E’ disponibile per Ubuntu 14.04 la nuova versione di App Grid il  leggero e moderno software center ora anche in lingua italiana con diverse migliorie.

App Grid Software Center in Ubuntu
In ritardo (l’aggiornamento risale a marzo) vi segnaliamo l’arrivo della nuova versione 0.1.100 di App Grid il nuovo software center open source per Ubuntu e derivate. App Grid è un Software Center che punta a fornire una valida alternativa ad Ubuntu Software Center con un sistema più leggero e veloce dotato di un’interfaccia grafica moderna e sviluppata in maniera tale da supportare al meglio qualsiasi ambiente desktop.
Con App Grid potremo effettuare ricerche mirate in applicazioni, game ecc suddivide in categorie, grazie al supporto per Launchpad potremo anche effettuare acquisti o installare applicazioni proprietarie non presenti nei repo ufficiali (funzionalità non presente ad esempio in Muon in KDE).

Da notare che App Grid è molto più veloce nell’avviarsi di Ubuntu Software Center e richiede molte meno risorse, diventando cosi un’ottimo software center ad esempio per Xubuntu e Lubuntu.

Ecco una tabella di comparazione tra App Grid e Ubuntu Software Center

App Grid vs Ubuntu Software Center

L’attuale versione di App Grid porta con se alcune migliorie all’interfaccia grafica e soprattutto include la traduzione in lingua italiana oltre ad includere diverse ottimizzazioni che rendono il software center più veloce e reattivo.

App Grid - dettagli applicazione

Per installare App Grid in Ubuntu e derivate digitando da terminale:

sudo add-apt-repository -y ppa:appgrid/stable
sudo apt-get update
sudo apt-get install appgrid

In alternativa possiamo installare App Grid Software Center in Ubuntu e derivate scaricando solamente il pacchetto deb da questa pagina.

Ringrazio il nostro lettore Federico S. per la segnalazione, scusandomi con tutti i lettori per il ritardo nel rilasciare la notizia dell’aggiornamento.

Home App Grid Software Center

  • daves

    Di mockups interessanti su internet ce ne sono millanta ma quelli di canonical non ci pensano minimamente di prenderne in considerazione qualcuno.

  • -.-

    credo sia l’ora che canonical assuma gli autori di appgrid, visto che evidentemente non è in grado di scrivere un software center decente

    • peccato che da ubuntu 14.10 molto probabilmente non avremo più ubuntu software center ma un nuovo software center “unificato” per device mobili e desktop

      • marco

        ce sempre altrernativa come deepin software center

      • Stefano

        Non ci sarà nessun software center (come dicevo già in passato). L’idea è quella di usare l’Application Scope di Unity.

        In tal senso sembrerebbe esserci la conferma di Jono Bacon, di due mesi fa:
        “Apps will be browsed, searched, installed, rated, and reviewed from the apps scope within the dash. This will happen across phone, tablet, desktop, and TV.”

        Nel farlo, personalmente mi auguro che cambino l’attuale layout dello scope, dato che non è proprio il massimo ricercare le applicazioni da installare senza le opportune categorie.

        Per quanto riguarda Unity 8 + Mir come ambiente di default, spero invece che ciò non avvenga con la 14.10. Il supporto, per ora, sembrerebbe limitato ai soli driver open-source – cosa per alcuni, un po’ limitante.
        A tal proposito, in novembre è intervenuto uno degli sviluppatori di Mir, Oliver Ries, dicendo:
        “Going forward we are expecting to see Mir being part of the default display stack in 14.10 and following releases, where the key focus is to bring the vision of convergence to our users.”

  • Andrea

    ma eOS non sta lavorando ad un suo appcenter? non potrebbe appoggiarsi a questo? essendo leggero e veloce dovrebbe integrarsi bene…si può installare in eOS attualmente?

    • Andrea

      mi rispondo da solo, appena installato su eOS e sembra perfetto!! diciamo che è studiato ad hoc per ubuntu, il tema con il colore arancio…

  • Fabio Da Ronta

    Partendo dall’assurdo che i developers canonical sono degli incompetenti, Appgrid ha 5900 righe, USC quasi 60000 …forse farà qualcosa in più?
    A prescindere dai supposti, è veramente pesante.

    • user

      Ma cosa ne sai…. le hai analizzate tutte le 60000 righe? se si, lo conosci python, gtk+ e app-install? puoi dire con esattezza se il codice e perfetto!?
      Canonical non è infallibile, è normale essere scettici ma se fossi in te gli darei almeno una possibilità 😉

      • Fabio Da Ronta

        Cavolo non ho detto che USC sia ottimo, anzi ho affermato che è pesante.
        Mi sembra pero una forzatura paragonare un progetto con 6000 righe, con uno di 60000.
        È come quando vi fu il paragone tra gmd e lightdm. Il primo era un monolite con 73849047 funzionalità, il secondo è cucito ad-hoc per fare 3 cose.

  • Ermy_sti

    quei dati di prestazioni non sono veritieri, tra l’altro recentamente lo hanno aggiornato ed è diventato molto veloce…a me per esempio ubuntu software center con un ssd economico samsung mi fa meno di 3 secondi ad avviarsi

    • Ovviamente le prestazioni dipendono dall’hardware, quello che conta è confrontare le due colonne per capire che comunque uno è più veloce dell’altro in termini relativi.

      • Ermy_sti

        Si ovvio ma 20 secondi?? Cos hanno usato un 286 del ’90??

        • Ho un PC che ha circa 8-9 anni (significa che è più recente del 2004) con un Core Duo e 1 GB di RAM. Xubuntu 14.04, ti posso garantire che il software center non ha tempi tanto diversi da quelli indicati lì. Tra poco provo App Grid e vedo come va. 🙂

          • Ok, non avevo visto sul sito (né è menzionato in questo post) che è un programma proprietario:

            «This project’s licence is proprietary.»

            Peccato, sembrava interessante, ma preferisco usare USC ora.

  • Leonardo

    non è opensource!! è software proprietario, il sorgente non è disponibile

    • sandali fetenti

      Aaaahahahahahahggrrrg! Sant’ IGNUzio Stallman non vuole che si install questo software!

      • Leonardo

        no, semplicemente NON è un software open source come è riportato erroneamente su questo blog e altrove, questa è la licenza (EULA) del software in questione che l’utente deve accettare per poterlo utilizzare, è vietata la distribuzione, la copia e quant’altro:

        Copyright (c) 2011-2014 Peter Gardenier

        – App Grid is provided ‘as is’, with no warranties of any sort. Authors and
        copyright holders can not be held liable in any way for any damages of any
        sort that usage of or dealings in App Grid may cause. All usage of App Grid
        is at your own risk.
        – App Grid is copyrighted. This includes source code, binary code and design.
        All rights are reserved. You may not copy, nor distribute App Grid, neither
        in part, nor in whole. It is your responsibility to ensure that your usage of
        App Grid is legal at all times.
        – Apps listed in App Grid and the related metadata are made available for
        download by third parties. Your usage and installation of these apps is at
        your own risk and may be bound by a license or terms of service. If you
        decide to purchase and/or install apps from the Canonical Store, you agree to
        the terms and conditions set by Canonical. Authors and copyright holders of
        App Grid can not be held liable in any way for any damages of any sort that
        usage of or dealings in apps listed in App Grid may cause.
        – We explicitly do not provide any guarantees about the continued availability
        of App Grid, either under these terms and conditions, or others.

No more articles