Vi presentiamo T un completo e funzionale tool che ci consente di accedere e operare in Twitter direttamente dal nostro terminale.

T (Twitter CLI)
Twitter è uno dei social network tra i utilizzati al mondo anche dagli utenti Linux. La maggior parte delle distribuzioni Linux forniscono già di default applicazioni dedicate a Twitter, ad esempio in Ubuntu troviamo Gwibber, in distribuzioni KDE troviamo Choqok ecc. Possiamo inoltre accedere e operare nel nostro account Twitter direttamente dal nostro terminale con Twidge oppure al nuovo tool denominato T (Twitter CLI).

T (Twitter CLI) è un progetto open source che si basa sul servizio Twitter SMS commands consentendoci di poter operare nel nostro account da terminale per aggiornare il nostro stato, recuperare informazioni su un’utente, creare un’elenco degli utenti che ci seguono o che stiamo seguendo, gestire o elencare le nostre liste, effettuare ricerche mirate e molto altro ancora.

Per installare T (Twitter CLI) nella nostra distribuzione dovremo verificare di aver installato Ruby digitando

Per Ubuntu, Debian e derivate

sudo apt-get install ruby-dev

Per Fedora e derivate

sudo yum install ruby-devel

Per Arch Linux e derivate

sudo pacman -Sy ruby

a questo punto possiamo installare T (Twitter CLI) digitando da terminale:

sudo gem install t

al termine dell’installazione dovremo configurare T per farlo basta digitare:

t authorize

una volta confermato si aprirà il nostro browser dal quale dovremo creare una nuova applicazione dedicata inserendo nome, descrizione e url del progetto (in questo caso potremo inserire un sito qualsiasi) una volta confermato avremo le Key e Secure Key che ci consentiranno di configurare l’applicazione, successivamente vi verrà chiesto anche il codice di verifica.
Al termine della configurazione potremo operare in T.

Per conoscere tutte le opzioni basta digitare:

t help

o collegarci alla home del progetto.

Ad esempio per conoscere informazioni su un’utente basta digitare t whois @username dove al posto dell’username dovremo inserire il nome dell’user da cercare come da immagine sotto.

T (Twitter CLI)

Per rimuovere T (Twitter CLI) basta digitare da terminale:

sudo gem uninstall t

e confermiamo la rimozione.

Ringrazio il nostro lettore Matteo M. per la segnalazione.

Home T (Twitter CLI)

  • sdfdd

    Si’ ma se io faccio il boot da un live usb non bypasso tutto? o se il bootloader lascia, come fa di default, aggiungere qualche codice al boot, non posso aggiungere init=/bin/sh e entrare come root senza pass?
    Secondo me una valida alternativa e’ usare come partizione di boot una penna usb o il drivedroid di cui lffl parla altrove, e tutte le altre partizioni su hd tenerle criptate. dai una sola volta la password per accedere al disco in fase di boot, tutto il resto si mette in autologin. Un’altra pennetta con una distro live per gli ospiti. FINALMENTE siamo tornati come a fine anni ottanta, dove tutto il sistema operativo stava su memoria rimovibile (floppy) e se ne perdevi uno non avevi compromesso niente.

  • Davide Depau

    Devo acquistare una chiavetta USB speciale o posso usare una chiavetta che uso anche per altro (una normale memoria USB)?

    Segnalo comunque il modulo di PAM per il riconoscimento facciale, PAM Face Authentication.

  • fabio

    salve una domanda… ma se dopo io non voglio piu utilizzare la chiavetta? basta che inserisco la password normalmente?

No more articles