I developer del progetto LiveUSB Install hanno rilasciato la nuova versione 2.5.2 che include il supporto per Ubuntu 14.04 Trusty LTS e derivate.

LiveUSB Install 2.5.2 in Ubuntu
LiveUSB Install è un semplice software open source che ci consente di poter installare / copiare facilmente una ISO di una distribuzione Linux o Windows in una pendrive USB oppure memoria SD, microSD ecc. Il software dispone di caratteristiche molto simili a UNetbootin dato che include anche i collegamenti per scaricare le più diffuse distribuzioni Linux ed inoltre (per Ubuntu e derivate) è possibile includere la modalità persistente in maniera tale da poter salvare le applicazioni, file, segnalibri ecc. Grazie alla modalità IMG Write avremo la possibilità di poter salvare anche distribuzioni come Arch Linux, Manjaro Linux, Mageia ecc non supportate da UNetbootin, basta semplicemente rinominare l’iso in img.

Con la nuova versione 2.5.2 di LiveUSB Install oltre a varie correzioni troviamo il supporto per nuove distribuzioni come Ubuntu 14.04 Trusty LTS e device release che possiamo installare su pendrive anche in modalità persistente.
Da notare inoltre la modalità Re-Install Syslinux che ci consente di ripristinare il bootloader in una pendrive come ad esempio Puppy Linux, migliora anche il supporto per creare pendrive USB da CD / DVD anche di Microsoft Windows 7 e 8.

LiveUSB Install - info

– Installare LiveUSB Install

LiveUSB Install è disponibile per Linux e Microsoft Windows.
Per Ubuntu, Debian e derivate basta scaricare il pacchetto deb disponibile in questa pagina.
Una volta installo, basta avviare LiveUSB Install da menu / dash.

Per le altre distribuzioni Linux basta scaricare il file tar.gz di LiveUSB Install estrarlo e avviare il file live-usb-instal.py, per funzionare il software richiede le seguenti dipendenze: python 2.6+, python-glade2, syslinux, wget, p7zip-full, unrar, hal o udev e parted

LiveUSB Install è disponibile anche per Arch Linux e derivate tramite AUR.

Home LiveUSB Install

  • Che differenze ha da UNetbootin?

    • c’è anche scritto sull’articolo
      la possibilità di installare anche arch linux, mageia, manjaro ecc ripristinare il boorloader in pendrive ecc

  • Angelo Palombi

    E’ la seconda volta (la prima circa un anno fa) che LiveUSB Install mi brucia la pendrive, e questa volta era da 16 GB. Nessun altro se ne è mai lamentato?

    • cippalippa

      come puo’ bruciare la pendrive un software? O.o non e’ che hai problemi di erogazione tensioni/correnti sulla scheda madre (porte usb) o peggio ancora da parte dell’alimentatore

      • Angelo Palombi

        Caro Cippalippa, premesso che l’erogazione di corrente è filtrata con un UPS della APC ben dimensionato, ho pensato anche io che il dubbio fosse sciocco (ed in verità lo penso ancora, nonostante quanto postato), ma che per ben due volte la pendrive sia scomparsa dai radar (vedi la risposta a Franco) subito dopo aver utilizzato lo stesso software mi pare francamente una coincidenza tanto eccezionale da autorizzare ogni dubbio, anche sciocco. Grazie per l’attenzione.

        • cippalippa

          non so se con l’UPS sei al sicuro, forse non basta: in fondo l’UPS non ti garantisce che la scheda madre abbia difettosita’ di varia natura (sia di tipo elettrico che meccanico) sia che sia gia’ arrivata cosi’ di fabbrica o per un uso non corretto o intensivo si sia danneggiato q.cosa al suo interno o alcune parti di circuiteria ne abbiano subito un danneggiamento.
          UPS di marca garantisce ottima stabilita’ delle tensioni e correnti erogate in varie condizioni d’esercizio/stress, carichi e range di temperature, ma se la mobo ha q.cosa che non va (verificato il bios del produttore se e’ l’ultimo aggiornato e se e’ esente da difettosita’) per quanto l’alimenti correttamente non e’ detto che debba funzionare di conseguenza bene, dovut a cause esterne e differenti dalla corretta erogazione di alimentazione per le varie sezioni della tua mainboard.;)

          • cippalippa

            correggo: “UPS non ti garantisce/esclude a priori la possibilita’ che la tua mobo sia esente da difettosita’ di varia natura (di carattere fisico o meccanico) escludendo quello elettrico e corretta alimentazione”

