Addio a Dalvik, le future versione di Android avranno ART come runtime di default portando con se migliorie nell’autonomia e multitasking.

Android
Gli ultimi aggiornamenti di Android hanno reso il sistema operativo mobile di Google sempre più completo e funzionale. Android è presente non solo in smartphone e tablet ma anche in smartwatch (attraverso il nuovo progetto Android Wear), tv, automobili, frigoriferi, personal computer ecc. A quanto pare Android introdurrà nelle prossime versioni il nuovo compilatore ART (Android RunTime) al posto dell’attuale Dalvik portando con se notevoli migliorie sia nelle performance e nella sicurezza del sistema operativo mobile. ART è un progetto sviluppato da più di due anni dai developer Google e renderà Android molto più veloce oltre a migliorare anche l’autonomia del dispositivo e il multitasking oltre a ridurre il consumo di memoria RAM.

La migrazione da Dalvik ad ART in Android porterà molto probabilmente notevoli problemi soprattutto agli sviluppatori delle applicazioni che dovranno integrare il supporto per il nuovo compilatore, in alcuni casi si parla della completa riscrittura dell’applicazione.

ART renderà Android più leggero e performante migliorando cosi il supporto per dispositivi non recenti, secondo alcuni sviluppatori però il nuovo compilatore richiederà più spazio alle applicazioni, il processo d’installazione sarà inoltre più lungo (logicamente il tempo varia anche dall’hardware incluso nel dispositivo).

Il passaggio da Dalvik ad ART potrebbe approdare già con la futura versione 5.0 di Android, anche se attualmente sono solo ipotesi dato che da parte di Google non è arrivata nessuna conferma.

Per maggiori informazioni sulla migrazione da Dalvik ad ART in Android consiglio di consultare l’articolo dedicato dal forum XDA.

Ringrazio EnricoD per la segnalazione.

No more articles