I developer Fedora hanno confermato che la futura versione numero 22 avrà di default il nuovo gestore dei pacchetti DNF.

DNF in Fedora
DNF è un nuovo gestore dei pacchetti open source sviluppato dai developer Fedora per fornire una valida alternativa all’attuale Yum.
Già incluso nei repository ufficiali, DNF sarà il gestore di default in Fedora 22, la conferma arriva proprio dai developer della distribuzione sponsorizzata da Red Hat dopo una discussione al recente FESCo Meeting. Per gli utenti e developer non dovrebbero esserci problemi visto per DNF utilizza la stessa sintassi di YUM, ad esempio per installare Gimp basterà digitare dnf install gimp (logicamente con i permessi di root).

Il nuovo gestore dei pacchetti DNF era già stato proposto di default per Fedora 21, a cusa però di alcuni problemi con l’installer Anaconda si è deciso di puntare sulla futura versione numero 22.
I vantaggi di DNF sono molti a partire dal supporto, difatti DNF (a differenza di YUM) supporta Python 2 e Python 3, inoltre grazie a Hawkey avremo ricerche di pacchetti molto più veloci oltre ad un minor consumo di memoria RAM e una maggiore integrazione con l’installer Anaconda.

Per maggiori informazioni sulla conferma di DNF in Fedora 22 consiglio di consultare la pagina dedicata dal Wiki Fedora.

  • Marco

    “Google Chrome 26 dovrebbe essere rilasciato verso settembre 2013 per
    quella data Ubuntu 10.04 non sarà più supportato stessa cosa per Debian 6” Non è proprio vero, le versioni stabili di Debian. quando diventano “Old Stable” vengono supportate ancora per un’anno dall’uscita della nuova Stable. Ad esempio la 5.0 Lenny è stata supportata fino all’anno scorso, quando già c’era Squeeze…

  • nakki

    “Google Chrome 26 dovrebbe essere rilasciato verso settembre 2013 per quella data Ubuntu 10.04 non sarà più supportato stessa cosa per Debian 6.”

    Ehm no… squeeze rimarrà supportata ancora per un anno o più, in base a quando uscirà wheezy. Non mi sembra una mossa corretta escludere una debian ancora supportata o una RHEL….

    • superlex

      Non vedo il problema (a parte l’errata informazione sul supporto di Squeeze).

      Chi (attualmente) utilizza debian 6 non vuole di certo l’ultimo software uscito, bensì quello stabile e che ovviamente sarà supportato per tutto il tempo di Squeeze 🙂

      • nakki

        Io uso anche debian squeeze, e voglio l’ultimo rilascio stabile del browser, firefox o chrome che sia… Quindi quelli come me che si affidano a chrome resteranno con il browser non aggiornato. Quello intendevo dire…

  • Ilgard

    Sensata come scelta: per migliorare continuamente le prestazioni è necessario sfruttare quel che la tecnologia offre al momento anche se questo significa che alcuni non potranno usufruirne. I possessori di distro con gtk < 2.24 protranno sempre usare Chrome 25 senza problemi di sorta.

  • vroby

    credo che tra 10 anni rimpiangeremo questo felice periodo in cui eravamo ancora liberi. Vedo un gran voglia di recintare il nostro campo verde. Tutto questo in nome della sicurezza. Sicurezza ok ma di chi?

No more articles