E’ disponibile il nuovo Ubuntu Mini Remix 14.04 Trusty sistema operativo base con il quale potremo creare Ubuntu conforme le nostre preferenze.

Ubuntu Mini Remix 14.04 Trusty
Ubuntu, gran parte delle distribuzioni Linux, viene rilasciato con già preinstallato un’ambiente desktop (Unity) e varie applicazioni / personalizzazioni. Sono disponibili inoltre anche le derivate ufficiali con le quali possiamo avere già preinstallato KDE, XFCE, GNOME Shell, LXDE ecc. Canonical rilascia anche una versione miniamele di Ubuntu che include principalmente il kernel e il gestore dei pacchetti che ci consente di poter realizzare la distribuzione conforme le nostre preferenze. Purtroppo la ISO minimale di Ubuntu non include tool per connetterci ad esempio via WiFi, ALSA, ecc pacchetti che troviamo inclusi in Ubuntu Mini Remix da pochi giorni disponibile nella versione 14.04 Trusty.

Ubuntu Mini Remix è una distribuzione con la quale avremo un sistema base di Ubuntu 14.04 Trusty LTS con il quale poter installare il nostro ambiente desktop, applicazioni, tool ecc preferite (funzionalità simile ad esempio all’installer di Arch Linux).
Con Ubuntu Mini Remix 14.04 Trusty potremo quindi creare Ubuntu  ultra light  con il window manager Fluxbox o i3 oppure installare Cinnamon, Mate ecc con le nostre applicazioni preferite il tutto partendo da un sistema base. Ricordo che il sistema base non include alcun ambiente desktop / interfaccia grafica dovremo quindi operare da riga di comando operazioni consigliate ad utenti esperti.

Potremo comunque creare la nostra distribuzione preferita utilizzando il tool Ubuntu Builder o U-Builder in maniera tale da creare una ISO personalizzata di Ubuntu 14.04.

Ringrazio il nostro lettore Edmond Logan per la segnalazione.

Home Ubuntu Mini Remix

  • enricopas

    Non so quanto possa essere realmente utile.
    Se usa la repository di Ubuntu così com’è, gran parte delle interfacce, al di fuori delle più conosciute e usate, sono scarsamente integrate con il resto dei pacchetti: sono pacchetti presi dalle repo della Debian e buttati in quelle di Ubuntu, e danno problemi, specialmente quando si installano più DE insieme. Meglio affidarsi alle distro derivate che funzionano out of the box, con le dipendenze mantenute da un team.
    …anche perché a sto punto installerei direttamente la Debian testing 🙂

    • … meglio Debian testing… anche poter scegliere nella vastità dei pacchetti di ubuntu non è male.
      Comunque W Archlinux 😉

No more articles