Secondo ai dati rilasciati da Net Applications, a marzo 2014,gli user Linux rimangono stazionari con il 1.49%, gli utenti Windows XP sono ancora il 27.69%.

Sistemi operativi - Marzo 2014
Gli utenti Windows XP rimangono fedeli ancora al proprio sistema operativo proprietario che dal prossimo 8 aprile diventerà obsoleto. Lo conferma il portale Net Applications, che ha recentemente rilasciato i dati riguardanti il mese di marzo 2014 nel quale troviamo al primo posto Microsoft Windows 7 con il 48.77%, seguito da Windows XP (27.69%) e Windows 8 (6.41%). Linux rimane fermo al 1.49%, in leggero calo se confrontato con dicembre 2013 (1.73%) mentre in aumento se confrontato con maggio 2013 dove gli user erano l’1.26%

Ricordo che i dati forniti da Net Applications riguardano le visite web, le varie statistiche sono comunque ottime per vedere i vari andamenti degli utenti. In questo caso molti pensavano che gli utenti che utilizzano XP già a marzo potessero abbandonare il sistema operativo per passare a Winsows 7/8 o meglio ancora a Linux, a quanto pare però ben pochi hanno deciso di puntare su altre valida alternative.

Browser  - Marzo 2014

Per i browser invece a marzo 2014 troviamo al primo posto Internet Exploer 8 (21.14%) seguito da Internet Explorer 11.0 (15.71%) al terzo posto troviamo Chrome 33.0 (12.67%) e Mozilla Firefox (10.55%). Anche in questo caso Windows XP conta ancora molti sul mercato dei browser dato che Internet Explorer è disponibile fino alla versione 8.0, versione del browser attualmente più utilizzato al mondo.
Chrome supera di poco Firefox che rimane stabile al 10%, tra gli altri browser disponibili per Linux troviamo Opera 12.x con il 1.04%.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare la pagina dedicata dal portale Net Applications.

  • nicola

    verificare la guida prima di fare i post no eh?
    se si avvia netflix desktop anche se si accede a play.mediasetpremium.it ti fa scaricare silverlight
    idem se avvii firefox da wine..

    • lo testata prima di rilasciarla
      l’immagine in alto è la mia

      • riccaficca

        dai pierFERRI trova i comandi per fedora!!

  • riccaficca

    su fedora è possibile?? se si,quali sono i comandi??

    • Davide Depau

      Forse devi usare alien per convertire il pacchetto debian in rpm, e poi installarlo…

  • per la Rai con freetuxtv senza sbattimenti di wine e patch si hanno moltissimi canali tv, rai compresa ad alta risoluzione. Ciao

    • Rico

      Io sbattendomene ancor di meno uso Windows.

      • Brau

        Io sbattendomene ancor di meno ho smesso di guardare la TV 😉

        • Antonio G. Perrotti

          anche io, dal 2006, ormai. 😉

    • riccaficca

      skygo non vanemmeno in quel modo

  • su Arch?

  • Ricordatevi di citare la fonte 🙂
    comunque ottimo!

  • Edoardo Sommella

    non funziona, mi chiede di installare silverlight

  • Davide Depau

    Se provo a usare SkyGo mi dice di mettere Flash, lo scarico ma non si apre. Comunque stai attento Roberto: hai scritto che si può installare Silverlight con wine *.exe /q; secondo me non funziona: Netflix usa un prefisso a parte, quindi conviene scaricarlo con Firefox di Netflix e avviarlo direttamente.

    • lo testata la guida prima di pubblicarla

      2012/11/20 Disqus

      • Davide Depau

        Boh, non lo so… però è strano, perché nel prefisso principale (quello avviato dal comando wine) ho impostato un tema, che non appare in firefox…
        Comunque hai testato anche SkyGo?

        • biru585

          confermo, skygo non va.
          Ho anche io lo stesso problema, l’installazione di flash.

  • kapteo

    potreste essere piu chiari riguardo il funzionamento? Io ho installato NetFlix-desktop, ma una volta avviato mi apre una specie di browser in kiosk mode con la pagina di login di NetFlix in full screen che recita che il servizio non è ancora disponibile in Italia,e ora? Ho avviato il firefox di NetFlix ma nonostante il plugin Silverlight risulti installato, i video di video.mediaset.it restano in loading con l’immagine di caricamento che gira all’infinito. Mentre provando a visualizzare i video di mediasetpremium mi richiede di scaricare una versione piu aggiornata di Silverlight. Cosa sto tralasciando?

