In questo articolo andremo ad analizzare le novità introdotte in Ubuntu Studio 14.04 LTS la derivata ufficiale di Ubuntu.

Ubuntu Studio 14.04 LTS
In concomitanza con il rilascio di Ubuntu 14.04 Trusty LTS è approdato anche Ubuntu Studio, derivata ufficiale supportata da Canonical e dedicata principalmente agli utenti e professionisti che ricercano un sistema operativo che includa già diversi software open source per la gestione e modifica di file multimediali. Ubuntu Studio 14.04 Trusty Tahr LTS porta con se tutte le migliorie introdotte nella release ufficiale ossia il nuovo Kernel Linux 3.13, driver aggiornati, Mesa 10.x e aggiornamenti vari che riguardano anche XFCE ambiente desktop di default con sfondo, tema e set d’icone dedicato alla derivata.

Tra le principali novità introdotte in Ubuntu Studio 14.04 LTS troviamo il nuovo installer ubiquity che aggiunge la nuova opzione che ci consente di poter scegliere quali categorie di applicazioni installare tra audio, video, grafica, fotografia, editoria / publishing e software per lo sviluppo funzionalità che a mio avviso sarebbe davvero molto utile per la versione ufficiale di Ubuntu.
Altra novità introdotta in Ubuntu Studio 14.04 LTS è il supporto per EFI, novità anche per il Kernel Linux con incluso linux-lowlatency ottimo per eseguire applicazioni audio e video realtime. Approdano inoltre due nuove applicazioni Speech-dispatcher e espeak oltre ad Orca attivo già dall’installer.

Ecco un video che ci descrive le principali novità introdotte in Ubuntu Studio 14.04 LTS:

Per maggiori informazioni e per scaricare Ubuntu Studio 14.04 LTS consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Home Ubuntu Studio

  • biosniper

    domanda forse sciocca…: ma se installo i vari programmi di grafica, audio e video nel mio ubuntu non lo trasformo già in ubuntu studio? cioè mi spiego: perchè installare questo so se poi basta andare in usc scaricare il software e avere tutti gli strumenti che ti fornisce ubuntu studio? forse conviene perchè in ubuntu studio ti concentra già tutti i software senza doverli cercare? qualcuno mi potrà rispondere : e ti sembra poco?… boh! personalmente non disinstallerei ubuntu per installare studio solo per non cercarmi i software che mi interessano. comunque opinione personale
    🙂

    • Francesco Bedussi

      Io lo installai tempo fa. La comodità è proprio aver subito pronti dopo l’installazione tutti i SW che servono. La scomodità è che, almeno quando l’ho provato io, le versioni installate erano più vecchie di quelle disponibili on-line (es. GIMP era la 2.6 invece della 2.8), altre non erano le migliori disponibili (es. per il montaggio video c’era open shot che è un sw amatoriale, quando sono disponibili alternative migliori), e infine mi trovavo tutta una serie di sw per me inutili (es. tutta la parte audio). Per questo ho preferito scegliere la distro che preferivo e poi installare i sw che voglio delle versioni che voglio.

      • JackPulde

        Infatti secondo me dovrebbero fare un installer che, quando stai per installare Ubuntu studio, puoi decidere che “parte” ti serve… Quindi che puoi spuntare solo audio, video… solo video… o tutti 🙂

        • Francesco Bedussi

          In quest’ultima release pare abbiano fatto proprio così, un problema risolto. Anche i programmi nella 14.04 sono aggiornati. Rimane solo una scelta del sw discutibile, ma si può sempre cambiare.

    • il kernel include alcune ottimizzazioni x le alcune app realtime quindi alla fine non è proprio ubuntu con solo tante applicazioni

      • biosniper

        grazie dell’informazione, allora c’è un motivo in più per considerarlo
        🙂

        • a dir la verità è un’errore anche mio e di altri blog che bene o male non hanno mai considerato (o parlato) di questa distribuzione
          sto preparando una recensione (penso sarà disponibile per settimana prossima) in maniera da fornire maggiori informazioni a rigurado

          • lrn2grammar

            *un errore

    • Davi

      la differenza più importante con la versione classica di ubuntu non è tanto quella dei software preinstallabili, ma quanto il kernel linux lowlatency che è specifico per lavorare meglio con i succitati programmi.

      • Francesco Bedussi

        Ah, ecco, vedi che si impara sempre quacosa!
        So che la bassa latenza è importante per le applicazioni audio, per quelle di grafica cambia qualcosa?

    • matteo

      mi sembra ci sia un meta pacchetto chiamato ubuntustudio-desktop per farlo diventare uguale.

  • Salvatore E. Schimmenti

    ma secondo voi, è possibile (e si si in che modo) montare un kernel low-latency su altre distro come mint (per esempio) e poi andare ad installare solo i software necessari?

  • Francesco

    Buongiorno, secondo voi è adatta questa distro per chi deve solo ascoltare musica collegando il PC ad un DAC usb e all’impianto stereo? Io userei player audio come Deadbeef, Audacious, clementine. Oppure pensate che questa distro sia più indicata per la produzione e il mixaggio? Ho notato che il 90 per cento del software installato per me sarebbe completamente inutile, quindi non so se sia adatta alle mie esigenze di appassionato audiofilo. Mi potete dare un consiglio? Grazie

No more articles