Nokia ha ufficialmente presentato la gamma X ossia tre nuovi smartphone low cost con Android preinstallato a partire da 89 Euro.

Nokia X
Dopo tanti rumor e attese, Nokia ha ufficialmente presentato la nuova gamma di smartphone low cost basati su Android, il sistema operativo mobile basato su Kernel Linux con tante personalizzazione e sopratutto senza le GApps le applicazioni di Google.
Nokia X sono smartphone di fascia medio bassa basato su Android con molte personalizzazioni ed un’interfaccia grafica che ricorda molto quella di Windows Phone con tanto di applicazioni Microsoft preinstallare come Skype, OneDrive ecc.

I nuovi smartphone Nokia con Android preinstallato saranno disponibili in tre versioni denominate: Nokia X, Nokia X+ e Nokia XL, basate su Android nella versione AOSP con moltissime personalizzazioni e ottimizzazioni varie.
Stando a Nokia, la nuova gamma di smartphone X punta a portare il look e un’esperienza utente simile a Windows Phone, con tanto di rimozione dei servizi Google (GApps) quindi senza Google Play Store, Gmail, Google Maps, YouTube ecc con incluse applicazioni come Skype, Outlook, HERE Maps e Mix Radio ecc con tanto di Nokia Store per la gestione e installazione di applicazioni e giochi dedicati.

Nokia X

Nokia X è lo smartphone annunciato nei giorni scorsi da vari rumor che si basa su un display da 4 pollici con processore dual core da 1 Ghz e 512 Mb di RAM.

Ecco le principali caratteristiche di Nokia X:

processore: Qualcomm Snapdragon 8225 dual core da 1 Ghz
ram: 512 MB
display; 4 pollici IPS con risoluzione da 800 x 480 pixel
fotocamera: posteriore da 3 megapixel con autofocus
storage: 4 GB espandibile tramite slot micro SD
connettività: 3G + WiFi
dimensioni: 115.5 x 63 x 10.4mm
peso: 128.66g
prezzo: 89 euro.
disponibilità: immediata.

Nokia X+

Nokia X+ offre caratteristiche molto simili al modello precedente, cambia la RAM che “sale” a 768MB per il resto rimane tutto invariato tranne il prezzo e la disponibilità:

Ecco le principali caratteristiche di Nokia X+:

processore: Qualcomm Snapdragon 8225 dual core da 1 Ghz
ram: 768 MB
display; 4 pollici IPS con risoluzione da 800 x 480 pixel
fotocamera: posteriore da 3 megapixel con autofocus
storage: 4 GB espandibile tramite slot micro SD (1 microSD da 4 GB inclusa)
connettività: 3G + WiFi
dimensioni: 115.5 x 63 x 10.4mm
peso: 128.66g
prezzo: 99 euro.
disponibilità: secondo trimestre dell’anno

Nokia XL

Nokia XL è un phablet con schermo da 5 pollici con risoluzione però invariata, presente anche una fotocamera anteriore da 2 megapixel e una posteriore da 5 megapixel con flash, per il resto rimane come per Nokia X+

Ecco le principali caratteristiche di Nokia XL:

processore: Qualcomm Snapdragon 8225 dual core da 1 Ghz
ram: 768 MB
display; 5 pollici IPS con risoluzione da 800 x 480 pixel
fotocamera posteriore: 5 megapixel con autofocus e flash led
fotocamera anteriore: 2 megapixel
storage: 4 GB espandibile tramite slot micro SD (1 microSD da 4 GB inclusa)
connettività: 3G + WiFi
dimensioni: 141.3 x 77.7 x 10.8mm
peso: 190g
prezzo: 109 euro.
disponibilità: secondo trimestre dell’anno

Per maggiori informazioni su Nokia X consiglio di consultare l’annuncio ufficiale dal portale Nokia.
Cosa ne pensate dei nuovi smartphone Nokia X con Android?

  • MasterPJ

    “rischia che questa non funzioNI” da correggere.
    Certo che se un utente ha un pc 32bit datato e scarica la 64bit perché non sa la differenza delle due, non credo sia abbastanza sveglio da riuscire ad installarla e configurarla… al lato pratico per me il problema non si pone.

    • in questi anni di linux ne ho viste talmente tante che potrei fare un libro perfino gente che pensava che il cd di mint fosse un corso x linux da guarare con il dvd di casa e poi si arrabbiano perchè non funziona 🙁

      • masand

        :-O Scusa, ma in base a cosa pensavano questo? Sarei curioso di sapere la logica che c’è dietro…

        Comunque sia, io ho sempre usato versione a 64bit se disponibili. Inizialmente non è stato tutto rose e fiori per via dei probelmi di “gioventù” dei software su questa architettura. Ora non vedo problemi a usarla.

