  • Aniello Luongo

    Esiste anche il ppa aggiornato:

    sudo apt-add-repository ppa:n-muench/programs-ppa
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install filezilla

  • salvatore

    Filezilla, per ricordi.
    Ora uso diretattente il mio desktop per fare le stesse cose di prima
    se in nautilus o kde mettete indirizzo server ftp://ecc ecc, vi sembrerà una normale cartella del vostro pc ma invece state lavorando sul server.

  • SGAB

    Io consiglio gFtp, Io lo uso sempre! Ed e’ nei Repository ufficiali Slackware, ed e’ compresa in un installazione full della stessa!

  • Kim Allamandola

    Io avrei due domande:
    * nel 2014 volete ancora usare l’ftp?! Io ABOLIREI il nome solo per evitare che il pirla di turno voglia ftp al posto di sftp/ftps/webdavs… La quasi totalità degli attacchi server-side/delle botnet server-side è di quei tanti hosting che si ostinano ancora ad offrire http://ftp...
    * che bisogno c’è di un client extra? Nautilus non va bene? Passi lftp/ncftp da CLI ma da GUI…

    • LORENZO “LOLLO” SPADONI

      Sai, non tutti usano nautilus.
      Hello! 🙂

      • Kim Allamandola

        Ok, corretto, diciamo che la maggior parte dei file manager grafici supporta ftp e altri protocolli adatti a scambiarsi files in rete… Riformulo in: nel 2014 serve ancora un’interfaccia a due pannelli con sistema locale e remoto? Ha ancora senso?

    • Pensa che nella mia università le policy di rete impediscono praticamente tutto quello che è più moderno di FTP ATTIVO! Niente SSH, niente webdav, niente connessioni cifrate di nessun tipo (https solo se ci si riesce ad autenticare su un proxy oberato). le connessioni wireless cifrate sono cappate mentre quelle non cifrate non lo sono (yeah), ecc. ecc. praticamente una cultura dell’insecurity

      • Kim Allamandola

        Per quel che ho visto sinora le università sono tra gli ambienti più reazionari che ci siano, spesso persino più del settore gestionale purtroppo.

        Chissà se è per questo che per quanto AVESSIMO tra le migliori facoltà del mondo oggi stiamo pian piano scivolando in basso…

  • Maurizio

    Filezilla è ottimo non vedo perchè non usarlo.

    • Kim Allamandola

      Personalmente perché evito ftp come la peste e perché se proprio devo usarlo o comunque devo scambiare files via rete trovo inutile una GUI così “ricca”…

  • Riccardo

    Personalmente non reputo comodo o pratico lavorare direttamente sul server. Tengo sempre versioni precedenti e copie sulla macchina su cui lavoro. I server tendono ad essere fragili ed attaccabili.

No more articles