In questa semplice guida andremo a presentarvi due utili tweak per velocizzare e migliorare Google Chromne sia nella versione desktop che mobile.

Google Chrome in Ubuntu Linux
Google Chrome è attualmente uno dei più utilizzati web browser al mondo, presente anche nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux nella versione open source denominata Chromium.
Chrome è un browser che dispone di numerose funzionalità oltre a velocizzare la nostra navigazione sia da pc che device mobile. Volendo possiamo anche migliorare il browser attraverso estensioni di terze parti oppure attivando alcune funzionalità disponibili nelle impostazioni avanzate (chrome://flags).

In questa guida andremo ad analizzare due funzionalità avanzate di Chrome che ci consentono di velocizzare e migliorare la navigazione anche offline.

– Attivare Chrome Max Tiles For Interest Area

Google Chrome ci consente di migliorare lo scrolling delle pagine soprattutto in siti web molto “pesanti” semplicemente aumentando la memoria dedicata disponibile per la scheda. Disponibile sia per la versione desktop Linux, Mac, Windows, Linux e Chrome OS e nella versione mobile per Android, la funzionalità Max Tiles For Interest Area ci consente di dedicare maggiore memoria ram per velocizzare lo scrolling velocizzando la navigazione scegliendo tra 64, 128, 256 o 512 MB di RAM.

Basta digitare nella barra degli indirizzi:

chrome://flags/#max-tiles-for-interest-area

dovremo accedere alla sezione “Specifica le sezioni massime per l’area di interesse” nella quale dovremo decidere quanta RAM dedicare, esempio se abbiamo un pc o device mobile con 2 o più GB di RAM potremo scegliere l’opzione 512 MB, se abbiamo 1 GB potremo scegliere 256 mentre per sistemi con poca ram consiglio di mantenere il browser predefinito (130 MB) o 64 MB.

Chrome - max-tiles-for-interest-area

Non ci resta che riavviare il browser, molto probabilmente non noteremo nessun miglioramento all’avvio per notarlo basta accedere in siti molto “pesanti” come ad esempio la home di The Verge

– Attivare Chrome Offline Mode

Possiamo migliorare la navigazione quando utilizziamo ad esempio una internet key oppure il nostro smartphone o tablet. Se la connessione internet mobile non è molto stabile possiamo attivare la funzionalità Offline Mode che ci consente di consultare le pagine precedentemente visitate anche quando siamo offline utilizzando i dati salvati nella cache.

Per attivare la funzione Offline Mode in Google Chrome sia per la versione desktop Linux, Mac, Windows, Linux e Chrome OS e nella versione mobile per Android basta digitare nella barra degli indirizzi:

chrome://flags/#enable-offline-mode

e attiviamo l’opzione Attiva modalità cache offline (Quando l’origine non è disponibile, le risorse web vengono lette dalle voci della cache non aggiornata che sono disponibili) cliccando su Abilita e riavviamo il browser.

Chrome - enable-offline-mode

Possiamo testare la funzionalità semplicemente navigando in alcune pagine web, successivamente disattiviamo la connessione se clicchiamo accederemo comunque alle pagine precedentemente visitate anche da offline 😀

  • Non mi piacciono molto…attualmente i set che rendono meglio in KDE sono KFaenza, Nitrux-KDE e kAwoken.

  • Federico Biasiolo

    Molto bello 🙂
    Complimenti.

  • Luca Tavecchio

    è carino..ma trovo i colori così brillanti un pò fastidiosi e il design stesso.. con così tanti colori per ogni singola icona..onestamente non mi entusiasma più di quel tanto..

  • Robbe

    Preferisco le potenza classic

  • Davide

    davvero fighissima quell’immagine di sfondo, qualcuno sà dove la posso trovare??

  • EnricoD

    In aggiunta si può anche attivare lo smooth scrolling (scorrimento continuo) dai flags e disattivare qualche cosa 🙂
    chromium con questi trucchetti, più quello della opt del database SQLite e la disattivazione di qualche plugin, è velocissimo sul netbook

  • edoardo

    Firefox è molto più veloce.

    • EnricoD

      Su netbook nonostante i 2gb di RAM è inutilizzabile, a me crasha per questo non lo uso, per i desktop invece sono d’accordo con Te, meglio Firefox almeno è più sicuro

      • cippalippa

        con cosi poca ram puoi recuperarne un po’ mettondo in ”sleep mode” le tabs del browser (unload/tabpurge), l’unico modo per risparmiare memoria e con scelta meticolosa delle estensioni da usare. gli script aiutano a di ridurre uso di ram, ma in pochi casi funzionano bene rispetto e si sostituiscono alle estensioni :-I

  • Alex Garofalo

    Più tosto fatemi sapere come diavolo riavere il centro notifiche Google Now su Chrome che dopo l’aggiornamento a Chrome 36 è sparito.

    • EnricoD

      Dovrebbe esserci qualcosa cosi tra i flags
      “Enable Rich Notifications”, “Enable Experimental UI for Notifications” , “Notification center behaviour”
      Abilitali, dovrebbe andare

      • Alex Garofalo

        non ci sono queste voci sotto chrome://flags

        • cippalippa

          dipende dalla versione di Chrome/Chromium (e varianti) che usi. Su Chrome 35, le voci elencate (molte sperimentali) ci sono tutte.

          • Alex Garofalo

            Su Chrome 39 non ci sono…

No more articles