Vi presentiamo un’interessante video dedicato al nuovo Lenovo ThinkPad 11e Yoga Chromebook, robusto netbook basato su Google Chrome OS.

Lenovo ThinkPad 11e Yoga Chromebook
ThinkPad è una gamma di personal computer di Lenovo (ex IBM) realizzati per essere robusti ed affidabili tutto questo è possibile utilizzando materiali di alta qualità, con cerniere rinforzate e una tastiera ad isola con tecnologia “AccuType” resistente ad infiltrazioni di liquidi e polveri ecc. Lenovo ha presentato nei mesi scorsi il nuovo Chromebook basato proprio su ThinkPad e dotato di uno schermo in grado di ruotare di ben 360 gradi trasformando il dispositivo in un tablet.

Da notare la mancanza del TrackPoint, particolare dispositivo di puntamento incastonato tra i tasti ‘G’, ‘H’ e ‘B’ di colore rosso che ci consente di poter operare velocemente sul cursore senza togliere le mani dalla tastiera. Lenovo ThinkPad 11e Yoga è disponibile sia con Microsoft Windows 8.1 che Google Chrome OS, nei dettagli il netbook/tablet si basa su un display IPS da 11.6 pollici con risoluzione di 1366 x 768 pixel con protezione Gorilla Glass.
All’interno troviamo un processore Intel Celeron N2920 quad core da 1.86 GHz con una scheda grafica integrata Intel HD Graphics in grado di offrire circa 8 ore di autonomia. Purtroppo non solo disponibili informazioni sulla RAM e Storage inclusi.

Ecco un’interessante video dedicato a Lenovo ThinkPad 11e Yoga Chromebook rilasciato dai colleghi di liliputing:

Ricordo che Lenovo ThinkPad 11e Yoga Chromebook è un netbook/tablet ancora in fase di sviluppo e attualmente non si conoscono le date e paesi nei quali verrà commercializzato questo interessante dispositivo. Da notare che Lenovo ha già rilasciato prezzi di partenza che sono di 349 dollari per la Chromebook (circa 255 Euro) mentre 449 dollari per la versione con Microsoft Windows 8.1 / MS Office preinstallato (circa 328 Euro).

Ricordo che da Diwo (store che collabora con lffl) troviamo diversi notebook Lenovo anche senza sistema operativo / FreeDos a partire da 254 Euro.

  • Jolla

    la provo

  • Marco

    Soluzione un po’ “farlocca”, la velocita’ aumenta solo se i peer (nodi) precedenti non riuscivano a saturare la nostra banda, soprattutto 1000+ peer aumentano eccessivamente l’overhead che invece di aumentare la velocita’ la riduce ed aumenta in modo eccessivo l’upload oltre a rischiar di piantare la rete per l’eccessivo scambio di pacchetti.
    Solitamente 500 peer e’ considerato un numero abbondante.

    • Giuseppe F. Testa

      Alcuni torrent sono lenti (o raggiungono il picco di velocità tardi) proprio per la scarsità di fonti prelevate dallo swarm.

      Una cosa è chiedere il file a 60 utenti su 600,una cosa è chiedere il file a 500 utenti su 600

  • mikronimo

    Può funzionare per tutti i client (ktorrent, deluge, ecc.)?

    • Giuseppe F. Testa

      quelle voci sono alla base del procotollo bittorrent,quindi si,funziona su qualsiasi client 🙂

  • abral

    Quei parametri dipendono dalla propria connessione. Se si ha una bassa velocità di upload, ad esempio, avere connessioni con tutti quei nodi potrebbe portare a non scaricare nulla, perché ci sarebbe molto più traffico “inutile” di semplice comunicazione tra i nodi.
    Considera che Transmission, a differenza di qBitTorrent, non permette di impostare un limite di upload che tenga conto delle comunicazioni tra i nodi, quindi, come dice Marco, molto probabilmente non riuscirai ad utilizzare efficacemente la tua connessione.