    • netflix non è disponibile in italia c’è anche scritto nell’articolo quando avvii netfix apre un tool che installa firefox e silverlight ecco l’immagine che ti trovi https://lh3.googleusercontent.com/-PR2PQTI9kJE/UKuHKzE0B-I/AAAAAAAAwp0/wZzt9igmZGQ/s512/netflix.png
      al termine devi avviare firefox di windows e non quello per linux e vedrai che trovi integrato silverlight

      • kapteo

        Bhe la procedura di installazione come descritto nell’articolo non mi sembra complicata. ora ho anche capito la logica, in pratica installa un “wine” parallelo. però a me non apre la finestra di cui hai linkato lo screenshot. ho provato a reinstallarlo diverse volte, cancellando anche la cartella .netflix-desktop dalla home del mio utente. Può essere un problema se il mio sistema è a 64bit? il Wine originale è un prerequisito o può creare problemi? Ora ho provato a rimuove anche wine1.4, effettivamente netflix-desktop parte ma poi non so piu come avviare Firefox (x Win) dato che ho rimosso wine.
        Scusate se insisto ma la possibilità di vedere silverlight senza accendere la virtuale è molto allettante e se a qualcuno funziona non capisco perchè non dovrebbe andare proprio a me

        • premetto che io ho installato netfix sia su ubuntu che arch linux via aur e funziona in tutte e i casi
          il pc però è 32 bit e non vorrei che il problema arrivi proprio da li

          prova ad installare tutto da capo e avviare netflix-desktop da terminale e vedi se ti da errori

  • kapteo

    potreste essere piu chiari riguardo il funzionamento? Io ho installato NetFlix-desktop, ma una volta avviato mi apre una specie di browser in kiosk mode con la pagina di login di NetFlix in full screen che recita che il servizio non è ancora disponibile in Italia,e ora? Ho avviato il firefox di NetFlix ma nonostante il plugin Silverlight risulti installato, i video di video.mediaset.it restano in loading con l’immagine di caricamento che gira all’infinito. Mentre provando a visualizzare i video di mediasetpremium mi richiede di scaricare una versione piu aggiornata di Silverlight. Cosa sto tralasciando?

  • Luca

    Innanzittutto ringrazio per il post vorrei chiedere il vostro aiuto per i lseguente problema:ho effettutato tutte le operazioni ma avviando firefox con silverlight e sky go mi da :errore di programma NDSPCShowServer.exe.Sapete come aiutarmi?Grazie in anticipo.

  • Kubla

    Confermo, SkyGo su Ubuntu con Netflix non vuole proprio saperne di funzionare. Ho seguito le tue indicazioni, ho installato Adobe Flash Player e Sky Go Player sul sistema emulato da Netflix ma quando accedo a SkyGo il player carica per un pò e poi restituisce errore [1711]… Peccato! Ci avevo creduto…tu sei proprio sicuro che funzioni?

  • Pietro

    Ciao io non riesco a visualizzare mediaset premium… Sostanzialmente non mi da più il logo per l’installazione di Silverlight ma neanche carica nulla… TUTTO NERO

  • davyde84

    scusate ma non trovo i lmodo di lanciare firefox emulato.. posso solo lanciare netflix-desktop e si apre firefoz.. ma non posso cambiare pagina..

    • Stefano Toneatto

      seleziona una scritta qualsiasi, fai cerca con google. si apre così una nuova scheda. ora nello spazio fra la scheda e la decorazione della finestra fai tasto destro e fai apparire tutte le cose 🙂

      • davyde84

        ok e adesso come installo il flash player? ho visto che il sito di radio oe3 che mi chiedeva silverlight funziona mentre rai tv boh penso non riesca a caricare pero’ per sky go che era quello che mi interessavami chiede il flash che scarica l’installer ovviamente ma non parte l’installazione

        • Alberto

          devi installare silverlight, flash player non c’entra niente

          sta di fatto che se vado su un sito mediaset mi dice di scaricare il plug in silverlight, menter se vado sul sito di silverlight mi dice che la versione 4 è installata, e installando la 5 con wine non la vedo comunque all’interno del browser

  • davyde84

    ok adesso sono riuscito a far partire firefox dalla cartella .wine-browser ho installato silverlight apre i siti come rai.tv e una radio tedesca oe3 ma al momento di ricevere i dati si pianta.. cioe’ non gli arrivano e non carica

  • Non credo nemmeno un pò a queste statistiche.

