Grazie a Boot Repair potremo risolvere i più diffusi problemi riscontrati con il bootloader Grub dopo l’installazione di Linux in un pc on Uefi Secure Boot.

 Boot-Repair in Ubuntu Linux
Le ultime versioni di Ubuntu, Fedora, openSUSE, Manjaro Linux ecc dispongono del supporto per Uefi Secure Boot, sistema di sicurezza attivo di default in nuovi personal computer con Windows 8 preinstallato.
Grazie ad un piccolo loader (denominato Shim) possiamo caricare Grub e avviare quindi l’installer o la modalità live della nostra distribuzione Linux anche su sistemi con Uefi Secure Boot attivo con la possibilità quindi di installare Linux in dual boot con Microsoft Windows. Molti utenti stanno però segnalando alcuni problemi dopo l’installazione di Ubuntu 14.04 Trusty LTS in dual boot con Windows 8 in pc con Uefi Secure Boot preinstallato. Il problema più diffuso è la mancanza dal boot loader di Windows oppure il contrario, al riavvio il bootloader avvia automaticamente Windows 8.

Il problema è dovuto al bootloader GRUB non installato correttamente, in teoria basta operare sul file di configurazione per farlo “funzionare” correttamente, operazione però non molto semplice soprattutto se ad eseguirla sono nuovi user.
Per facilitarci il tutto è possibile installare Boot-Repair utile applicazione open source che con pochi click ci consente di ripristinare e far funzionare correttamente il bootloader GRUB in sistemi con Uefi Secure Boot attivo di default.

 Boot-Repair in Ubuntu Linux

Possiamo utilizzare Boot-Repair in due maniere: utilizzandolo da livecd (per risolvere il problema di Windows che si avvia immediatamente) oppure installandolo su Ubuntu (per risolvere ad esempio il problema di Windows mancante dal bootloader).

Per usare Boot-Repair da live basta semplicemente scaricare la ISO di boot-repair-disk (consiglio la versione 64 Bit) da questa pagina, salvare la ISO in una pendrive USB con UNetbootin. Non ci resta che avviare boot-repair-disk all’avvio del sistema e avviare Boot-Repair e cliccare in Riparazione Raccomandata al termine dell’operazione avremo il bootloader “sistemato”.

Per installare Boot-Repair in Ubuntu 14.04 Trusty e derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:yannubuntu/boot-repair

sudo sh -c "sed -i 's/trusty/saucy/g' /etc/apt/sources.list.d/yannubuntu-boot-repair-trusty.list"

sudo apt-get update

sudo apt-get install boot-repair

Per Ubuntu 13.10 e versioni precedenti basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:yannubuntu/boot-repair

sudo apt-get update

sudo apt-get install boot-repair

e avviare Boot-Repair dal menu.

Da Boot-Repair possiamo anche impostare il nostro sistema operativo preferito, attivare o disattivare la visualizzazione automatica del bootloader all’avvio ecc.

Home Boot-Repair

  • Della serie: “Microsoft crea problemi, L’Open Source li risolve.” 😉

  • Gustavo

    ma siamo sicuri che funzioni con grub2? mi sorgono dubbi

    • io l’ho usato settimane fa in un PC EFI senza OS ma che dava comunque problemi a installare una qualsiasi distro linux e ha funzionato

    • funziona lo usato proprio ieri mattina con il grub ubuntu 14.04 trusty che non trovava windows 8

    • Robertox

      Io lo uso da un’anno, e funziona benissimo. Anzi se non era per boot repair non avrei mai potuto mettere il dual boot con win.

  • luca

    Ma non é sufficiente eliminare *indows ?

    • quoto 😀

    • MrStallman .

      Ho eliminato quel brutto virus dal 2006 su ogni mio computer e in un colpo solo ho risolto una marea di problemi alla radice 🙂

    • floriano

      è meglio eliminare uefi (visto che di vantaggi evidenti non ne vedo) e installare windows8 nel modo classico…

      • luca

        é una discussione che avevo già portato avanti in altra sede, uefi é inutile, se si vuole avere qualche sicurezza l’unico sistema é attivare il boot da disco rigido e mettere la password al bios, quello che non sò é se uefi é disattivabile da tutti i bios compresi quelli di schede oem

        • in alcuni pc uefi non è disattivabile

  • MattB

    da correggere: loader anziché leader

  • FedeLinux

    Hanno rotto le balleeeeeeee,…. uefi efi e che caxxoooooo, ma noi spendiamo soldi e loro deciodno sempre???

  • Andrea Franzo

    Ho un problema con un pc con installato win 8., ho usato questo pc per scaricare la iso di ubuntu da installate in un altro pc. Mentre cercavo di preparare la usbpen per l’installazione, devo aver sbagliato qualcosa. Ora quando accendo il pc esce il dual boot con due voci.

    Windows 8
    ubuntu

    pero ubuntu dentro non è installato, quindi credo si sia installato solo il grub.

    Devo togliere quella voce ho fatto tutto quello che era nellemie conoscenze che ora vi riepilogo, però non è servito a nulla, non so se puo’ essere utile e cambi qualcosa ma per aiutarvi dico che il pc è uefi.

    Primo passo ho provato a riportare il pc alla configurazione di fabbrica, win 8.1 me lo permette. Nullada fare la voce è ancora li.

    Poi ho provato con un riavvio da console digitanto i comandi, che ho trovato in alcuni post sul sito Microsoft support.

    bootrec /fixmbr
    bootrec /fixboot
    bootrec /scanos
    bootrec /rebuildbcd

    tra l’altro tutti andati a buon fine. Come prima al riavvio lavoce ubuntu e il grub sono li.
    Come posso fare?
    Non so davvero che fare

  • Sandro Palazzolo

    Confermo che funziona anche con Ubuntu 16.04 lts.
    Di fatto, seguendo la procedura automatica propone di disintallare Grub2 e reinstallare Grub, dopodichè installa sul disco principale (tipicamente /dev/sda) aggiungendo la scelta di Windows8.
    Gran bel programma, ha risolto dove le normali procedure manuali non riuscivano a venirne a capo.

    Non ha però risolto il problema (nel mio caso) dell’impossibilità di montare la partizione di Win8 da Ubuntu. Gparted la vede ma non riesce a montarla neanche manualmente, anche se ne vede il riempimento e può flaggarla.

  • Sandro Palazzolo

    Da qualche parte ho letto, magari può essere utile a chi deve installare ex-novo, che Win7, Win8 e w10 pretendono di essere installati non solo in una partizione primaria, ma questa deve essere anche LA PRIMA partizione primaria, quindi sda1, o nascono problemi al boot

No more articles