    • Franco

      Stai tranquillo che nessuna chiavetta si brucia. Quindi se le hai buttate peggio per te. Questo tipo di programmi riformattano sempre l’usb e il più delle volte riducono lo spazio sulla partizione visibile. Per ripristinare il tutto molto spesso bisogna riscrivere il settore MBR e ricreare la partizione principale, infine formattare. Tornerà come nuova! Fidati 🙂

      • Angelo Palombi

        Caro Franco, per le operazioni che tu suggerisci bisognerebbe che la pendrive fosse “vista” almeno da un programma di partizionamento, ma la sua presenza non è rilevata né da gestione disco di Win7, né da Gparted, né da MacOS, né da Paragon Partition Manager , né da AOMEI, nè da Aeseus, né da HdTune, ecc….ecc..O sbaglio e c’è qualche modo per aggirare il problema? Grazie per l’attenzione.

        • Franco

          Tutti programmi fortemente bacati allora se non te la rilevano o hai il connettore usb lievemente danneggiato o con gioco sui contatti. Per dissipare ogni dubbio prova a monitorare con programma di partizionamento su un’altra porta usb, meglio ancora se su un altro PC. A me era già accaduto di trovare porte danneggiate o malfatte già dal costruttore. Guarda sempre l’integrità del settore MBR!

          • Franco

            Edit: Gparted aveva dato problemi di rilevamento anche a me, motivo per cui lo uso solo per lavori elementari. Paragon pure ma solo con le usb, Aomei mi pare un po’ meglio sul rilevamento (se aggiornato)
            Se no si può fare da linea di comando con fdisk e forzare la riscrittuta dell’MBR
            Io ero riuscito a resuscitare anche usb fisicamente spaccati in due!

          • Angelo Palombi

            Niente da fare; un’altra coincidenza sfortunata!
            Comunque, grazie 1000.

          • EnricoD

            Testdisk lo hai mai provato?? Provalo
            È il migliore tool per fare queste cose
            Se non te la lista tra le partizioni significa che è andata
            Se invece la rileva puoi anche fixare tabella partizioni e fare altre operazioni..
            Photorec se devi recuperare file

      • cippalippa

        dipende se il supporto non e’ gia’ logoro di suo, se ha gia’ subito tanti cicli di lettura e (in particolare) scrittura e spesso la stessa periferica USBDrive si flesha, alla lunga (dopo 100ia di cicli) non e’ detto che la pendrive non patisca e passi a miglior vita. maggiormente vero su dispositivi economici o peggio ancora di marche scadenti 🙂

    • Giulio Mantovani

      quando uso imagewriter, con determinate distro le chiavette vengono ridimensionate creando un sistema avviabile come un cd, quindi una chiavetta da 4 gb ad esempio con ubuntu diventa 900 mb, fatto questo, per ritornare ad utilizzarla normalmente e correttamente do:

      sudo fdisk -l

      devi cercare in elenco (ovviamente deve essere inserita la chavetta) un dispositivo tipo /dev/sdb con una dimensione pari a quella della tua chiavetta, vedrai le partizioni su quel dispositivo, con ubuntu mi segnala 900 e rotti mb su FS fat, 10 mb non allocati e il resto unknown, a questo punto si da

      sudo dd if=/dev/zero of=/dev/sdX

      dove X sta per il dispositivo, non la partizione!, quindi non devi mettere ad esempio sdb1, sdb2 ecc. ma solo sdb, altrimenti formatterà solo la partizione interessata, senza numeri invece vuol dire “formatta tutto il dispositivo”, una volta finito (ci può mettere diversi minuti visto che è una formattazione a basso livello, per 4 gb ci mette in media 10 minuti a me) basta che apri un qualsiasi programma di partizione e ti rileverà la chiavetta indicata come “senza tabella delle partizioni”, la ricrei e poi ti verrà fuori “chiavetta non formattata”, selezioni il file system e fai applica, stacchi la chiavetta, riattacchi e torna come nuova 😉

      Nel caso fdisk -l non te la rileva a quel punto mi sa che puoi anche buttarla

      • Franco

        Queste informazioni dovrebbero essere scritte ben in chiaro per chi utilizza questi programmini sfascia-usb! In ogni caso, no mai buttare via niente! Al limite spedite a me! :))

No more articles