        • È vero, in genere non ci sono problemi, ma restano ancora dei programmi disponibili solo per il 32 bit, ma si contano sulle dita delle mani.

          • TopoRuggente

            Partigiani quelli di Phoronix però ….
            Se hai meno di 4GB non avresti nessuna differenza (o quasi) fra 32 e 64bit, per gestire però la paginazione di quell Gb extra il 32 bit deve usare un sacco di operazioni in più e crolla.
            Quindi ad esempio non solo su processori vecchi, ma su sistemi con poca ram (<4Gb) la piattaforma a 32bit potrebbe essere un opzione valida.

            Molte distribuzioni hanno le librerie a 64 e 32 bit e possono gestirle in contemporanea.

            Piu che offrire il download a 64bit io offrirei il download per "processore" e quantità di ram indicando sulla pagina una semplice operazione per controllarle entrambe.

          • masand

            Anche questo potrebbe essere un buon razionale.

          • Si si certo, quelle a 64 bit funzionano solo per ram superiore a 3GB, su quelle inferiori la 32 bit funziona egregiamente.

          • TMZ

            Confermo, io ho due macchine che supportano entrambe i 64, ed entrambe con 2GB di ram, ed entrambe lavorano meglio con so a 32bit per via della memoria, che finiva subito.

  • giomba

    Ho sentito dire che i processori a 64bit operano una “conversione” del codice macchina, ed è per questo che magari il codice a 32 bit risulta più lento su processori a 64. Non è così?
    scusate l’ignoranza, aspetto delucidazioni!

    • TopoRuggente

      Semplificando molto le principali differenze sono due.
      1) Il massimo numero rappresentabile in codifica a 32bit è 4.294.967.295, (4Gb) mentre a 64bit è 18.446.744.073.709.551.615 (16EB anche se normalmente limitate a 256TB).
      Ora immagina che RAM e HD siano divisi in cellette numerate sequenzialmente, un sistema a 64bit potrà accedere direttamente a un numero di cellette maggiore.
      Alcuni trucchi permettono comunque a prezzo di più operazioni a sistemi a 32bit di gestire più ram o hd.
      2) I processori a 64bit hanno un set di istruzioni leggermente differente (esteso). Quindi operazioni che prima richiedevano più cicli ora sono eseguiti in uno solo.
      Per fare un esempio “stupido” diciamo che il tuo cervello sia a 64bit e abbia l’istruzione che converte la parola proc automaticamente in processore.
      A 64bit dovresti scrivere 4 caratteri invece dei 10 che servirebbero a 32bit.

      Esistono comunque diverse architetture a 64bit
      AMD64 (Intel aveva proposto EM64T) la più comune, ma esiste pure la IA64 (quella di Itanium sempre Intel) e la G5 (Motorola)

      • giomba

        grazie! la risposta alla mia domanda era proprio la 2!

        • TopoRuggente

          Ah dimenticavo che l’architettura a 64bit ha anche 16 registri a 64bit(sono le cellette nel proc dove si scrivono i valori) contro gli 8 a 32 che ha l’architettura ix86.

          Quindi ad esempio usando un software a 32bit su un proc a 64, userai solo i 32bit meno significativi del registro RAX (che a 32bit si chiama EAX) e non accederai mai ai registri R8-R15 (i suddetti 8 in più).

  • carlo coppa

    Posso confermare, ho provato entrambe le versioni e la differenza si nota, anche se bisogna dire che la 64bit occupa un po più di memoria. Secondo me nel caso di Ubuntu la 64bit è anche meglio curata e con meno bug.

  • fabio

    E’ consigliabile anche se il mio notebook ha solo 1 GB di ram?

    • per un netbook con 1 gb di ram (se supporta il 64 bit)
      mi sa che ubuntu 12.10 64 bit ti manda già in swap con solo firefox avviato ti conviene passare a Xubuntu o meglio ancora Lubuntu sempre 64 bit li non dovresti avere questi problemi

      • fabio

        Grazie del consiglio.

  • Uburic

    Scusate ma vedendo il test completo non mi pare che le performance della versione a 64 bit siano così eclatanti. Si alcuni test hanno performance migliori, ma nella maggior parte dei casi sono dei miglioramenti piccoli tanto da ritenerli un pari merito, senza considerare i test in cui è migliore la versione a 32 bit!

    • TopoRuggente

      Principalmente si hanno miglioramenti solo durante l’accesso alla RAM dai 3GB in poi.

      Non sono proprio tantissimi i programmi che riempiono così tanto la memoria.

No more articles