Google ha annunciato che Cloud Platform supporterà anche CoreOS l’ormai famosa distribuzione Linux made in USA specifica per il cloud computing.

Google Cloud Platform
Google Cloud Platform è una piattaforma di sviluppo che fornisce una serie di servizi e tecnologie in prevalenza open source dedicate allo sviluppo di siti e applicazioni web da poter ospitare all’interno dell’infrastruttura dell’azienda di Mountain View. Più precisamente Google Cloud Platform viene indicata come una “Platform As A Service” completamente open source i cui sorgenti sono ospitati sul portale GitHub. Nei giorni scorsi Google ha recentemente annunciato che Cloud Platform include il supporto per virtualizzare il sistema operativo CoreOS, consentendo quindi agli utenti di poter creare infrastrutture in maniera più semplice e funzionale.

CoreOS è una nuova distribuzione Linux open source specifica per il cloud computing che sta riscontrando un notevole successo in tutto il mondo.
Nata da quattro developer statunitensi Alex Polvi (attuale CEO ), Kroah-Hartman (sviluppatore che lavora anche per la Linux Fondation), Michael Marineau /ex developer di Google) e Brandon Philips; CoreOS fornisce una infrastruttura in grado di ospitare i componenti di qualsiasi applicazione Web e basta rendendo cosi il progetto molto semplice e soprattutto leggero e veloce (la distribuzione si basa principalmente su Docker per la gestione dei container e utilizza due componenti chiave etcd e fleet scritti in Go).

CoreOS è inoltre compatibile con KVM e OpenStack, da notare come la distribuzione è una rolling release dispone quindi di Kernel e varie pacchetti / applicazioni costantemente aggiornati all’ultima versione stabile disponibile.

Home Google Cloud Platform | CoreOS

  • ciko

    Come Hard Disk si può anche inserire quello del mio pc fisso, mantenendo SO e tutti i dati?

  • Fabio

    Cavolo, 165 euro non è mica male come prezzo! Piuttosto questa Radeon come va con linux?

  • Giacomo Baiamonte

    insomma, si acquista un case con processore e ram a 185 euro (ci sono anche le spese di spedizione da mettere in conto)? Beh, secondo me chi fa da sè fa meglio…voglio dire:
    scheda madre asrock e350m1 68 euro spedizione gratuita (non sono supportate le ram a 1333MHz, mentre nelle specifiche del pc è indicato il loro utilizzo)
    ram kingstom ddr3 1066MHz 4GB 22,31 euro spedizione inclusa
    case lc-power LC-1320MI 45,42 euro + 6,90 euro di spedizione
    totale: 142,63 euro…un risparmio di circa 40 euro, sufficiente per dotare la macchina di un disco rigido o di un piccolo ssd

    • Giacomo Baiamonte

      che poi questi sono i prezzi riportati su amazon ma se si ordinano i componenti da altri store si riesce a limare ulterioriormente la spesa, riuscendo far rientrare nei 180 euro anche un masterizzatore DVD…insomma, il prezzo sembra apparentemente conveniente ma con la stessa cifra è possibile anche completare questo sistema low-cost

      • Leo

        Certo ma non bisogna dare per scontato che non tutti hanno le conoscenze tecniche specifiche di aprire un case, installarci la MoBo, applicare le RAM, collegare cavi SATA e alimentatore alla MoBo, e modificare le Bios per installare il SO

        • Giacomo Baiamonte

          in questo prodotto non è presente HD, quindi se chi lo acquista non ha le giuste competenze dovrà comunque pagare il prezzo del disco rigido + quelle di installazione dell’OS. Considerando che molte catene ormai offrono anche il servizio di assemblaggio, credo che a conti fatti convenga ordinare i pezzi presso altri store

    • luisluisito

      Dove hai presto tutto questo materiale ?
      Con acquisti a partire da 19 € su amazon.it non si pagano le spese di spedizione.

      • Giacomo Baiamonte

        in che senso “dove hai preso tutto questo materiale”? comunque ciò che dici è vero solo se il venditore è Amazon, il case a quel prezzo lo trovi su Amazon ma il rivenditore è un privato

  • diglozz

    ma per l’hard disk come bisogna fare? posso utilizzare l’HD interno del mio pc attuale mantenendo dati e SO?