    • Giuseppe F. Testa

      Ottima considerazione.

      In questi casi basta impostare manualmente il limite di upload per i torrent (anche 50% ma non di meno per non perdere il golden share 🙂 )

  • Giuseppe F. Testa

    Non si parla di semplice sparata di connessioni per aumentare il download.

    Leggendo l’articolo originale era tutto molto più chiaro.

    Con valori di banda ben ponderati (80% download e 70% upload) qualsiasi client e qualsiasi router moderno regge un tale carico senza difficoltà.

    Per la cronaca ho impostato questi parametri e riesco a navigare senza problemi mentre scarico a manetta.

    Ci scappa anche la videochiamata su Skype 😀

    PS: tutti i router moderni gestiscono senza troppi problemi oltre 2000 connessioni aperte,tranquilli ci vuole ben altro per bruciare il router

  • Ludovico Toscano

    Ottimo! L’ho provata scaricando l’ultima versione di ubuntu e sono passato da 700ks/b a 1,2mb/s con dei picchi da 2mb/s!
    Per chi diceva che impossibile navigare in internet basta attivare i limiti di velocità alternativi quando usi internet e disattivarli dopo.

  • papomo

    a me sono diverse le impostazioni su mac: non c’è ne i limiti dei nodi ne la sezione privacy

  • Guest

    ma dove sono ste impostazioni io non le trovo se vado su proprietà in alto sono le proprietà del torrent non di transmission con il torrent da windows arrivo a 5mb/s

  • D4rK Br41N

    HELP…! Sapete mica se esiste su Linux l’equivalente software di Win (cFos Speed Optimizer) per la gestione pacchetti protocollo TCP-IP con la funzionalita’ integrata “traffing shaping + QoS” dove tutti i pacchetti TCP+UDP vengono ordinati dal software (che interpone un layer proprietario) e si ottiene il flusso di dati dalla scheda di rete I/O sono molto piu’ fluidi e veloci durante la navigazione (con ping piu’ bassi e in particolar modo se si hanno molti software di p2p o simili che non generano flusso pacchetti dati caotico) rendendo la propria connessione internet meno traballante e decisamente piu’ reattiva..!?! Andrebbe bene anche se ci fosse uno script equivalente da scaricare ed eseguire da Shell Bash sul pinguino.

    Grasssie.

  • Tomoms

    Mah… a me Transmission non mi ha mai scaricato a più di 300 kb/s, mentre con uTorrent su Windows o deluge su Linux vado tranquillamente oltre 1 mb/s

    • CippaLippa

      beh.. anche QBitTorrent (QBT) è molto veloce come client torrent su Linux. QBT già di suo arriva a 800Kbps il DL e ottimizzando i parametri si supera il 1000Kbps (1MB/s) senza problemi. Tra i client torrent alternativi trovo che QBT sia davvero ben realizzato nella UI e nella possibilità di impostare la lingua preferita, ottimo anche tutto ciò che sono i vari parametri ed ha un motore interno ricerca files. QBT è molto compatto anche nei pacchetti da scaricare, non occupa 70-80MB come Vuze o Deluge!!! Trovo che sia il migliore client p2p al momento.. su Gnu-Linux! (ci sarebbe anche ”Tribler” in alternativa p2p, ma nessuno lo menziona mai)

  • elgandoz

    E almeno accennare a spiegare che fa sta roba? Uno deve caricare files da internet senza nemmeno chiedersi che c’è dentro? E comunque a me dal browser mi da “Impossibile trovare iblocklist.rlcassidy.net.”

  • Alessandro

    Complimenti per la guida prima di apportare modifiche andava a 25 – mass 130 kb/s …ora dopo la vostra modifica scarico con trasmission al massimo… tra 700-850 kb/s 😀

  • Gianluca

    Su Qbtorrent i nodi globali al max si possono settare su 2000 e 1000 per un torrent singolo.

  • roberto mangherini

    il link non funziona

No more articles