Eurocom M3 è un’ottimo notebook realizzato per coniugare mobilità e performance grazie ad un potente processore Intel i7 con una Nvidia GTX 765M.

EUROCOM M3
Eurocom è un’azienda produttrice di personal computer Canadese, famosa soprattutto per consentire all’utente ed azienda di poter personalizzare il proprio pc scegliendo tra varie cpu, gpu, storage, ram ecc.
Altra importante caratteristica dei personal computer targati Eurocom è possibilità di avere il pc senza alcun sistema operativo oppure (per alcuni modelli) oppure preinstallato Ubuntu, Debian o Linux Mint.
Dopo avervi presentato i notebook Monster e  l’incredibile M4 vi presentiamo EUROCOM M3 potente personal computer portatile con display da 13.3 disponibile senza sistema operativo.

EUROCOM M3 è un notebook realizzato principalmente per il professionista che richiede un notebook compatto, leggero e performante oppure per l’utente che ama anche giocare con il proprio personal computer.

Ecco le principali caratteristiche di EUROCOM M3:

display: 13.3 pollici IPS con risoluzione FullHD da 1920×1080
processore: Intel Core i7-4700MQ quad core da 2.4/3.4 GHz con 6 MB di Cache
scheda grafica: integrata Intel HD Graphics 4600 – dedicata NVIDIA GTX 765M da 2GB gestita da tecnologia Nvidia Optimus
ram: 8 GB DDR3 che possiamo espandere fino a 16 GB
storage: SHDD da 500 GB con la possibilità di aggiungere una SSD secondaria
tastiera: retroilluminata a 3 livelli d’intensità
sistema audio: Sound Blaster Cinema; High Definition Audio
porte: 1 x USB 2.0, 3 x USB 3.0, 1 x HDMI 1.4a, 1 x VGA, 1 x RJ45/LAN
connettività: 1Gigabit LAN; WiFi; Bluetooth
peso: 2kg
dimensioni: WxDxH 330x227x31.9mm
batteria: 62.16WH in grado di offrire 5 ore di autonomia

EUROCOM M3 viene rilasciato senza sistema operativo con un DVD con i driver per Microsoft Windows, lo possiamo acquistare direttamente dal sito ufficiale a 884 Euro.

  • Ma basta con ste schede video commutate vi prego ç_ç
    Speriamo che AMD si svegli e faccia i driver come si vede, trovo molto più appetibile un APU che sti frankenstein.

    • poligono

      a me invece fa molto comodo avere una macchina performante in ufficio, ma anche una discreta autonomia quando sono in giro.

      Soluzioni con solo l’integrata intel non mancano, quindi non vedo il problema 🙂

      • EnricoD

        il problema della grafica ibrida è che se non fai uno script che operi lo switch automaticamente al boot, che discrimini quindi quale delle due usare, la batteria dura si e no 30 minuti…
        ma… ai tempi in cui gestivo linux sul portatile di mio fratello non fu difficile farlo su lubuntu o xubuntu grazie al wiki di arch linux
        adesso credo ci sia anche qualche tool ma non ne sono sicuro (edit: vgaswitcheroo)

        • poligono

          al momento ci sono due soluzioni su linux:
          1) bumblebee, con gestione dinamica delle 2 schede (anteponendo il comando optirun per attivare la discreta)

          2) prime, praticamente uno switch che attiva una delle due schede (è necessario logout/login per il cambio) e
          disonibile solo su *buntu.

          Non c’è ancora una soluzione ideale come su win o osx, ma, secondo me, i benefici compensano il minimo di sbattimento necessario a far funzionare il tutto.

          Ovviamente non voglio convincere nessuno che
          optimus sia l’invenzione del secolo, ma per quelli come me, che hanno la necessità di una scheda grafica potente e di una discreta autonomia, al momento non ci sono alternative valide.

      • Antonio

        Concordo ho comprato nei usa razer blade 14 sono rimasto sorpreso con autonomia di 6 ore con linux,peccato che a parte i santech e qualche altro qua in italia i 13 pollici sono tutti con scheda video integrata

    • guest

      onestamente preferisco una gestione separata con bumblebee o prime che trovarmi con un APU amd che non è ne carne ne pesce (prestazioni “medie” in tutti i casi)

  • eticre

    quando avrà ris. 4k schermo da 19” e peserà un chilo lo comprerò

  • Marco

    Sinceramente non capisco perche’ sui vari siti italiani si faccia tanta pubblicita’ agli Eurocom che son Canadesi quando abbiamo i corrispettivi Clevo con mysn in Europa, senza problemi di cambio, dogana, spedizioni lunghe ecc…

No more articles