Eurocom ha presentato il nuovo Monster, ottimo notebook che sarà disponibile anche con Ubuntu, Linux Mint o Debian preinstallato.

Eurocom Monster
Eurocom Corporation, azienda produttrice di personal computer Canadese, ha recentemente annunciato che per alcuni modelli sarà possibile avere preinstallato anche Ubuntu, Debian o Linux Mint. Il primo modello ad avere questa nuova opzione è Eurocom Monster, ottimo notebook compatto completamente “customizzable” secondo le nostre preferenze. Come per gran parte dei pc portatili di Eurocom, al momento dell’ordine oltre alla scelta del sistema operativo potremo anche scegliere di avere una cpu standard oppure “extreme”, inserire nuovi banchi di memoria RAM fino ad un massimo di 16 GB, scegliere il modello di scheda grafica dedicata da includere, dimensioni dell’hard disk / ssd, moduli ecc.

Nei dettagli Eurocom Monster è un notebook con display da 11.6 pollici con risoluzione HD da 1366×768 pixel con un processore Intel Core i5-3210M dual core da 2.5 / 3.1 GHz (che possiamo sostituire anche con un Intel Core i7) con una scheda grafica integrata Intel HD Graphics 4000 e una scheda grafica dedicata NVIDIA GT 650 da 2 GB di memoria dedicata, le due schede grafiche sono gestite dalla tecnologia Nvidia Optimus.

Eurocom Monster include anche 8 GB di memoria RAM (che possiamo espandere fino a 16 Gb), hard disk da 500 GB che possiamo cambiare con uno di maggiori dimensioni oppure scegliere una SSD, 1 porte USB 2.0 e 2 porte USB 3.0, HDMI, VGA, WiFi, Bluetooth, e RJ45/LAN.

Eurocom Monster

Eurocom Monster

Eurocom Monster misura 287x207x12.7-37.1mm e pesa circa 1.8kg e una batteria da 62.16WH e lo possiamo acquistare direttamente dal portale ufficiale a partire da 692 Euro.

  • Hombre Maledicto

    “Gnome 3 quindi comincia a piacere a Linus Torvalds vedremo se
    arriveranno prossimamente nuovi post di dissenso verso Xfce l’ambiente
    desktop attualmente utilizzato (rigorosamente su Fedora) da Torvalds.

    A volte le critiche di Torvalds fanno bene, vedi nVidia ad esempio, e lo hanno fatto anche con Gnome.”

    Ecco, abbiamo capito tutti ormai come funziona XD
    Torvalds è un genio, ma ha tracciato una scia comica ultimamente con le sue esternazioni [oltre l’ormai storico dito medio a nVidia] =)

    cit. “GNOME tries to keep things simple while KDE offers a plethora of options
    and puts more power in the hands of the user. Although he currently
    uses GNOME (due to his disappointment with the KDE 4.0 release), Linus
    Torvalds said: “This ‘users are idiots, and are confused by
    functionality’ mentality of GNOME is a disease. If you think your users
    are idiots, only idiots will use it. I don’t use GNOME, because in
    striving to be simple, it has long since reached the point where it
    simply doesn’t do what I need it to do. Please, just tell people to use
    KDE.”

  • Simone Dedo

    Lo fa di proposito allora, critica pesantamente quello che apprezza in modo che poi qualcuno muove il sedere per cambiare le cose. Come strategia non è male 😀

    Era ora comunque che cominciasse a rivalutare GNOME 3, ora mancano solamente gli utenti che tanto gridavano allo scandalo.

    Bisognerebbe rimettersi in gioco con la versione 3.8 da lì, potremmo vederne delle belle.

    Ps: sapevo che di recente era passato a KDE però… avrà forse notato quanto è scandalosa la 4° versione che lo ha spinto a ributtare un occhio su GNOME?

    • lorenzo

      io gridavo allo scandalo e non ho minimamente cambiato idea. a un anno e mezzo dall’uscita di gnome 3 non c’è ancora modo di rimpicciolire le scritte della shell per non tagliare i nomi delle applicazioni. dove sta lo sviluppo?

      • non sia mai che tu non sappia che applicazione hai lanciato! 🙂

        • lorenzo

          più che altro vorrei sapere quali lanciare, visto che per alcuni programmi lìicona è uguale e il nome simile, ma risultando tagliato è impossibile capire a cosa si riferisce.

