Dopo mesi di sviluppo è finalmente disponibile la versione stabile per Linux di Maxthon Cloud Browser.

Maxthon Cloud Browser 1.0.0.10 in Ubuntu Linux
Maxthon è un browser proprietario basato sul codice sorgente di Chromium con incluse diverse ottimizzazioni che lo rendono uno dei browser più veloci al mondo.
Nato per Microsoft Windows, attualmente Maxthon Cloud Browser è disponibile anche per Mac e device mobili con sistema operativo Android e Apple iOS e ora anche per Linux grazie alla nuova versione 1.0.0.10 Stabile. Tra le novità di Maxthon Cloud Browser 1.0.0.10 per Linux troviamo l’interfaccia grafica rivisitata e ottimizzata per una migliore integrazione con i più diffusi ambienti desktop.

Il nuovo Maxthon Cloud Browser 1.0.0.10 per Linux include finalmente il supporto per poter sincronizzare segnalibri, password, estensioni ecc tra vari pc e device mobili semplicemente creando un’account Maxthon. Grazie all’account Maxthon avremo a disposizione anche 6 GB di spazio web gratuito grazie al servizio di storage cloud denominato Maxthon Drive.
Approdano / migliorano le gesture del mouse che possiamo attivare e personalizzare direttamente dalle impostazioni del browser, introdotta inoltre la nuova opzione per ripristinare all’avvio la precedente sessione, la nuova versione 1.0.0.10 di Maxthon Cloud Browser per Linux include anche il gestore degli aggiornamenti che ci avvisa in caso di nuova versione pronta da scaricare / installare.

Maxthon Cloud Browser 1.0.0.10 è già disponibile per Ubuntu, Debian, Fedora, openSUSE ecc basta collegarci in questa pagina dove troveremo i link per scaricare i pacchetti deb / rpm.
Possiamo testare / avviare Maxthon Cloud Browser 1.0.0.10 anche senza installarlo basta scaricare il file .tgz per 32bit o 64bit e avviare il file binario, possiamo installare facilmente la nuova versione stabile anche in Arch Linux e derivate come Manjaro, Bridge ecc attraverso AUR.

Home Maxthon

  • Marco Bertorello

    potrebbe figurare fra le “scoperte dell’acqua calda”, visto che fa nulla di più (ma forse un po’ meno) di unetbootin

    • a dir la verità non ha niente a che vedere con unetbootin dato che è un’interfaccia grafica di dd
      quindi supporta al 100% tutte le distribuzioni linux
      unetbootin non suppora ad esempio bsd, arch linux e derivate, chakra ecc
      quindi è moooolto meglio questa che unetbootin

      • mikronimo

        Quante volte ci si è trovati bloccati con unetbootin, che non supportava questa o quella distro…

        • unetbootin è una c……a pazzesca
          dd non sbaglia un colpo 😀

          • Marco Bertorello

            sarà, ma se gli do in pasto una iso a unetbootin, lui il suo lavoro lo fa e non si lamenta per cosa c’è dentro la ISO.

      • Ferik

        Bridge Linux (basata su Arch) è supportata da unetbootin. Manjaro no.

      • gionni

        è semplicemente imagewriter a cui hanno cambiato nome

  • Alessandro

    Non l’ho installata, ma mi sembra più semplice da usare, rispetto a Unetbootin.

    Non entro nel merito della sua superiorità o inferiorità rispetto ad altre utility analoghe, ma noto che, di recente, ogni immissione di software in Mint sembra voler fare di tutto per sottolineare la differenza fra Mint e Ubuntu.

    • Commentatore

      Credo sia un passo obbligato per tutti i progetti una volta che arrivano ad una certa maturità. Ubuntu è nato come Debian in marrone e ora cerca di fare cose diverse (non sto qui a giudicare se meglio o peggio). Allo stesso modo Mint è nata come Ubuntu in verde e ora cerca di creare un prodotto più differenziato.

  • danload3

    Ciao, dove posso trovarlo in formato .rpm?

  • Jack Folla

    Ciao a tutti. Meglio MintStick o Usb-ImageWriter? Che differenze ci sono fra le due utility? Ho Mint 13 ma non posso installarle entrambe: vanno in conflitto…

  • mikronimo

    Tutti i giorni controllo in aur, ma ancora non è apparso; qualcuno ha notizie più precise sulla data in cui sarà disponibile?

  • Certo che, sebbene una scelta degli sviluppatori, potevano renderlo Open Source visto che esso è basato su Chromium.
    Almeno giusto per dire “grazie del codice già pronto che ci hai dato, cara Google”, sebbene rilasciato sotto licenza BSD. Bah!

    • concordo pienamente, anche perchè gli utenti linux preferiscono quando possono scegliere roba opensource, e visto che tra i browser di roba buona opensource ce nè molta direi che in linux questo maxthon non avrà tanto successo.

      • Su questo non so, lo sto testando ed è molto più solido e stabile di Chromium.

        Lo sto testando con alcuni plug-in per Chromium come Tiberium Alliances, browser game famosissimo e lo uso con una collection script pack che crashava sempre sul browser di Google.

        Su Maxthon invece no. Fin’ora tutto bene. Vedremo in seguto, visto che sto proseguendo altri test, per il resto è vero che è velocissimo.

  • Carlo

    Cmq c’è il file .deb oltre al tar. A me Chrome ci mette un botto prima di avviarsi, su un sistema dual core con 4gb di ram e con adblocker incluso. Questo browser sembra discretamente più veloce.

    • arancia ibrida

      scomettousi fedora 64?

  • js3

    lo sto usando e sembra ottimo.

    purtroppo, nonostante abbia creato un account maxthon, accanto alle voci “frequente” e “ultima sessione” della pagina iniziale appare la scritta “You will need Maxthon Browser to use this feature. Cheers.” succede a qualcun altro?

    • js3

      che pollo! non avevo effettuato l’accesso dalle impostazioni del browser!!! ok, tutto funziona. e bene.

      • js3

        boh, riavviato adesso e l’errore alle voci “frequente” e “ultima sessione” rimane. l’unica cosa che è cambiata è l’avatar personalizzato che compare nel pulsantone in alto a sinistra.
        togliendo queste funzioni, perchè scegliere maxthon e non firefox con la sincronizzazione attiva?

  • claudette

    Qualcuno mi può dire se hanno integrato anche per Linux le funzionalità aggiuntive tipo scarico video/apri video nel popup/modalità lettura?
    Io su xubuntu 12.04 sto usando ancora la beta e non c’erano 🙁

    • claudette

      non ci sono ancora, li ho twittati ma non penso rispondano

  • boss

    va meglio quello per linux che quello per windows,uso fedora 20

  • franck

    su manjaro non riesco a installare la lingua in italiano

    • c’è un tool che fa tutto da solo su manjaro settings
      metti italiano e ti configura lingua tastiera eccc

  • franck

    la lingua in italiano è per maxthon.Grazie

No more articles