    E’ stato appurato di recente che addirittura Microsoft crede che i sistemi operativi che usiamo siano Windows 8, quando invece sono distro Linux.

    Per me queste statistiche sono truccate.

    • pi3tr0

      non sono truccate, non sono esattissime ma nemmeno truccate, esistono le stats di wikipedia, uno dei portali + visitati al mondo, e siamo li, forse 2 o 3 decimali di più, ma siamo li

    • golden

      Non so se siano davvero truccate. Però io, nel mio piccolissimo, vedo sempre più gente che usa linux, che ha considerato di utilizzarlo o che comunque sa di che si tratta. Fino ad un paio d’anni fa (per me) non era così…

  • luca

    Statistiche truccate o no l’open source non ha bisogno di numeri come ne hanno bisogno i software proprietari, linux resta fermo all’1,49% ? e chi se ne frega, meno rompiballe nelle comunity e forum sempre meglio frequentati da utilizzatori contenti e saccenti. Chi vuole restare a windows o mac se ci resta ci fa solo bene alla salute

    • Claudio

      Condivido in pieno il tuo pensiero.
      Conta la qualità, non la quantità. Paradossalmente, finché siamo pochi, siamo meno esposti ad attacchi.
      Le statistiche lasciano anche il tempo che trovano. Per esempio, alla Airbus, lavoriamo ancora con WinXP e IE8, quindi figurati quanto un utente abbia voglia di lavorare su queste piattaforme obsolete.
      Più che Linux piattaforma, dobbiamo diffondere la filosofia open.source.
      Detto questo, da felice archlinuxiano, non tornerei a Windows neanche se mi pagassero.

    • In parte hai ragione però penso sia comunque parecchio importante. Più utenza linux significa più interesse da parte delle grandi aziende, più supporto, driver migliori, performances, features, applicazioni professionali ecc…

      Le piattaforme opensource attuali sono diventate importanti anche grazie a grandi investimenti da parte di aziende che fanno soldi con questi sistemi.
      Sono pochi ormai gli sviluppatori del kernel che non sono pagati per fare il lavoro che svolgono. In ambiente destkop è diverso ma magari in futuro la musica cambierà

    • XfceEvangelist

      e soprattutto meno bimbiminkia rincoglioniti

  • VincenzOS

    La dispersione di energie tra vari progetti concorrenti disperde molte forze in campo e fa calare mediamente la qualità (e gli utilizzatori) dei prodotti Open. Lo sviluppo Open Source, se paradossalmente ci fosse piena cooperazione tra i progetti (benchè diverse distro esistenti) dovrebbe seguire uno sviluppo esponenziale, cosa che sta avvenendo soltanto col il Kernel, perché unico (anche se spesso patchato tra le varie distro). Pensiamo adesso a Wayland/Mir/Xorg nel prossimo futuro contemporaneamente sul mercato, la dispersione di energie non gioverà a nessuno.

    • Sono d’accordo con te , non serve neanche esser programmatori per capirlo.

    • luca

      non sono daccordo, gli sviluppatori open lo fanno sopratutto per apprendere e fare esperienza in tecnologie che normalmente non utilizzano nel loro lavoro quotidiano quindi perché dovresti obbligarli a fare solo quello che dici tu ?
      E giusto che ognuno mostri il proprio interesse in quello che gli piace-interessa e sopratutto offrono a noi utenti una vasta gamma di prodotti da poter utilizzare a seconda delle nostre esigenze.
      Se vuoi un prodotto professionale dovresti lamentarti con quelli che lo fanno di professione e spacciano fuffa per oro non di certo con la filosofia del pinguino.

    • TopoRuggente

      La “selezione” naturale che si instaura in presenza di più progetti impedisce che permette lo sviluppo di idee migliori.

