Vi presentiamo il progetto ipinfo.io con il quale potremo avere informazioni dettagliate su un indirizzo IP dal web o terminale Linux.

ipinfo in Ubuntu Linux
L’indirizzo IP (o Internet Protocol address) è un’etichetta numerica che va ad identificare univocamente un dispositivo (host) collegato a una rete. Possiamo verificare il nostro indirizzo IP in varie maniere ad esempio in Ubuntu o altre distribuzioni Linux basta cliccare con il tasto destro del mouse sul collegamento nel pannello di Network Manager (l’applet per accedere / configurare internet) e selezionare l’opzione “Informazioni connessione”. Si aprirà una finestra di dialogo nella quale troviamo informazioni varie sulla nostra connessione compreso anche l’indirizzo IP. In alternativa esistono molti servizi web dedicati ad informazioni dettagliate su un’indirizzo IP come ad esempio il portale ipinfo.io che offre anche la possibilità di poterlo utilizzare anche dal nostro terminale.

Grazie al portale ipinfo.io potremo avere informazioni dettagliate sul nostro indirizzo IP come ad esempio il nome dell’host, dettagli sulla località come città, regione ecc con tanto di coordinate GPS e molto altro ancora. Possiamo utilizzare ipinfo.io per avere informazioni sia sul nostro indirizzo IP che quello di un nostro amico, collega ecc il tutto direttamente dal nostro terminale Linux.

Per utilizzare ipinfo.io da terminale dobbiamo per prima cosa installare curl tool presente nei repository delle principali distribuzioni Linux, ad esempio per installarlo in Debian, Ubuntu e derivate basta digitare da terminale:

sudo apt-get install curl

a questo punto basta semplicemente digitare curl seguito da ipinfo.io digitando quindi:

curl ipinfo.io

ed avremo quindi informazioni dettagliate sul nostro indirizzo IP.

ipinfo in Ubuntu Linux

Per avere informazioni dettagliate di un indirizzo IP di un collega, amico / nemico, azienda, ecc basta semplicemente aggiungere al comando l’indirizzo IP da controllare digitando quindi:

curl ipinfo.io xxx.xxx.xxx.xxx

dove al posto di xxx.xxx.xxx.xxx inseriremo l’indirizzo IP da verificare.

ipinfo.io è servizio è davvero semplice da utilizzare e che può torna sempre utile a tutti quanti noi.

  • stoddard

    Non va bene : al primo aggiornamento di kernel il sistema fara’ in automatico un update-grub2 e le modifiche verranno perse.
    Il file da modificare e’ il
    /etc/grub.d/40_custom
    da farsi con diritti di root e successivamente occorre fare un
    sudo update-grub2.
    solo in questo modo le modifiche diventano permanenti.

    Personalmente non ho provato il tuo script, ma ne uso uno diverso, nel mio caso , come evidente, legato a un altro hd:
    menuentry “quantalKubuntu” {
    loopback loop (hd2,5)/Downloads/linux-iso/quantal-desktop-amd64.iso
    set root=(loop)
    linux /casper/vmlinuz boot=casper iso-scan/filename=/Downloads/linux-iso/quantal-desktop-amd64.iso splash —
    file=(loop)/preseed/kubuntu.seed
    initrd (loop)/casper/initrd.lz
    }
    e funziona strabene.

    • corretto grazie 1000 per la segnalazione

    • silvia

      Salve, mi chiedevo se questi script sono validi anche per distribuzioni diverse da quelle descritte.

      Esempio da me provato:

      menuentry “Ubuntu 12.10 LiveCD” {
      set root=(hd0,6)
      loopback loop /home/puscetto/Scrivania/iso/ubuntu-12.10-desktop-i386.iso
      linux (loop)/casper/vmlinuz boot=casper iso-scan/filename=/home/puscetto/Scrivania/iso/ubuntu-12.10-desktop-i386.iso noprompt noeject
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
      }
      menuentry “BackBox-3.0 LiveCD” {
      set root=(hd0,6)
      loopback loop /home/puscetto/Scrivania/iso/backbox-3.0-i386.iso
      linux (loop)/casper/vmlinuz boot=casper iso-scan/filename=/home/puscetto/Scrivania/iso/backbox-3.0-i386.iso noprompt noeject
      initrd (loop)/casper/initrd.lz
      }
      la prima distro va, mentre la seconda no.
      Sareste così gentili da indicarmene il motivo?

  • una volta avviata non sarà però installabile! bisogna smontare l’iso e poi avviare l’installazione.
    sudo umount -f -r -l /isodevice

    • stoddard

      La installazione e’ possibile se la iso risiede in un disco fisico diverso da quello sul quale si vuole installare ( gia’ fatto personalmente).
      In un caso ho dovuto poi al termine riaggiustare MBR e grub, ma tutto alla fine ha funzionato perfettamente.

      Non mi appare di principio fattibile -mai fatto- se la iso risiede sul disco su cui si vuole installare.Dovrei smontare il disco fisico e a questo punto l’ installer dove andrebbe a prendere i componenti da installare ?
      Sbaglio ?

      • Sembrava strano anche a me, eppure è scritto nel wiki di ubuntu. Io ho installato la 12.10 così!

        • stoddard

          Ieri ho provato con una mint13. Non ha funzionato.
          Con il comando si smontava anche la iso e tutto si intoppava.
          ( il comando smonta proprio gli isodevices).
          Comunque riprovero’ . Il problema potrebbe risiedere anche in altro, visto che partiva da una partizione NTFS.

          • con linux mint non può funzionare dato che si appoggia a lightdm l’applicazione è solo per ubuntu e non derivate

      • T-Bag

        Non ne sono sicuro, ma probabilmente i componenti da installare risiedono in RAMDisk

        • stoddard

          No

    • stoddard

      Non e’ installabile sullo stesso disco fisico sul quale risiede.
      Nelle mie prove a) non vede il disco sul quale risiede ( es. sda) ; b) per installarla dovrei smontare il disco fisico ( es. sda)e allora dove andrebbe a prendere i file di installazione ?
      ( Correggetemi se sbaglio)

      Invece risulta installabile su un disco fisico diverso. Provato personalmente, con successo e con notevole velocita’.
      In un caso ho dovuto poi riconfigurare alcune cose sulla MBR e il grub, ma tutto alla fine funzionava perfettamente.

  • Davide Depau

    Questo però non funziona se vogliamo avviare ad esempio le ISO di Windows o Mac OS X… Non si può fare in modo che sia il sistema a decidere come avviare il sistema operativo della ISO?

No more articles