Il team Chakra ha rilasciato la nuova 2014.05 “Descartes”, versione che porta con il nuovo KDE Software Compilation 4.13, il nuovo artwork Sirius e molto altro ancora.

Chakra 2014.05 Descartes
A circa un mese dal rilascio di KDE 4.13, approda la nuova versione 2014.05 Descartes di Chakra, nota distribuzione che ci consente di avere un desktop environment KDE “puro” sempre aggiornato con la possibilità di aggiungere applicazioni GTK+ grazie ai repository Extra. Chakra 2014.05 Descartes porta con se numerosi aggiornamenti, il principale è sicuramente il nuovo KDE 4.13.x con il nuovo desktop semantico Baloo con la possibilità di poterlo disattivare facilmente tramite una patch dedicata,, aggiornato anche il Kernel Linux alla versione 3.12.15 con X.org 1.14.5 e Systemd 212 oltre ai driver proprietari Nvidia 331.38 e AMD Catalyst 13.12.

Con Chakra 2014.05 Descartes debutta anche il nuovo server che porterà con se diverse migliorie all’intera infrastruttura interna, aggiornato anche il sistema di compilazione e nuovi repository sono pronti per Akabei, il nuovo gestore di pacchetti ancora in fase di sviluppo. Da notare inoltre il nuovo Oktopi, fork di Octopi  e il nuovo artwork Sirius ossia il nuovo tema di default per KDE, il bootloader GRUB, display manager KDM, KSplash oltre al nuovo sfondo per il desktop.

Per maggiori informazioni sulla nuova Chakra 2014.05 Descartes consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Home Chakra Linux

  • utente

    Senza offesa a nessuno, solo il mio parare personale, ma i repo di chakra sono una berzelletta! Ma come e possibile togliere i 3/4 di repo ad Arch e farci sopra una distro, poi non parliamone dell’installe che riese a ciucciarsi più di un giga e mezzo di ram.
    Tutto sommato l’artwork e veramente benfatto, anche se quando la provai per la prima volta (qualche settimana fa) non contavo solo su qul pregio :/

    • alex

      Nessuno ha tolto niente, semplicemente sono stati importati i pacchetti necessari e quelli richiesti dagli utenti. Se manca qualcosa che ti serve basta che lo aggiungi tu, così magari aiuti qualcun’altro, o che semplicemente chiedi se non ne sei capace…

      • UnderTheGun

        Big UP!

    • UnderTheGun

      Mi spieghi come calcoli i pacchetti disponibili?
      Forse ti sei scordato, robetta proprio, che (ad esempio) su Arch esistono pacchetti:

      1) per 2 architetture – x86_64 + i686 (quindi già qui risultano quasi doppi rispetto a Chakra)
      2) hanno tutti i vari DE: kde, gnome, lxde, xfce, razor-qt etc
      3) tutti i WM
      4) tutti i pacchetti connessi ai vari DE/WM

      Chakra ,che è solo per architetture 64bit, ha tutti i pacchetti per KDE più svariati per GTK.
      Inoltre esiste CCR.

      Facendo un rapido calcolo, Chakra dispone di:
      3958 pacchetti repo ufficiali
      +
      4257 su CCR
      TOTALE
      8242

      Tutti per una sola architettura e un solo DE !!

      Saresti così gentile quindi da elencarmi 4/5 pacchetti che usi e di cui hai bisogno (non fregare!) che non hai trovato su Chakra?

      Attendo fiducioso una risposta

      • ange98

        Ma poi per alcuni pacchetti non basterebbe attingere dai repo di Arch? (domanda teorica da completo ignorante)

        • alex

          si, ma devi scaricarti il pacchetto e ricompilarlo per creare il corrispondente CCR, che poi puoi condividere con gli altri.
          Basta seguire le guide e, per cose più complicate, chiedere. Tra l’altro se sul forum lo chiedi, anche se gli utenti sono relativamente pochi, c’è sempre qualcuno che gentilmente fa il lavoro per te e in breve tempo, e che se vuoi ti insegna anche come fare.
          Poi usando Chakra qualche piccolo inghippo può anche capitare, ma tutto è risolvibile e diventa una buona occasione per imparare qualcosa se ne hai voglia.
          Direi che è una buona scelta per gli utenti anche poco esperti, ma un po’ curiosi di imparare qualcosa di più. Anche solo qualche comando da terminale ogni tanto, non chissà cosa….

        • UnderTheGun

          Si certo, ammesso però che ti ricompili il pacchetto.
          A volte i nomi delle dipendenze sono diverse, oppure per Arch c’è una versione e per Chakra un’altra.
          Comunque basta chiedere: la comunità è sempre disponibile ad aiutare, anche chi non sa come fare o vuole imparare ;).

