In questa guida vedremo come installare e mantenere aggiornato il Kernel Linux eee-ck in Arch Linux e derivate.

ASUS EeePC 700
ASUS EeePC 700 è il primo modello di netbook della fortunata gamma Eee PC di ASUS con display da 7 pollici con risoluzione da 800×480 pixel e un processore Intel Celerom M ULV 353 da 900 Mhz con 512 MB di memoria RAM e una SSD da 2, 4 o 8 GB con Wi-Fi 802.11b/g e webcam da 0,3 megapixel.
Veniva rilasciato inizialmente solo con Linux Xandros, solo in un secondo momento ASUS ha deciso di preinstallare anche Windows XP Home. Grazie a Linux  è possibile utilizzare ancora egregiamente il buon vecchio ASUS EeePC 700/701/702, basata una distribuzione leggera come ad esempio Arch Linux con ambiente desktop LXDE con tanto di Kernel Linux ottimizzato denominato eee-ck.

eee-ck è un Kernel Linux che include diverse ottimizzazioni che vanno a velocizzare il nostro sistema operativo, se abbiamo Arch Linux oppure una derivata come Manjaro o Bridge possiamo installare facilmente questo particolare Kernel grazie ai repository di terze parti dedicati.

Basta digitare da terminale:

sudo nano /etc/pacman.conf

e aggiungiamo:

[eee-ck]
Server = http://zembla.shatteredsymmetry.com/repo

salviamo con ctrl+x poi s e installiamo le key d’autentificazione digitando:

sudo pacman-key -r EA917584
sudo pacman-key --lsign-key EA917584

e ora possiamo installare il nuovo Kernel Eee-CK digitando:

sudo pacman -Sy linux-eee-ck

al termine dell’installazione dovremo aggiungere il nuovo kernel in GRUB per farlo basta digitare:

sudo nano /dev/sdaX/boot/grub/menu.lst

dove al posto di sdaX dovremo inserire la partizione corretta dove salvato GRUB e aggiungiamo:

 title       Linux Eee-CK
 root       (hd0,1)
 kernel     /boot/vlinux-eee-ck root=/dev/sdaX ro
 initrd     /boot/initramfs-linux-eee-ck.img

dove al posto di (hd0,1) e sdaX dovremo inserire il nostro sistema corretto (possiamo utilizzare i dati dell’attuale Kernel) e salviamo il tutto con ctrl+x poi s

a questo punto aggiorniamo GRUB digitando:

sudo grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

e riavviamo 😀

No more articles