In questa guida vedremo come installare e mantenere aggiornato LXQt in openSUSE 13.1 e Fedora 20 grazie ai nuovi repository dedicati.

LXQt
LXDE è attualmente uno degli ambienti desktop più apprezzati e utilizzati dagli utenti Linux. Il successo di LXDE è dovuto principalmente alla leggerezza unita ad un menu a tendina, pannello personalizzabile ecc che candidano l’ambiente desktop come uno dei preferiti soprattutto dagli utenti con pc datati. Gli sviluppatori LXDE hanno già iniziato a guardare al futuro lavorando al nuovo progetto LXQt, ambiente desktop in grado di fornire caratteristiche della versione GTK+2 con però maggiori personalizzazioni, plugin / widget di terze parti. Possiamo già testare / installare e mantenere aggiornato LXQt nelle principali distribuzioni Linux grazie ai nuovi repository dedicati. Dopo aver visto come installare LXQt in Ubuntu / Lubuntu e Arch Linux, ecco come installare il nuovo ambiente desktop open source in Fedora 20 e openSUSE 13.1 tramite repository dedicati.

Grazie ai nuovi repository per Fedora 20 e openSUSE 13.1 potremo non solo installare facilmente LXQt ma seguirne tutto lo sviluppo grazie a costanti aggiornamenti.

Per installare LXQt in Fedora 20:

aggiungiamo i repository LXQt Fedora digitando:

sudo wget download.opensuse.org/repositories/X11:/lxde:/lxqt:/fedora/Fedora_20/X11:lxde:lxqt:fedora.repo -O /e tc/yum.repos.d

e installiamo l’ambiente desktop LXQt con le varie applicazioni dedicate:

sudo yum update
sudo yum install lxqt* -x lxqt-*-debuginfo --disablerepo=fedora* 

Per installare LXQt in openSUSE 13.1:

aggiungiamo i repository LXQt openSUSE digitando:

sudo zypper addrepo -f http://download.opensuse.org/repositories/X11:/lxde:/lxqt/openSUSE_13.1/ LXDE-QT.repo

e installiamo LXQt digitando:

sudo zypper refresh
sudo zypper install -t pattern lxde-qt

Home LXQt

No more articles