      Se tutti gli sviluppatori lavorassero a Xorg, la possibilità di vedere nascere qualcosa di completamente nuovo (como wayland o mir) sarebbe infima, infatti gli sviluppatori di Xorg nemmeno avevano iniziato a risolvere le pecche del loro prodotto.

      • VincenzOS

        La nascita di idee, certo, come darti torto, ma se poi tutti seguono l’idea migliore (più vincente) allora il mercato ne beneficia, altrimenti si crea solo maggiore frammentazione. Altro punto opinabile, che gli sviluppatori, essendo quindi detentori dell’unico prodotto (Xorg) non avessero incentivo a migliorare. Lo stesso discorso dell’open che sta alla base di tutto avrebbe permesso l’auto-miglioramento del prodotto, in quanto tu (o chi non fosse stato soddisfatto) avrebbe potuto correggere/modificare le parti ritenute obsolete/buggate. Riprendiamo l’esempio che ho fatto all’inizio, il kernel linux c’ha 23 anni, eppure non mi pare che sia stato oggetto di frammentazione iperdozzinale, benché ognuno se lo potesse modificare a suo piacimento. Lo sviluppo è proseguito linearmente, ed esponenzialmente soprattutto. L’unione fa la forza si dice, ed è il concetto di Open Source, una comunità che aiuta la comunità (alla base anche della filosofia Ubuntu). Bisogna distinguere la personalizzazione del prodotto, dalla frammentazione. Con ciò non travisate le mie parole, Microsoft ti dice usa windows 8, non ti piace l’interfaccia metro? Usa 7 fino a che lo supporteremo. In linux non mi piace unity, uso xfce o quello che mi pare, questa è selezione naturale, ed aiuta il miglior prodotto a venire a galla. Il fork egoistico invece crea solo danno a tutti.

  • CuccuDrillu10

    Ma quel 5% di “other” tra i sistemi operativi, che cosa racchiude? Solo linux non può essere visto che l’articolo parla di 1,49? e il restante 3,5 che OS utilizza?

    • Dario Grillo

      Boh, forse FreeBSD, OpenBSD, NETBSD, DragonflyBSD, OpenSolaris, OpenIndiana, Solaris e non me ne vengono più in mente XD

      • Simone Picciau

        BeOS, Haiku

    • XfceEvangelist

      AmigaOS, AROS, Atari TOS, RISC OS 2

  • ienuz12

    E tutti ad esultare quando Linux ha toccato l’1.73 con tanto di articolo dedicato! Ci facciamo proprio ridere dietro a volte noi Linuxiani!

    • Bestia

      Condivdo assolutamente! Uso linux al lavoro ma sono una mosca bianca e mi scordo Lync, Riunioni su Outlook, DFS, backup Vault stampanti di rete con mille funzioni, e sopratutto non riesco a gestire i permessi sulle cartelle Windows. Come amministratore di rete, devo avere per forza Remmina e lavorare con una macchina Windows di appoggio. Linux va veramente bene solo per i server e per casa.

      • ienuz12

        Ok, non vorrei sempre ripetere la solita pappardella che Android e’ Linux, che il 95% dei supercomputer e’ Linux, che la maggiorparte dei device embedded sono Linux e via dicendo. Linux e’ competitivo, ma non riesce ancora ad esserlo e forse non lo sara’ mai in campo desktop. Solo Google, se mai dovesse puntare al mercato enterprise, potra’ fare il miracolo. Qui lo dico e qui lo nego! 🙂

        • EnricoD

          Android non è linux, le app sono scritte in java e funzionano su una macchina virtuale, la dalvik vm o la più recente Art .. Solo il kernel è linux ..ma non basta per dire che android è linux

          • ienuz12

            Android non e’ GNU Linux pero’ e’ Linux based al 100%. A me di GNU non frega nulla e Stallman potrebbe anche buttarsi giu’ da un ponte. Con la sua politica altamente restrittiva GNU Linux non arrivera’ mai da nessuna parte. Poi tra l’altro ormai anche Wikipedia classifica Android come distro Linux, nonostante non sia basata su GNU.

