E’ disponibile la nuova versione R8 di wattOS, distribuzione Linux che abbandona Ubuntu per passare a Debian.

wattOS
wattOS è un distribuzione Linux sviluppata principalmente per fornire un sistema operativo stabile e leggero da poter essere utilizzato sia in pc nuovi che datati. Nata come derivate non ufficiale di Ubuntu, il gruppo di sviluppatori wattOS ha deciso di abbandonare la distribuzione realizzata da Canonical e con la versione release R8 puntare su Debian. wattOS R8 oltre ad essere basata su Debian 7.5 Wheezy include le principali caratteristiche incluse nelle precedenti release, ossia ambiente desktop leggeri e ottimizzazioni varie (compreso il supporto per pc non-pae) per garantire stabilità e reattività anche in sistemi datati.

Disponibile con l’ambiente desktop LXDE o Mate, in wattOS R8 troviamo il Kernel Linux 3.13.10.x, Microwatt è stato sostituito da PekWM per la personalizzazione del window manger Openbox, da notare inoltre il nuovo installer grafico che consente una facile installazione anche da parte di user inesperti.

Tra i vari aggiornamenti troviamo LXDE 0.5.5 e Mate 1.8.0, PCManFM 1.1.2, Shotwell 0.12.3, Iceweasel 24.5.0 ESR, Filezilla 3.5.3, Transmission 2.52, ePDFViewer 0.1.8, Audacious 3.2.4, VLC 2.0.3 e XFBurn 0.4.3

wattOS R8

Per maggiori informazioni su wattOS R8 consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Ringrazio il nostro lettore Guest per la segnalazione.

Home wattOS

  • millalino

    era già una distro leggera con ubuntu, sono curioso di provarla con Debian sotto … il cofano 🙂

    • Mario

      Debian Wheezy, con Mate, consuma 90/100Mb di RAM all’avvio. Roba da fr impallidire molte distro con Lxde.

      • EnricoD

        non penso che sia la Ram all’avvio a fare la differenza, Io oramai me ne frego totalmente

        • Mario

          Dipende quanta ne hai. Se ne hai 1gb o meno, interessa eccome! Comunque hai ragione, ci sono sistro che consumano poca RAM, ma sono pesanti come consumo di cpu, e distro che consumano tanta RAM ma anche su processori vecchi non si sentono.

          • alex

            ma infatti guardare solo alla ram occupata è inutile, tutto dipende da come viene poi gestita. Alla fine se la ram c’è tanto vale usarla…

          • Matteo

            la cosa piu giusta detta fino ad ora!!!!!!!!

  • EnricoD

    una scelta saggia … 🙂

  • EnricoD

    Vi consiglio di comprare i popcorn che a breve arrivano sicuramente quelli della “solita distro inutile”… forza, aspetto solo Voi, mi fate divertire 🙂

    • MoMy

      Spè che mi metto comodo ”pure mi”. Ho il frigo pieno, preferisci birra o bibita?
      Nell’ attesa, discutiamo di qualche distro inutile?
      (scherSo eeh!) :p

      • EnricoD

        ahhaha:)

        • tomberry

          Posso accomodarmi anche io? ^^

          • JackPulde

            Pop corn signore signori! Pop corn!
            Bibite fresche! Birra! Cocaaaa Cola! Succhi di fruttaaa!

            Prendi 2 paghi 3!

          • MastroAttilio87

            Io tre birre Duff e una Ubuntu Cola* XD

            *Assaggiata per la prima volta qualche settimana fa, non è male ;D

      • XfceEvangelist

        Io voglio la Brunella Ballor. PS: se sei troppo giovane non puoi capire.

        • bypasser

          prunella ragazzo, prunella!

          • XfceEvangelist

            Azz hai ragione!!! Oggi, grazie a te, ho imparato una nuova cosa. Grazie!!

    • ottone

      questa è la solita distro inutile 🙂

      • JackPulde

        è stato emozionante :’)… vogliamo il bis! :’)

        • Kraig

          Vuoi il bis? XD

          L’ennesima distro inutile!

    • Rocco 25

      io porto la compagnia femminile se volete…

  • papagio

    volevo segnalare che in virtualbox dopo l’avvio consuma circa 200 Mb di ram e che la versione di mate è la 1.8 e non la 1.4 di Pointlinux

  • luca

    lo usato 4 anni fa su un netbook asus di 7 pollici,stupenda insieme a Gos che purtroppo e stata abbandonata,adesso volgio provare la versione con mate su ultrabook

  • libero

    non ho mai utilizzato debian ma vorrei provarlo l’unico motivo che mi frena è la compatibilità delle app ubuntu da ppa esterni (spesso vengono dati in questo blog ma si parla sempre di ubuntu e mai di debian)

    • luca

      Dipende di che app parli, per ubuntu si utilizzano i ppa, generalmente in debian sono già comprese nei repository, se si cerca app più aggiornate si possono scaricare dai backport o dai repo testing o sid, é da non molto che sono passato a debian testing e per il momento sono abbastanza soddisfatto e di sicuro non rimpiango niente di *buntu, comunque ognuno ha le sue esigenze quindi ti consiglio di provarla in partizione separata o in virtualbox

    • f

      praticamente se usi apt-get o aptitude o synaptic, i pacchetti .deb si usano esattamente come ubuntu, ma questo non vuol dire che si possa aggiornare senza problemi, anzi, rischi di ritrovarti un frankestein mezzo debian e mezzo ubuntu.
      Inoltre aggiungere i ppa mi pare sia manuale.
      Io ho risolto cosi’, scarico i deb da launchpad, li spacchetto, ficco tutte le librerie delle dipendenze necessarie in una directory e uso LD_LIBRARY_PATH, comodissimo per non dover aggiornare cose come glibc, ma occorre sapere cos’e’ un kernel, un modulo, una libreria.

