In questa guida vedremo come installare l’ambiente desktop Unity in Arch Linux attraverso i repository sviluppati e mantenuti dal team Moo.

Unity in Arch Linux
Nei giorni scorsi abbiamo presentato mooOS, distribuzione basata su Arch Linux con tre ambienti desktop: Unity, la versione in fase di sviluppo di Enlightenment 19 e il tiling window manager Spectrwm.
Grazie ai repository di terze parti mooOS, potremo utilizzare e mantenere aggiornato l’ambiente desktop Unity in Arch Linux e derivate il tutto con estrema facilità (oltre a riscontrare un’ottima stabilità e reattività).
Unity in Arch Linux fornisce le stesse funzionalità dell’ambiente desktop preinstallato in Ubuntu, con tanto di AppMenu / GlobalMenu, applet come Sound Menu ecc oltre ad il nuovo Unity Control Center riscritto per Ubuntu 14.04 Trusty LTS.

Da notare inoltre che nei repository mooOS troviamo anche Cairo con le patch sviluppate da Canonical che migliorano notevolmente la leggibilità / rendering dei font del nostro sistema operativo. Gli sviluppatori di mooOS hanno risolto inoltre diversi problemi riguardanti GTK+3 / Gnome 3.12 includo di default nei repository di Arch Linux che potrebbe dar diversi problemi in Unity 7.2.x (ambiente desktop che in Ubuntu si basa su GTK+3.10).

Unity in Arch Linux - AppMenu

Grazie ai repository mooOS installare Unity in Arch Linux e derivate è molto semplice.
Per prima cosa dovremo includere i repository di terze parti moo, digitando da terminale:

sudo nano /etc/pacman.conf

e aggiungiamo:

[moo]
SigLevel = Optional TrustAll
Server = http://mooos.org/repos/$repo/$arch

salviamo il tutto cliccando su Ctrl + x e poi s.
Non ci resta che aggiornare i repository e installare Unity (ambiente desktop senza applicazioni Gnome di default come Gedit, Nautilus ecc che dovremo installare noi in un secondo momento) digitando:

sudo pacman -S unity

molto probabilmente ci verrà chiesto di sostituire Cairo con Cairo_Ubuntu ecc, confermiamo, al termine dell’installazione basta riavviare e al login accedere alla sessione Ubuntu.

  • Funziona la ricerca file da dash?

    • Sirlodewig

      Decisamente bene.

  • Massimo

    Sono scappato da Ubuntu per colpa di Unity. Di certo non lo installo su Arch!

    • Guest

      You’re god damn right!

  • biosniper

    a me unity piace, non è il massimo, gnome era molto più ordinato ma se ci si abitua non è così male…

    • SirLodeiwg

      Io trovo la nuova versione Unity niente male. La ho odiata nelle precedenti versioni e usato Gnome fallback ma la nuova ( quella su Ubuntu 14.04) è diventata fluida , reattiva e personalizzabile. Per nulla male ora la Dash, molto comoda per le ricerche. Installato su un Toshiba di una mia conoscente con un centrino vecchio ed 1 gb va benissimo . Prima aveva su Svista di Micro$oft ed era una pietra ingestibile

    • roberto mangherini

      provata su il mio vecchio pc in live l’ultima versione di ubuntu con unity. dovevo fare un recovery e mi sono dimenticato di cliccare su xubuntu. non sapete lo stupore che ho provato vedendolo fluido, e io che mi aspettavo che andasse a schatti

      • biosniper

        non ho mai pensato che unity fosse lento, in quanto a reattività credo sia eccellente (io ho ubuntu 12.04 sia su pc fisso che net- e notebook), forse per chi viene dal vecchio gnome può sembrare “meno ordinato”. i programmi te li devi cercare richiamandone il nome oppure da “filtra i risultati” e così li hai divisi per genere- comunque ripeto è questione di abitudine, quando ci si fa la mano non è male
        😉