          • XfceEvangelist

            Prima di disprezzare RMS è meglio che ti vai a vedere chi ha iniziato a scrivere il GCC e tante altre cose…

          • ienuz12

            Io non sto disprezzando. Dico solo che Stallman ha una mentalita’ troppo purista od estremista. Se vogliamo che Linux arrivi alle masse, cosa che e’ stata gia’ fatta con Android, dobbiamo anche saperci levare di dosso questa aria da telebani che ci ritroviamo. Senza vendere il cu.o o l’anima possibilmente! 🙂 Si’, il GCC e’ stato creato da Stallman cosi’ come l’ambiente userspace delle distro Linux, resta il fatto che io faccia il tifo piu’ per il kernel che la parte userspace. Quest’ultima puo’ essere creata da altri e meglio.

          • TopoRuggente

            Se le masse sono come te preferisco Linux al 2%, meglio 2% di utenti che un solo utonto in più.

            Vorrei vedere linux diffondersi per diffondere cultura informatica, se è per avere utenti del tuo calibro, tempo perso.

          • markit

            Se per farlo arrivare alle masse dobbiamo renderlo infetto da codice su cui non abbiamo controllo (= programmi proprietari), tanto vale che le masse si tengano M$ e GNU/Linux lo usi solo chi capisce veramente la posta in gioco.

          • TopoRuggente

            Chiaramente tu di Linux non hai capito assolutamente nulla.

            Smetti di usare un sistema operativo solo perchè credi faccia “figo”.

          • Rinox1590

            vai ad usare Mac e pulisciti la bocca quando parli di Stallman. Lui vedeva già anni fa lo scenario che si è presentato ora. La sicurezza è un bene primario come la privacy, un giorno lo capirai.

      • Alessandro Giannini

        Anche dove lavoro io, i nostri sistemisti hanno dovuto abbandonare l’uso di Linux per gli stessi identici motivi…..

    • Franco Fait

      statica che vale meno di un 2 di picche come sempre. Microsoft detiene il monopolio sulle postazioni fisse , sul mobile è nullità assoluta. Per stessa affermazione di Ballmer e Bill Gate non raggiunge il 2% e sarà già un successo se riuscirà a superarlo fra qualche anno. Statistiche di cacca che non valgono un accidente da sempre fatte su campioni limitati a poche migliaia di utenti , quando poi c’ è quasi mezzo mondo oltreconfine in cui il SO di MS è pure fuori legge da anni .

      • Guest

        Ma nei grafici non parlano di Desktop Operating System Market Share? Cosa c’entra il mobile?

    • Ma perchè dovrebbe importarci della diffusione di Linux, mica abbiamo delle quote societarie no?
      Ricordatevi che più Linux è diffuso e maggiore sarà la probabilità che la sicurezza che oggi vantiamo venga meno, attirerebbe occhi maligli che oggi non sono incentivati a dedicarci tempo.
      Linux può prendere virus se chi li diffonde lo vuole fare, ricordatevelo!

    • matteo

      per fortuna cè gente che usa ancora windows e se ne sbatte altamente di percentuali e paranoie su linux!

  • golden

    La vera notizia è che, a ridosso della scadenza del supporto, ancora quasi il 30% dei computer ha XP. Come inizierà a calare seriamente forse vedremo la quota di GNU/linux sfondare il muro del 2% XD

  • Hacker511B

    Mi preoccupa la percentuale di vista .. Ma davvero ? D:

  • A parte che finchè Linux rimane su percentuali basse o meglio bassissime non attirerà mai virus, trojan e compagnia cantando, essendo un sistema open continuerà a essere sviluppato indipendentemente dalla diffusione che realmente ha, non ci sono interessi sotto e quindi non rischierà mai di ‘fallire’ come potrebbe avvenire con quelli proprietari.
    Di contro una diffusione più grande imporrebbe le software house a creare sempre una versione per Linux: se Photoshop, Autocad e tutti i software professionali che vanno su Windows e Mac fossero disponibili anche ler Linux bè le cose cambierebbero notevolmente anche se questo farebbe storcere il naso ai puristi dell’open source.

    Insomma io credo che Linux così com’è, senza una rete di distribuzione che parte dai supermercati rimarrà sempre sotto una percentuale del 2-3%. non potrebbe essere diversamente e forse che forse va benissimo così.

  • matteo

    pazienza… non mi cambia la vita!

