In questa guida vedremo come installare in Ubuntu e derivate il nuovo SoapUI 5.0, utile software per effettuare test in Web Service.

SoapUI 5.0 in Ubuntu Linux
SoapUI è un’interessante software multi-piattaforma che ci consente di testare progetti basati su SOAP, il noto protocollo di comunicazione utilizzato principalmente dai web services. Attraverso SoapUI, potremo realizzare ed eseguire velocemente test di carico, ispezionare e richiamare servizi web, funzionalità di regressione di compatibilità e molto altro ancora. SoapUI supporta l’importazione di file WSDL, dispone di tool per generare automaticamente delle richieste oltre a supportare diversi tipo di autenticazione come ad esempio NTLM, Digest, WS-Security, ecc.

In SoapUI avremo a disposizione anche un’utile editor con sintassi colorata con include diverse funzionalità come ad esempio la formattazione automatica, il software ci consente di generare anche delle classi di binding XML per JAXB e XMLBeans e validare delle definizioni dei Web Service.
SoapUI dispone inoltre di utili strumenti per effettuare statistiche da salvare in vari formati, log completi,  analisi sulle performance e molto altro ancora.

Da alcune settimane è disponibile il nuovo SoapUI 5.0, nuova versione che include importanti novità come il nuovo REST Discovery, REST Test Suite Builder, REST Mocking il supporto per OAuth 2 e molto altro ancora (per maggiori informazioni basta consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Per installare SoapUI 5.0 nella nostra distribuzione dovremo prima verificare di avere installato Java, per Ubuntu, Debian e derivate basta digitare da terminale:

sudo apt-get install openjdk-7-jre

a questo punto scarichiamo l’installer di SoapUI 5.0 dalla home page del progetto, facendo attenzione di scaricare la versione Linux tarball (Java not included), al termine del download basta spostare il file tar.gz nella home e digitare da terminale:

tar - xzf SoapUI-5.0.0-linux-bin.tar.gz -C /opt/

a questo punto possiamo avviare SoapUI 5.0 digitando:

cd /opt/SoapUI-5.0.0/bin/
./soapui.sh

SoapUI 5.0 è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR e Microsoft Windows e Mac.

Home SoapUI

  • riccaficca

    io preferisco formattare tutto per un’installazione pulita

  • raf

    mi da quest’errore: usage: fedup SOURCE [options]

    fedup: error: unrecognized arguments: http://dl.fedoraproject.org/pub/alt/qa/fedup/f18-RC4/i386/

  • Davide Depau

    Perché “su -c”?? Fedora non ce l’ha “sudo”?

    • markus

      Di default no.

  • max_smp_

    avevo usato preupgrade per passare dalla 16 alla 17, quindi prenso che approfitterò di questa nuova versione per fare un’installazione pulita…in ogni caso sul wiki di fedora consigliano di aggiornare manualmente anche grub una volta fatto tutto…

  • cristianpozzessere

    Grazie come sempre ,ma credo che sia sempre meglio aggiornazre manualmente.
    p.s. un piccolo consiglio ,da utente Fedora ..è meglio cercare di evitare i vari tools per l’aggiornamento.
    grazie e buona continuazione.

  • Agostino

    Come era prevedibile sfrutta java e tutto quello che offre java nei webservices, comunque mille grazie ne terrò conto per i miei test di interoperabilità tra piattaforme diverse tra cui java 🙂

No more articles