  • loki

    interessante, sembra meglio dei repo di qualche anno fa. anche se non mi aspetto la perfezione, sicuramente domani gli darò un’occhiata

  • EnricoD

    Bisogna riportare l’ordine

    • Luky

      Avrebbe fatto più effetto uno stile mussolini, mussotux

      • bumbah

        mussolinux

        • biosniper

          però per essere completo doveva alzare la pinna destra…

  • Geggio

    Mi esce:
    [s@s ~]$ sudo pacman -S unity
    attenzione: database file for ‘moo’ does not exist
    :: Ci sono 1 membri nel gruppo unity:
    :: Repository extra
    1) libtimezonemap

    • Massimo

      È Arch che si rifiuta. Se riesci a convincerlo al riavvio il PC tira fuori le gambe e salta dalla finestra. 😀

      • loki

        e pensare che non si rifiuta di installare roba ben peggiore…

  • mrholiday

    quasi quasi lo provo!

  • b4d_tR1p

    dopo aver aggiunto il repo aggiornate e poi installate unity….

  • La sintassi corretta prevede di utilizzare anche la variabile $repo quando possibile…
    [moo]
    SigLevel = Optional TrustAll
    Server = http://mooos.org/repos/$repo/$arch

    • corretto
      anche se quella dell’articolo funzionava correttamente

      • Si si infatti ho detto che la sintassi corretta stando alle linee guida arch prevede $repo ma non è obbligatorio 🙂

  • Sabnock

    Mi sfugge chi possa essere (o se esista) un utente Arch che voglia Unity. xD

    • Gerry

      Fesion

      • EnricoD

        nessuno lo sa, ma è lui che sta mantenendo il repo xD

    • loki

      presente. non è la mia distro principale, ma non mi fa neppure troppo schifo

      • Sabnock

        “non è la mia distro principale” appunto

        • loki

          giusto per farti capire, uso arch da quando c’era ancora devfs come device file system predefinito, non sono uno dei modaioli che si sono visti negli ultimi anni. l’unico motivo per cui non è la mia distro principale è che ritengo il metodo rolling di arch profondamente fallimentare.

          • Sabnock

            In che modo Unity ti sembra meno fallimentare o più solido come DE, perdonami?
            Capirei se lo stessi montando su qualcosa di touch (e non è questo il discorso che si sta facendo), ma stiamo parlando di ambiente desktop dove non ha nessun senso di esistere Unity, specie per l’utente un minimo scafato, altro paio di maniche sono i niubbi che hanno trovato il dvd di ubuntu in una rivista e la installano.

          • loki

            non c’entra niente unity, sottilineavo che il motivo per cui non uso (più) arch come distro predefinita è che mi sono stufato di lavorare su un campo minato, visto che hai voluto rimarcare la cosa.
            per quanto riguarda unity (e il touchscreen centra poco e niente, dopo anni ancora non lo stiamo capendo…), ha lo stesso senso di essitere di pantheon, cinnamon, gnome-shell, kde o xfce visto che il concetto di desktop è un concetto per definizione “niubbo”.

          • Sabnock

            Non voglio sembrare irrispettoso, ma chi ti ha chiesto qualcosa sulle tue abitudini, perdonami? Sei tu che hai risposto alla mia domanda “che utente di Arch vorrebbe Unity” dicendo di essere uno di questi, mettendoti a parlare della tua storia con Arch come fosse il punto del discorso.
            Per quanto riguarda Unity (che è il centro del discorso eh) per i riferimenti al touchscreen che non hai capito te la faccio semplice: non serve avere chissà che sensibilità per capire che è stato fatto con una logica differente dalle altre citate (che sono appunto desktop oriented) e che quindi in ambiente desktop centra come i cavoli a merenda (da qui il fatto che non abbia senso di esistere, a maggior ragione in ambito desktop). E che inizia a far sospettare la buona fede di ambiti in cui venga “spinto” con tanta veemenza come su lffl.
            Invece vorrei capire meglio di il discorso desktop = niubbo, visto che è l’unico ambito in cui abbia senso valutare che DE possa essere performante/sensato o quale possa non esserlo, a meno che per te non sia vitale su di un server (cosa sufficientemente ridicola se non spiegata con dovizia di particolari).

