Duck Launcher è un’interessante progetto che punta a fornire un nuovo e moderno Launcher in Ubuntu Linux con tanto di menu personalizzato, animazioni varie, app preferite ecc.

Duck Launcher in Ubuntu Linux
In Unity, l’ambiente desktop sviluppato da Canonical e di default in Ubuntu Linux, troviamo una dockbar laterale denominata Launcher il cui compito è quello di consente all’utente di accedere facilmente e velocemente alle varie applicazioni attive o preferite. Inoltre nel Launcher troviamo la possibilità di includere ne applicazioni preferite, l’accesso alla “lavagna” intelligente denominata Dash ecc. Un gruppo di sviluppatori ha deciso di realizzare un nuova dockbar per Linux denominata Duck Launcher, in grado di fornire caratteristiche simili al Launcher di Unity con include diverse personalizzazioni ed animazioni varie.

Duck Launcher è una nuova dockbar open source che possiamo utilizzare sia in Unity, come alternativa al Launcher di default, che in altri ambienti desktop come LXDE, XFCE, KDE, Gnome Shell ecc. Attraverso Duck Launcher avremo a disposizione una dockbar laterale con diverse personalizzazioni e animazioni varie, con incluso un menu con barra di ricerca e un file manager integrato con il quale avvedere facilmente alle varie directory del nostro sistema operativo.

Menu di Duck Launcher in Ubuntu Linux

Con Duck Launcher potremo creare gruppi di applicazioni e directory preferite, esempio possiamo creare un gruppo con le applicazioni “Office” che comprende tutte le app di LibreOffice, app per la catalogazione ed elaborazione delle immagini con incluso Gimp, Gthumb ecc.
Interessante è il pulsante nella parte inferiore di Duck Launcher che ci indica il numero di finestre attive, basta un click per visualizzarne i collegamenti con la possibilità di minimizzare / massimizzare le finestre oppure chiederle. Dalle preferenze di Duck Launcher potremo facilmente cambiare i colori della dockbar, gestire i gruppi delle applicazioni ecc.

Ecco un video che ci descrive al meglio le funzionalità di Duck Launcher:

Per installare Duck Launcher in Ubuntu Linux e derivate basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:the-duck/launcher
sudo apt-get update
sudo apt-get install duck-launcher

Una volta installato Duck Launcher basta avviare la dockbar dal menu, dalle preferenze troviamo anche l’opzione per avviare automaticamente l’applicazione all’avvio. In Ubuntu possiamo utilizzare Duck Launcher come alternativa al Launcher di default, dalle Impostazioni di Sistema nella sezione Aspetto basta impostare il Launcher sempre nascosto cosi da aver sempre visibile la nuova dockbar.

Duck Launcher è un progetto ancora in fase di sviluppo che potrebbe ben presto includere altre interessanti funzionalità.

Home Duck Launcher

  • JackPulde

    Simpatica! :)… Buon inizio :)!

    Solo una considerazione:
    Ma ha il monitor in verticale o.O?

    • Cima

      Potrebbe aver registrato il video con una risoluzione in 4:3.
      Non mi sembra in verticale anche se con un monitor con la modalità pivot è possibile ruotare lo schermo in verticale.

      Comunque sembra interessante e il file manager integrato sembra una funzionalità molto utile

  • LuK

    dovrebbero integrarla a gnome shell e siamo aposto …LOL

    • LuK

      proverò comunque in xfce 😉

      • In Xfce quasi tutte le funzioni sono già nel xfce-panel: una delle cose che mi piacciono di più del pannello è proprio il fatto che si possono organizzare gruppi di programmi e scegliere per ciascuno le icone che si preferiscono.

  • ogni giorno in questo blog spuntano app mai viste prima…

  • Angelo Giovanni Giudice

    Ora spunterà una derivata di ubuntu solo perché avrà integrata questa barra….

    • EnricoD

      hai dimenticato “inutile” xD

      • Angelo Giovanni Giudice

        No dai, non è mia intenzione offendere il lavoro dei developer che si dedicano ai loro progetti. Al max si potrebbe dire inutile per le persone non pigre 😀

  • Daniele Soldati

    Molto interessante! LFFL continua a stupirmi

    • Piero

      che c’entra lffl???

      • Daniele Soldati

        Bè, tira fuori un sacco di chicche interessanti

  • Mauro

    Interessante, ma io tra le opzioni non trovo quella per farlo avviare in automatico, poi non si nasconde automaticamente come quella di default

  • Con questo si potrebbe costruire anche una nuova distro. ^^
    Per me questa idea non è niente male davvero. 😉
    Dopo Elementary OS e Pantheon ora questo… il mondo Open Source non conosce limiti.

    • matteo

      eccone un altra in arrivo… xfdashboard.froevel.de

  • Agostino

    Cambia la disposizione, cambia il tema, cambiano le ombre e qualche altra cosuccia legata al comportamento… la sostanza rimane sempre la stessa.

  • KZ125RR

    sarebbe interessante sapere quanto è “pesante” per vedere se affiancarla a qualche DE o WM leggero.

  • Max Franco

    l’idea di un ‘panel’ a scomparsa, ottiimizzato per l’uso in verticale è l’unica idea decente di unity. su schermi desktop ormai quasi tutti a 16:9 il risparmio di spazio sul desktop è una idea vincente. se solo integrassero anche l’area di notifica e un paio di applet per volume e data/ora si potrebbe finalmente fare a meno del ‘panel’ orizzontale.

    • Hombre Maledicto

      Ho visto molti screenshot, su KDE, XFCE o openbox con solo un pannello verticale. L’idea non è campata per aria, certo, ma personalmente non la vedo ottimale quando si introducono systray ed orologio. Funziona meglio quando il pannello contiene esclusivamente “bottoni” – stile unity – IMO.
      Oltretutto, non si potrebbe avere la barra dei menù delle applicazioni esportata in un pannello verticale (non sarebbe granchè funzionale), cosa che trovo estremamente utile per risparmiare spazio verticale nelle finestre, oltre che elegante.

  • libero

    Più lo guardo più penso ad android…

  • cjf

    scusate, ma con xfce me la faccio da solo senza scaricare niente..

  • openbronx

    sembrerebbe stia usando openbox come wm nel video.

  • EnricoD

    Lo volevo provare ma non mi compare tra le voci del menu, quindi non riesco a configurarlo

    • EnricoD

      risolto:

      provato su lubuntu 14.04 64 bit

      basta aprire un terminale e dare per provarlo

      python /usr/bin/duck-launcher/Main . py

      (ovviamente togliere gli spazi prima e dopo il punto, altrimenti mi andava in moderazione 😉 )

No more articles