KDE Plasma Next – le prime immagini del nuovo gestore delle impostazioni

20
19
Il team KDE Visual Design Group ha rilasciato le prime bozze riguardanti il nuovo System Setting / Impostazioni di Sistema di KDE Plasma Next

KDE Plasma Next - Systems Settings
I developer KDE hanno recentemente rilasciato la prima versione Beta di Plasma Next, versione in fase di sviluppo del famoso desktop environment open source che include il nuovo Plasma 2 e KDE Frameworks 5. Lo sviluppo del nuovo KDE 5  / Plasma Next sta portando molte novità come il nuovo menu KickOff rivisitato, applet in QML, nuovo gestore dei plasmoidi e sfondi e altro ancora. Tra le applicazioni che verranno rivisitate in KDE Plasma Next troviamo anche System Settings ossia le impostazioni di sistema che includerà un’interfaccia grafica tutta nuova sviluppate per rendere più semplice ed intuitivo l’accesso alle varie configurazioni / personalizzazione del desktop environment.

Il team KDE Visual Design Group ha rilasciato nei giorni scorsi le prime bozze del nuovo System Settings di KDE Plasma Next con una nuova GUI rivisitata, addio all’elenco dei vari tool di configurazione il nuovo gestore delle impostazioni disporrà delle schede che ci consentiranno un più facile accesso alle varie sezioni.
Come possiamo notare dalle immagini rilasciate dal team  KDE Visual Design Group la home del nuovo System Setting include icone monocromatiche che ci consentono di accedere alle principali sezioni del sistema come gestore account, user, connessione, sicurezza, personalizzazione e gestione software.
Per ogni sezione avremo dei sotto menu con i quali accedere alle varie configurazioni, da notare anche il nuovo tema scuro delle finestre.

KDE Plasma Next - Systems Settings

KDE Plasma Next - Systems Settings

KDE Plasma Next - Systems Settings

Ricordo che le immagini sono bozze, il nuovo gestore delle impostazioni / system settings potrebbe essere diverso da queste immagini. Possiamo testare KDE Plasma Next direttamente dai repository ufficiali di Arch Linux, oppure in Kubuntu tramite PPA Neon o la ISO Neon 5 oppure con ISO non ufficiale di Fedora 20.