Vi presentiamo MSI GX60 e GX70 Destroyer due interessanti modelli di notebook concepiti per il gaming dalle caratteristiche davvero molto interessanti.

MSI GX60 e GX70 Destroyer
Da alcuni mesi stiamo presentando alcuni pc desktop e notebook dedicati al gaming consigliati dai nostri lettori.
Dopo Gigabyte AORUS X7, Dell Alienware X51 e Asus Tytan Rog Cg8480 vi presentiamo MSI GX60 e GX70 Destroyer due ottimi notebook sviluppati per soddisfare al meglio qualsiasi tipologia d’utente. I modelli della serie Destroyer di MSI sono personal computer sviluppati esclusivamente per il gaming con ottimizzazioni sul sistema di raffreddamento grazie alla tecnologia Cooler Boost, sistema audio di alta qualità garantito due altoparlanti e un potente SubWoofer certificati THX e una tastiera retroilluminata in svariati colori personalizzabili dall’utente.

Nei dettagli MSI GX60 e GX70 Destroyer si differenziano principalmente dalla dimensione del display uno da 15.6 pollici e l’altro da 17.3 pollici tutti e due con risoluzione FullHd con  trattamento anti-glare.
I nuovi notebook si basano su un processore AMD APU A10-5750M Richland da 2.5GHz  (3.5GHz in modalità Turbo Boost),e una scheda grafica AMD Radeon R9 290X da 2GB di memoria, presente una memoria RAM da 8 o 12 GB DDR3 1600 Mhz espandile e un hard disk da 1 TB.
Per la connettività i due modelli includono WiFi 802.11 b/g/n e un chip LAN/Bluetooth Killer E2200 Gaming Network che offre ottimi tempi di risposta.

MSI GX60 e GX70 Destroyer vengono rilasciati con Microsoft Windows 8.1 64 Bit preinstallato, il nostro lettore Federico G. ci ha installato sul GX60 Ubuntu 13.10 Saucy 64 bit confermandoci che il sistema viene supportato egregiamente, consiglia l’installazione di driver proprietari aggiornati grazie al tool Ubuntu AMD Catalyst install. Il nostro lettore ha riscontrato diversi problemi con Steam OS sia nella versione con o senza supporto per UEFI Secure Boot, riguardanti WiFi non riconosciuto e tasti FN che non funzionano (ricordiamo comunque che si parla di una distribuzione in fase di sviluppo).
Da notare che AMD A10-5750M APU è certificato da Canonical, quindi avremo un’ottimo  supporto anche per le future release.
Ecco le caratteristiche dei nuovi MSI GX60 e GX70 Destroyer:

MSI GX60 e GX70 Destroyer sono già disponibili in alcuni store italiani a partire da:

sdoo_partnerId = “ifflorg”;
sdoo_search = “msi_gaming”;
sdoo_width = 200;
sdoo_height = 50;
sdoo_format = “textCompact”;
sdoo_linkColor = “#CC0000”;
sdoo_langCode = “it”;
sdoo_countryCode = “it”;
sdoo_categoryId = 10; // opt.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare il portale ufficiale MSI alla pagina dedica a GX60 Destroyer e GX70 Destroyer.
Ringrazio il nostro lettore Federico G. per la segnalazione.

  • Luky

    1300$?
    Alla faccia

    • Sandor

      Oggigiorno si guadagnano facilmente…

      • Luky

        Beh, ho un PC da gaming con un i5 e una 7870 con 8GB di ram pagato meno di 700€ incluso il monitor da 1080p….

        • Ilgard

          È normale che un fisso costi meno di un notebook.
          Tieni conto comunque che la gpu costa da sola sui 400€.

      • Kraig

        tu vivi su un altro mondo!

  • Ilgard

    Con driver recenti dovrebbe dare buoni risultati anche il dual gpu con integrata e dedicata.
    L’unico dubbio è sulla gpu dedicata: a quanto so fa casino e scalda parecchio, non so quanto vada bene su un portatile.

  • Poligono

    per il settore gaming, ma anche grafica 3d, consiglio di dare un’occhiata ai Santech. E’ un’azienda italiana che assembla portatili su base clevo. Sono persone serie, competenti e disponibli.
    Disclaimer: non lavoro con santech, sono solo un cliente soddisfatto.

    • ania

      che modello hai?lo usi con linux o windows?sto pensalndo di prendere LV2 da 14 pollici

      • Poligono

        ciao, scusa il ritardo, ho l’N77 che è il modello da 15” dello scorso
        anno. Lo uso per grafica 3d, render e animazione, e finora (sgrat) si è dimostrato affidabile. Esclusivamente con linux, debian sid, e nessun problema con il riconoscimento
        dell’hardware (l’unico componente che non ho provato è il lettore impronte perchè non lo uso).

        • Poligono

          aggiungo:
          la doppia scheda intel/nvidia funziona perfettamente con bumblebee, mentre l’autonomia è leggermente inferiore
          rispetto a windows, ma sto ancora cercando di capire se ci sono margini di miglioramento.

          • alex

            Ne ha preso da poco uno un collega e non mi sembra per niente male, in oltre l’ha potuto prendere senza sistema operativo e la sicurezza di poter installare Linux senza problemi ed in effetti non ne ha avuti. Anche i prezzi mi sembrano in linea con gli altri, e la possibilità di personalizzazione ottima. Non mi ricordo però il modello esatto e ora non è qui, dovrebbe essere un 14” ma non l’LV2. Di certo come marca merita di essere presa in considerazione.

          • ania

            mi piace perche e modulare quindi un upgrade futuro si sta senza fare casini,sto per andare nei usa per lavoro e visto che in italia non si aquista mi ispira anche razer blade da 14 pollici

  • Sono molto carini i 17.3 pollici ma anche in senso economico

No more articles