  • striplex

    Secondo me ha lo stesso problema di tutti noi comuni mortali , si rende conto che gnome 2.32 era completo, leggero e personalizzabile e ora tutti gli altri desktop enviroment per quanto buoni possono essere peccano ,o di pesantezza vedi kde ( che comunque sta mostrando in questi ultimi tempi un netto migliramento da questo punto di vista , ma per computer poco performanti risulta cmq un impedimento ) ,o presentano alcuni limiti vedi xfce,lxde…..infine Gnome 3 è immaturo e ancora lontano dall essere un desktop enviroment vero e proprio. Cmq sono fiducioso, gnome migliorerà e di molto ,come anche kde e xfce grazie anche alla futura diffusione dei giochi e ad i nuovi sponsor che finanzieranno linux.

    • TopoRuggente

      Io ero molto curioso riguardo a Gnome 3.0 sicuramente era immaturo, ma prometteva bene (se paragonato a Gnome 2.0 era già un gioiello).

      Comunque sta evolvendo rapidamente e mantiene uno standard di stabilità che per un DE nuovo riscritto da zero non si era mai visto.
      Siamo onesti KDE 3.0 e 4.0 e Gnome 2.0 erano lo zimbello della rete in quanto a crash, sono migliorati col tempo.

      Il 3.6 come DE è pratico nell’utilizzo, ha tutte le funzionalità basiche, è di facile configurazione, è stabile, è razionalmente “leggero” e al tempo stesso (secondo me che preferisco aspetti minimalisti) bello.

  • ciro

    “avrà forse notato quanto è scandalosa la 4° versione” …… mah!,io non mi son mica accorto che fosse “scandalosa”,anzi …….

    Credo che una delle cose più belle di Linux (distro) sia di poter usare,provare,testare,e custumizzare indifferentemente diversi De,che tu sia un genio o no …… credo

  • Federico

    L’italiano corretto non è così brutto… davvero! 🙂

  • Darkat

    comunque c’è un piccolo errore: Torvalds al principio era utente KDE non gnome, in particolare usava KDE 3.x, poi con l’arrivo di KDE 4.0 si arrabbiò per l’instabilità del sistema e passo a gnome 2, successivamente però fu introdotto gnome 3 e anche ebbe da ridire per l’inusabilità del sistema a causa della mancanza di diverse cose e passo a xfce. Secondo me in entrambi i casi aveva ragione a criticare, sia KDE che Gnome hanno rilasciato due ambienti nuovi senza averne effettivamente completato lo sviluppo, o quanto meno aver reso stabile il tutto: sia KDE 4.0 che Gnome 3.0 erano effettivamente inutilizzabili

  • Marco

    BTW per mantenere la cronologia esatta, il video su Gnome 3.8 risale a 3 settimane fa, mentre il post su KDE di g+ risale ad 1 settimana fa.

  • Gnome 3 funziona sempre. E questo è già un fatto non così scontato. E’ veloce. Volendo consuma davvero poca ram. Io non uso mai la tastiera… con le estensioni si ha tutto il possibile, così che uno possa scegliere se e quanto appesantire il sistema. Con software professionali installati sopra, il sistema resta stabile (ardour – wine con la gestione di vsti). Diventerà ancor più bello e leggero in futuro.

  • L’informazione non è esatta, non è vero che lo rendono disponibile con Linux.
    Semmai danno la possibilità di non preinstallare Windows, lo indica anche la scelta nella scheda tecnica.
    Meglio precisare. 😉

    • tutti i pc di eurocom non hanno windows di default, in questo puoi scegliere anche ubuntu, linux mint o debian preinstallato come indicato nell’annuncio ufficiale (c’è anche il link nell’articolo comunque) http://web.eurocom.com/ec/ec_GetReleaseB(236)

      • Massimiliano Vigliotta

        La stessa cosa la fa anche la santech.eu
        Ha rinnovato anche i suoi prodotti, con nuovi chipset e nuove schede video 😀

  • Andrea

    A me sembra caro, con gli stessi soldi prendi una macchina con schermo almeno 14″ e hardware di ultima generazione. A mio avviso da evitare come acquisto.

No more articles