          • loki

            > “non è la mia distro principale” appunto
            me l’hai implicitamente chiesto con questa frase, solo che non te ne sei neppure accorto perchè non te ne fregava niente: dovevi per forza dire che nessun utente arch vuole unity.
            tornando a unity, hai mai provato ad usarlo su un touchscreen? o hai mai provato ad usarlo? unity da il meglio di se utilizzato da tastiera, e come power user non posso essere che felicissimo della cosa. come ho già detto tante altre volte, non c’è un solo angolo del desktop che non possa essere raggiunto da tastiera (prova ad usare le schifezzine di fianco all’orologio con la tastiera su kde o xfce), ha la possibilità di ricercare nei menù delle applicazioni sfruttando anche una libreria che permette una certa tolleranza negli errori di battitura (libcolumbus) cosa che NESSUN altro desktop ha. se metti unity su un touchscreen, perdi più di metà della sua potenza. ma immagino che tu sia uno di quegli hipster per cui la potenza di un desktop sta nello spostare a vanvera i pannelli o mettere a destra o sinistra i pulsanti delle finestre. queste sì che sono cose importanti…
            la cosa del desktop = niubbo è un discorso molto semplice: l’idea di una scrivania con delle cartelle e dei documenti appoggiati sopra nasce proprio per venire incontro alla “niubbaggine” (neologismo più, neologismo meno…) dell’utente comune. dire “un desktop niubbo” è abbastanza ridondante

          • Sabnock

            Appunto, non te lo stavo chiedendo neanche implicitamente, stavo semplicemente ribadendo il concetto che qualcuno che ne sappia a sufficienza non è possibile che voglia avere Unity.
            Certo che ho provato ad usarlo, ed è spazzatura come è spazzatura qualsiasi cosa venga ficcata in gola all’utenza senza che sia stata pensata per quello specifico ambiente, come non va bene neanche la direzione che sta prendendo gnome, sia chiaro, per cui per vedere le applicazioni mi si “copre” il desktop e per evitare che accada devo usare soluzione barocche di terze parti.
            Unity è chiaramente pensato per ambienti touch con le sue icone a grana grossa da vecchi miopi, i suoi menù delle applicazioni che coprono lo schermo, la sua dash del cazzo, sgraziato, non funzionale e probabilmente è davvero grazioso su qualche cazzatona touch visto che è stato pensato evidentemente con quell’ottica in mente, ma su desktop, mi spiace, è indifendibile specie se si ha un minimo di gusto e cognizione di causa, intendo, e non è certo la presenza della dash (ottenibile anche altrove) a salvare qualcosa.
            La cosa del desktop = niubbo non l’hai chiarita minimamente per cui continua a puzzare di supercazzola.

  • EnricoD

    Arch + Unity … uno Schifo Archubo!
    Io chiamo l’Onu 🙁 non lo fate, siete avvertiti 🙁

    • ange98

      Io l’ho provato (più precisamente ho provato mooOS) e dopo averlo fatto posso ufficializzare che secondo me Unity non è fatta per Arch .-. (su Ubuntu con la nuova release non è malaccio…)

  • Mi sfugge il senso di Unity su Arch ma come si dice : de gustibus !

  • Agostino

    Non è una questione di schifo o non schifo… trattasi di sporcare un ambiente nato per essere pulito come lo è Arch Linux. Chiunque è libero di pasticciare (ci mancherebbe), basta che dopo non lo chiami più Arch. Tutto qua.

  • loki

    mah, ho provato a smanettarci mezz’ora su una arch in vm e questo repo fa decisamente schifo…

No more articles