I developer del progetto Apache Friends hanno rilasciato un’importante aggiornamento per XAMPP, risolvendo il problema con OpenSSL e il bug Heartbleed.

XAMPP 1.8.3 in Ubuntu Linux
Sono stati molti i server Linux che hanno riscontrato l’ormai nota vulnerabilità di OpenSSL denominata Heartbleed, per fortuna a poche ore dalla segnalazione, erano già disponibili gli aggiornamenti di sicurezza che andavano a risolvere il bug. A riscontrare il problema di OpenSSL Heartbleed troviamo anche XAMPP, progetto open source, sviluppato dal team apache friends, che ci consente di installare facilmente Apache, MySQL, PHP e Perl in Linux, Windows e MAC. Grazie al nuovo aggiornamento oltre a risolvere i problemi con OpenSSL Heartbleed, XAMPP 1.8.3 aggiorna anche Apache alla versione 2.4.9, PHP 5.5.11 e phpMyAdmin 4.1.12.

Da notare inoltre alcune correzioni al nuovo installer sviluppato da Bitnami risolvendo alcuni bug anche nell’installer di WordPress, Drupal, Joomla!, Magento, Mediawiki, Moodle, SugarCRM, DokuWiki, ownCloud, phpBB ecc.

Installare XAMPP è davvero molto semplice, per Ubuntu, Debian e derivate per prima cosa dobbiamo installare python-glade2 dipendenza necessari per avviare XAMPP Control Panel, basta digitare da terminale:

sudo apt-get install python-glade2

a questo punto scarichiamo l’installer .run di XAMPP per Linux da questa pagina, una volta scaricato rinominiamolo in xampp-linux.run e sposiamolo nella home e digitiamo da terminale:

cd
chmod 755 xampp-linux.run
sudo ./xampp-linux.run

dopo alcuni secondi si aprirà un wizard d’installazione, basta confermare per installare XAMPP nella nostra distribuzione.

Al termine dell’installazione dovremo creare il collegamento di XAMPP Control Panel nel menu digitando:

wget http://dl.dropbox.com/u/964512/server/xampp-control-panel.desktop
sudo mv xampp-control-panel.desktop /usr/share/applications/xampp-control-panel.desktop

il tema del menu da root si presenterà non ben integrato con il tema di default, per correggerlo basta digitare:

sudo ln -s ~/.themes /root/.themes
sudo ln -s ~/.icons /root/.icons
sudo ln -s ~/.fonts /root/.fonts

A questo punto possiamo avviare XAMPP Control Panel da Menu / Dash una volta avviato possiamo cliccare su Start XAMPP oppure possiamo avviare un singolo servizio cliccando su Esegui.

XAMPP Control Panel

Per verificare che XAMPP sia correttamente avviato nel nostro sistema basta avviare il nostro browser e dalla barra degli indirizzi inserire il seguente url: http://localhost se l’installazione va a buon fine troverete il messaggio di benvenuto di XAMPP.
Ricordo che XAMPP è disponibile anche per Microsoft Windows e Mac OS X, inoltre se cercate un servizio hosting affidabile, server cloud Linux, VPS ecc consiglio il Web Hosting Shellrent servizio con il quale è gestito anche lffl.

Home XAMPP

  • Giacomo Baiamonte

    la 4.0 presentava grossi problemi di incompatibilità col mio netbook 🙁 spero che questa vada meglio visto che , al di là dell’incompatibilità hardware, ho trovato android su netbook un S.O. molto molto reattivo

  • Roberto

    è, per caso, predisposta all’ Ethernet?

  • FrankFranco

    Ho provato quest’ultima versione di android giusto ieri sera sul mio netbook eee 900ha (supportatissimo da ogni distribuzione), il sistema è reattivo e funziona bene se non fosse che dopo 10-15 minuti di utilizzo improvvisamente lo schermo diventi nero senza avere la possibilità di far altro se non riavviare. In ogni caso la mancanza di applicazioni compatibili per questa versione si fa sentire.

    • Gianmarco Mannara

      è capitato anche a me ma mentre utilizzavo la live. A te è capitato dopo averlo installato ?

      • FrankFranco

        a me è capitato provandolo dalla modalità live, penso che l’errore sia lo stesso.

    • Giacomo Baiamonte

      anche io ho lo stesso problema…accidenti! Col poco tempo a disposizione precedente alla manifestazione di questo bug non si può valutare nemmeno la totale bontà del sistema operativo…peccato, ci speravo tanto 🙁 credete che installandolo del tutto nel pc continuerà a manifestarsi questo bug?

  • Ho provato a scaricare la ISO e bruciarla su DVD, poi ho provato anche con la chiavetta USB. Non mi parte in nessuno dei modi. Sono già entrato nel BIOS ed ho configurato in modo da far partire nel giusto ordine.
    Ho un Acer Aspire 5920, con Windows 7 e Linux Mint 14.
    Potreste darmi una mano? Grazie a tutti

    • FrankFranco

      io ho installato la iso su pendrive usb utilizzando Suse Image Writer. è semplicissimo da utilizzare

    • Antux91

      Allora formatta la pendrive, poi scarica la iso , ovviamente usando Linux Mint 14 a quel punto dai da terminale : sudo dd bs=1M if=path-della-iso of=/dev/sdb *nota la tua pendrive se è l’unica collegata va bene che scrivi sdb ma se non è l’unica scrivi accanto il numero che la identifica ( consiglio collega solo lei così non sbagli ) poi dopo al riavvio al bios dici che deve fare il boot da pendrive ci dovrebbe essere una opzione che lo fa fare 😉

  • Simone Picciau

    Io faccio il boot da pendrive ed arrivo ad ottenere un terminale con prompt di root nient’altro. Qualche suggerimento???

  • floriano

    La 4 funzionava bene sul mio netbook, questa qui ancora non so..
    ps la 4.2 è piena di bug, questa qui è la versione depurata?

  • striplex

    Provato ,bello e veloce ma inutile, se le app non vengono supportate non ha senso installare questo android , se venissero supportate le app sarebbe una gran cosa potrei rendere il mio acer aspire una piccola tv station 🙂

    • Alexander83

      Hai ragione, tutto bello ma senza applicazioni che te ne fai?

  • Fabio

    Qualcuno lo ha provato ad installare? Come nel livecd dopo pochi minuti si “spegne”? Grazie.

  • Giordano Mirasole

    Ho provato da pendrive e si avvia ma non riconosce il wifi, provando ad installarla non si avvia e mi dà un “kernel panic”. Avete suggerimenti per farla funzionare? Il netbook è un acer aspire one happy 2

  • Salvatore Gnecchi

    Ho provato la versione precedente su un EEE 900 ed effettivamente lo rende gradevolissimo. Quello che manca é un video player e poi le cose di “base” ci sono (un editor di testo minimo, internet, un app per l’accesso remoto ad altri pc.)
    Funziona ed é molto carino da vedere.

    Sicuramente concordo con tutti quelli che dicono: no apps, no party, ma in fondo é un progetto relativamente giovane, io spero che creschi molto =)

  • KRIOL

    Ha i permessi di ROOT ?

No more articles