Un gruppo di sviluppatori svizzeri ha deciso di continuare lo sviluppo di TrueCrypt, software open source recente chiuso per motivazioni ancora poco chiare.

TrueCrypt must not die
Il software open source non muore mai, lo confermano progetti abbandonati anche da anni e ripresi in mani da nuovi developer. E’ il caso ad esempio della dockbar SimDock, del tool Izulu e anche di TrueCrypt software open source multi-piattaforma il cui sviluppo è cessato per motivazioni ancora poco chiare. A voler continuare a sviluppare TrueCrypt troviamo Thomas Bruderer e Joseph Doekbrijder due sviluppatori svizzeri che hanno da poco avviato un nuovo portale TrueCrypt.ch indicando la volontà di voler continuare a lavorare su questo importante progetto.

Grazie al codice sorgente di TrueCrypt ancora disponibile su sourceforge (assieme alla nuova versione 7.2 per Linux, Windows e Mac) gli sviluppatori potranno riprendere in mano lo sviluppo del software cercando di correggere anche i vari problemi che hanno causato l’abbandono del progetto.

Staremo quindi a vedere se ben presto nascerà un nuovo fork di TrueCript o meno, ricordiamo inoltre che per Linux sono disponibili anche altre valide alternative indicate in questo nostro recente articolo.

Ringrazio i nostri lettori Leprechaun e ge+ per la segnalazione.

No more articles