    • UnderTheGun

      Immaginavo di non ricevere una risposta. 🙂

  • vortex67

    Siccome non è una robetta da poco bisognerebbe aggiungere che la nuova Chakra e in particolare Tribe (l’installer) non supporta ancora ufficialmente UEFI, RAID, LVM e GPT,è giusto che si sappia.

    • FranzMari

      Nell’annuncio ufficiale è scritto: “Tenete ben presente che Tribe, allo stato attuale non supporta ufficialmente UEFI, RAID, LVM e GPT, anche se potete trovare alcuni workaround nel nostro forum.”

  • ange98

    Devo dire che stranamente stavolta lo sfondo di default non mi piace .-. (solitamente invece trovo che abbiano buon gusto per la scelta del wallpaper)

  • Giulio Mantovani

    Oktopi è stato rimosso, era un Fork di Octopi per Chakra ma visto che gli sviluppatori hanno integrato tutte le pach di Oktopi in Octopi e si sono presi la resposabilità di mantenere la compatibilità ecc. il team di chakra ha deprecato lo sviluppo di Oktopi per nuovi lidi…inoltre quello non è sirius, ma caledonia, sirius approderà solo con KDE Framework 5

    • UnderTheGun

      Non è SIrius??? O.O Ma che vai dicendo?
      Questo È Sirius!
      Tu confondi Caledonia (Tema di Plasma) con Sirius (artwork completo di: tema di Grub, tema di KDM, tema Ksplash, tema Yakuake, tema di Tribe, tema gfxboot, Wallpaper etc)..
      🙂

      • Giulio Mantovani

        Ah avevo capito che sirius era il nuovo codename su plasma 2, scusa

        • UnderTheGun

          e di che 😉

    • FranzMari

      Su Oktopi/Octopi hai perfettamente ragione.

  • ge+

    secondo me chakra è una distro molto adatta ai beginners per filosofia : kde lo si può usare in maniera non dissimile da windows 7, ed inoltre graficamente e funzionalmente kde è una spanna sopra.
    Repo scarni, ma il bello di kde è che basta a se stesso, ha tutto quello che serve già di default e perfettamente integrato, il newbie potrebbe confonderi a smanettare con temi gtk e quant’altro.

    ultimamente si parlava di sviluppo fermo/lento, mi fa piacere l’uscita dellanuova versione

    • Giulio Mantovani

      a dir la verità è tutto il contrario, Chakra è per i puristi già navigati che vogliono una filosofia FOSS completa, voglio vedere un novizio a compilare un programma in ccr visto che molte volte i pacchetti non sono pronti ma danno errori che devi risolverti a mano/aspettare un buon samaritano che ti aiuti, nono, per i novizi ubuntu e mint sono i migliori

      • ge+

        dicevo per quanto riguarda la creazione di un ecosistema kde dove c’è tutto, e tutto integrato perfettamente.
        per i pacchetti non sapevo desse tutte queste complicazioni

        • Giulio Mantovani

          chakra, essendo purista di KDE non permette l’inserimento di applicazioni non Qt nei repository principali, a meno che non siano software insostituibili o dove la controparte KDE le prende di brutto, per questo esiste un repository chiamato extra dove ci sono ad esempio firefox, chromium, audacity, skype ecc. ma deve essere attivato, di default non è attivato, inoltre per tutte le altre applicazioni che usano GTK o che sono elitarie (che usano 3 gatti in croce), c’è il CCR che è come AUR, sono gli utenti che caricano e gestiscono i pacchetti e l’installazione di suddetti pacchetti (ci sono ad esempio kingsoft office, aegisub e comix che uso io) devono subire una compilazione, quindi ci mettono anche ore ad installarsi (dipende sempre dal programma, alcuni durano pochi minuti altri ore), quindi chakra ha un metodo di utilizzo a metà strada tra Arch e Gentoo da questo punto di vista

      • Mah, non mi sono mai dovuto mettere a compilare per i pacchetti più comuni, gli unici nei sono magari quando c’è da fare qualche comando speciale per aggiornare ma per il resto è un KDE normale con anche una GUI per i pacchetti. Qundi forse non è ancora per i neofiti ma sicuramente già ad un livello base è utilizzabile.

        • Giulio Mantovani

          installati 2-3 programmi dal ccr come aegisub dove deve compilare come dipendenza wxgtk-dev e 2-3 librerie GTK, la compilazione di aegisub che sono 4 mb sul mio pc dura 2-3 minuti, mentre wxgtk ci ha messo 1 ora e 10 minuti per compilarsi.

          • UnderTheGun

            Ci mette un’ora perchè ci VUOLE un’ora. È lo stesso che tu lo compilassi su Arch.

          • Si ma parlavo appunto di pacchetti comuni, un utente medio non si mette ad editare sottotitoli, di norma. 😀
            [edit]
            Se ci vuole effettivamente un’ora come dice UnderTheGun non lo so, sta di fatto che coi programmi più noti non ho mai avuto problemi.

  • delaroche

    Ma ccr non funziona più?

No more articles