  • diglozz

    posso utlizzare l’HD interno del mio pc mantenendo dati e SO? mi é appena partita la scheda madre e vorrei acquistare un nuovo pc

    • andreazube

      Dati si, SO non credo, semplicemente perchè il tuo SO sarà configurato per il vecchio pc, quindi per funzionare col nuovo avrà bisogno dei vari driver.
      Ihmo fai prima a reinstallare (ovviamente copiati i file di configurazione della home)

      • Max Franco

        linux non è windows. tranne alcuni driver proprietari la stragrande maggioranza dei driver viene inclusa nel kernel o come modulo già da tutte le maggiori distribuzioni. quindi puoi tranquillamente usare il tuo hd su di un pc differente. al massimo dovrai installare i driver ati per la gpu per avere l’accelerazione grafica.

        • andreazube

          Dipende dal SO, per esempio Arch su un pc con scheda grafica differente non ti fa partire niente di grafico perchè non ha driver non necessari
          Onde evitare problemi e sicuramente meglio reinstallare, tanto ci vuole mezz’ora nelle principali distro, e si possono tenere le configurazioni in ~

          • Max Franco

            perdona la battuta. .. ma con “maggiori distribuzioni” pensavo a debian, ubuntu, fedora ecc. ecc. 🙂 ovvio che chi sa usare gentoo o arch saprà trovare una soluzione al problema diversa. comunque ho seguito questo metodo con debian e ubuntu su parecchi pc, senza mai problemi…

          • andreazube

            Ihmo debian è più “difficile” di Arch, e l’utenza è molto simile di numero (parlo di Debian “pura”)
            E poi non è mica detto che solo perchè uno usa ubuntu deve avere 3000 driver 🙂
            Non capisco tutta questa paura di reinstallare sinceramente 😛

          • Max Franco

            ok, non apriamo flame tra fan di distribuzioni 🙂
            rispondo alla tua perplessità su ubuntu con la constatazione che è semplicemente così… i driver ci sono ed è questo che ha fatto di ubuntu la distro più usata, il problema semmai sarebbe levarli, se uno non li volesse…
            sulle reinstallazoni, non credo sia paura, solo comodità.. se non hai la /home su di una partizione separata, occorre fare il backup di tutto, oppure perdere le impostazioni di tutti i software. inoltre tocca reinstallare tutti i pacchetti, che possono essere anche numerosi, e repository esterni come ppa o anche semplici pacchetti installati da l file .deb e magari personalizzazioni e hack che si sono fatti per sistemare qualche problemino… qui parlo ovviamente delle mie necessità e non di quelle di diglozz, ma il risparmio di tempo che si ottiene per me non è solo di mezz’ora, ma parecchio di più.

            Quella di non legare una installazione ad un hardware specifico è una piccola comodità che permette linux, e non vedo perché non usarla quando possibile, se la distribuzione lo permette… 🙂

        • asd

          solo una cosa, con udev usare un sistema diverso aveva dato problemi alla scheda di rete, basta cancellare la riga con il MAC della vecchia scheda che sta nelle rules udev relative al network (file esatto penso dipenda dalla distro)

  • Guest

    Che bela idea… economica e dà la possibilità di usare l’HD che si ha già senza doverlo “ricomprare” per forza.

  • luca ciccotelli

    ciao, solo sata sulla scheda madre? niente ide?

    • Leo

      Sulla scheda madre solo eSATA, confermo

  • ramon

    sembra conveniente ma non lo è con la stessa cifra si puo assemblare un pc con caratteristiche superiori utilizzando processori celeron ivy bridge ad es con consumi simili (a parità di prestazioni)

    amd e350 indice passmark 772 consumo a pieno carico 20 watt circa

    Intel Celeron G1610 @ 2.60GHz indice passmark 2611 consumo idle (a 1.6Ghz) 7 watt a pieno carico intorno 40watt

    • ramon

      “con consumi simili (a parità di prestazioni)”

      in realtà i processori intel sono più efficienti consumano meno energia a parità di carico di lavoro

      • Leo

        La superiorità delle CPU Intel sulle AMD è indubbia ma il processore Intel Celeron G1610 costa sui €40, aggiungendo la scheda madre (che nel caso sopra è integrata con il processore), il case e la memoria RAM non so quanto si vada a risparmiare alla fine dei conti!

        • Attilio

          con 100 euro compri mobo economica cpu e ram 4 giga

          l’ alimentatore lo recuperi oppure con 30 euro lo prendi

          lo puoi tenere in un cassetto cosi risparmi anche il case

          hard disk lo recuperi oppure con 40 euro lo compri

No more articles