  • cippalippa

    rimango scettico a questi sondaggi. Gli stessi sondaggi un po’ come accade anche in politica tendono a condizionare le menti delle persone meno consapevoli… con risultati ben precisi: condizionare il loro giudizio e capacita’ di scelta e d’arbitrio. 🙂

  • freestyle72

    L’unica statistica che a mio avviso può essere veritiera sarebbe quella fatta su una fetta di utenza di YouTube! Dove li, si che si trovino indifferentemente utenti linux, mac e win e le percentuali sarebbero più veritiere!
    Altri metodi sono manipolabili a seconda degl’interessi!

  • Fabio

    Solo seguendo le indicazioni per installare Netflix Desktop ed andando direttamente sul sito, Skygo funge. Purtroppo ho potuto testare solo Skytg24 perché non potevo fare il reset dei dispositivi… 🙂

  • marcof

    Ubuntu 14.04 sky 24 lo vedo ma per gli altri canali, “Non è possibile riprodurre il contenuto sul sistema di visualizzazione collegato. [6036b]”

  • Natale

    Io non riesco ad installare Netflix 🙁 arriva al terminale qui: “netflix-desktop: downloading http://developer.netflix.com/files/Netflix_API2_57x57.png

    e poi apre una finestra dove dice “Scaricamento file dati extra non riuscito

    I seguenti pacchetti necessitano di scaricare dati aggiuntivi una volta installati, ma tali dati non possono essere recuperati o elaborati.

    netflix-desktop

    Lo scaricamento verrà tentato successivamente oppure è possibile riprovare ora. L’esecuzione di questo comando richiede una connessione a Internet attiva.”

    Cliccando su “Esegui questa azione ora” mi apre un nuovo terminale, digito la password e spunta la scritta di prima “downloading Netflix_API2” ecc. ma dopo un po’ il terminale si chiude e alla fine non scarica nulla! Ovviamente cliccando sull’applicazione mi dice che ci sono da scaricare dei componenti aggiuntivi (il .png di prima a quanto pare, perche’ cercando l’applicazione non ha icona) e quando clicco “Yes” non succede nulla.
    Ditemi come fare per favore 🙁

  • Natale

    Io non riesco ad installare Netflix 🙁 arriva al terminale qui: “netflix-desktop: downloading http://developer.netflix.com/files/Netflix_API2_57x57.png

    e poi apre una finestra dove dice “Scaricamento file dati extra non riuscito

    I seguenti pacchetti necessitano di scaricare dati aggiuntivi una volta installati, ma tali dati non possono essere recuperati o elaborati.

    netflix-desktop

    Lo scaricamento verrà tentato successivamente oppure è possibile riprovare ora. L’esecuzione di questo comando richiede una connessione a Internet attiva.”

    Cliccando su “Esegui questa azione ora” mi apre un nuovo terminale, digito la password e spunta la scritta di prima “downloading Netflix_API2” ecc. ma dopo un po’ il terminale si chiude e alla fine non scarica nulla! Ovviamente cliccando sull’applicazione mi dice che ci sono da scaricare dei componenti aggiuntivi (il .png di prima a quanto pare, perche’ cercando l’applicazione non ha icona) e quando clicco “Yes” non succede nulla.
    Ditemi come fare per favore 🙁

  • Lillo Lilloso

    Ok installato tutto e firefox funzioma ma poi al momento che deve partire il video di sky go mi da un errore e mi dice di ricaricare la pagina e lo fa all’infinito quindi, deduco non funzioni.
    Uso Ubuntu 12.04

    • giorgio

      Prova con pipelight, riprendo dal sito:

      Installazione:
      sudo add-apt-repository ppa:pipelight/stable
      sudo apt-get update
      sudo apt-get install –install-recommends pipelight-multi
      sudo pipelight-plugin –update

      Sono richiesti i font di windows.
      Attivazione
      sudo pipelight-plugin –enable silverlight
      sudo pipelight-plugin –disable silverlight5.1 –enable silverlight5.0

      Sul sito è tutto spiegato, compresi eventuali problemi che possono verificarsi durante l’installazione.
      Se vuoi fare un tentativo prova così.

    • fabio crivaro

      ad oggi non esistono metodi per utilizzare skygo su distro linux il problema e’ nella certificazione dei driver di win

No more articles