      Oppure puoi tentare un chroot per le robe di ubuntu.

      Oppure un dual boot o un livecd per ubuntu e debian per il sistema base.

  • JackPulde

    Secondo me questo è solo “l’inizio”… Ovvero un pò tutte le derivate passeranno da Ubuntu a Debian.. Sarà principalmente per Mir… Ma in casa Canonical è meglio darsi una svegliata e cambiare strada… Ammettere che hanno tentato di cambiare il “normale desktop” però perdendo multi utenti e creando malcontenti…

    Sarà un brutto colpo ormai ammetterlo, ma la strada giusta sarebbe buttare l’idea Unity e pensare ad altro…

    • Unity è un bel progetto ma devono ancora darsi molto da fare per migliorarlo.

      Il fatto che si cominci ad abbandonare Ubuntu e basarsi su Debian è un’ottima cosa.

      • JackPulde

        “Il fatto che si cominci ad abbandonare Ubuntu e basarsi su Debian è un’ottima cosa.” … Perchè dici? :/

        Comunque non sono contro Ubuntu, mi sono espresso male forse… Però hanno perso molto dalla 10.04/10.10… Io mi ricordo che erano super distribuzioni quelle… Però devono veramente lavorarci e tanto anche… Unity l’ho provato una settimana fa ad usarlo anche per sviluppare, ma non è il massimo dell’usabilità… Soprattuto le ricerche nella dash… Poi ognuno ha i suoi gusti eh ;)!

        • Infatti nella dash ho disabilitato le ricerche online e Amazon.

          Sono una rottura di scatole mica da poco.

          • JackPulde

            Rallentano molto la dash :/

        • XfceEvangelist

          Ho dovuto recentemente utilizzare un notebook con Unity e modificare il software “in campo” e ti confermo che come usabilità mi sono trovato malissimo piu’ diversi altri problemi non riscontrati su Xubuntu.

        • Tiziano Longhi

          Non ne rifaranno un’altra come lucid lynx

          • JackPulde

            Purtroppo hai ragione 🙁

          • l’ultima ubuntu davvero ben fatta e ultima ubuntu che ho usato sul mio PC

          • Kraig

            Ubuntu 8.04 LTS Hardy Heron.
            La migliore versione di ubuntu in assoluto!
            Voglio tornare indietro nel tempo, porco zio!

          • bypasser

            …ma che tastiera hai Kraig?…ops intendevi veramente zio…ok…

          • Kraig

            Dicasi autocensura. 🙂

          • bypasser

            mit‌ico! sei un d‌io

          • Snizzo

            La migliore in assoluto 7.04 feisty fawn. Introduceva il gestore di driver ristretti e beryl. Ha fatto funzionare schede che nessun utente normale sarebbe stato in grado.

    • Fabio De Falco

      Sono dell’opinione che invece ne valga la pena.
      vedo questo periodo come un momento di transizione se potessi avere lo stesso sistema operativo sui miei sistemi fissi e quelli mobili per me sarebbe un grande vantaggio.
      Forse al momento la cosa crea dei malcontenti magari fra 5 anni tutti potranno beneficiarne.
      Se canonical ha deciso di provarci che ci provi e se i programmatori di wattos hanno deciso per un altra strada credo che sia solo l’ennesima dimostrazione che nel mondo linux la condivisione e la possibilità di scelta è più viva che mai. In passato ho avuto la possibilità di usare wattOS non è affatto una distro inutile l’ho usata su un pentium 4 con 250 mb di ram e devo dire che ha allungato la vita del pc di altri 2 anni.
      Attualmente la macchina la usano i miei nipoti per le loro ricerche su wikipedia e ancora nessuno di loro si è mai lamentato della lentezza del pc.

  • BloodyViking

    Grazie a Dio! WattOS è un interessantissimo progetto, fortuna che si è slegato da Ubuntu!

  • guerino

    secondo voi è migliore una ubuntu LTS o una debian testing?

    • Fabio

      Non so Ubuntu LTS, ma nonostante ciò che si dice in giro qualche problemino Testing (soprattutto quando il ramo testing viene riaperto dopo l’uscita della stabile) ogni tanto lo da. Nulla di che, s’intende, ma io preferisco la stabile.
      Ciao

    • luca

      Non esiste un paragone tra stable e rolling, dipende da cosa sei interessato, se preferisci stabilità allora lts o stable che sia ubuntu o debian, se invece preferisci avere un sistema sempre aggiornato invece di reinstallare ogni 6 mesi una versione nuova di ubuntu puoi benissimo utilizzare una debian testing, esistono anche altre soluzioni come mint lmde o solidxk che aggiornano il sistema ogni 4 mesi e sono leggermente più userfriendly

  • quante volte avrò letto questa frase:”è un distribuzione Linux sviluppata principalmente per fornire un sistema operativo stabile e leggero da poter essereutilizzato sia in pc nuovi che datati. “?

    • Paolo

      E tutte le volte finisce come Ubuntu…

No more articles