Budgie: lo sviluppo del nuovo player multimediale per Linux

30
191
Continua lo sviluppo del nuovo player audio multimediale Budgie interessante progetto che potrebbe presto prendere il posto dell’ormai obsoleto Xnoise.

budgie - album
Negli ultimi mesi sono approdati in Linux due interessanti progetti dallo stesso nome ossia Budgie. Budgie Desktop è un nuovo ambiente desktop incluso di default in Evolve OS ed inoltre troviamo anche il player multimediale Budgie, scritto in C e basato su GStreamer 1.0 con interfaccia grafica GTK+3.
Budgie è un player multimediale open source nato per fornire una valida alternativa a Totem e Rhythmbox consentendoci quindi di poter gestire e riprodurre al meglio file audio e video all’interno della nostra distribuzione il tutto con un’interfaccia grafica GTK+3 ben integrata con le ultime versioni di Gnome.

Lo sviluppo del player multimediale Budgie sta portando non solo un’ottima stabilità ma anche nuove features tra queste la nuova ” media browsing mode” modalità che ci consente di cercare velocemente i nostro album e video preferiti attraverso la cover o un’anteprima. La versione in fase di sviluppo di Budgie introduce la nuova barra d’avanzamento durante i video un modalità full screen e l’introduzione di un nuovo database (ancora in fase sperimentale) che consentirà ricerche più veloci all’interno dei nostri file audio e video.

budgie - play audio

Da notare inoltre che per la futura versione 3/4 di Budgie i developer hanno già confermato il supporto nativo per Wayland consentendo cosi di poter utilizzare al meglio il player nel futuro server grafico open source, confermato anche il supporto per sincronizzare i file in device mobili e la possibilità di convertire ad esempio cd audio in mpe3, editor di tag e molto altro ancora.

budgie - play video

Budgie è un player che potrebbe presto predere il posto dell’attuale Xnoise, player multimediale con interfaccia grafica GTK+ che rischia di diventare obsoleto.

– Installare Budgie Player

Budgie è disponibile nei repository ufficiali di Fedora, possiamo installare il player multimediale open source anche in Arch Linux e derivate attraverso AUR e in openSUSE grazie al repository mantenuti da Ikey Doherty (ikeydoherty).

Home Budgie Player