I developer Mozilla in collaborazione con Samsung hanno avviato il nuovo progetto Servo, nuove layout engine dedicate a sistemi multi-core.

Mozilla Servo
Mozilla in questi anni ha sviluppato ed introdotto nel browser Firefox molte nuove ottimizzazioni in grado si sfruttare al meglio la potenza di calcolo dei moderni processori multi-core. Assieme a Samsung, gli sviluppatori Mozilla hanno avviato lo sviluppo di un nuovo layout engine denominato Servo che consentirà di eseguire i task in parallelo in maniera tale da offrire maggiori performance in device Android con processore multi-core.

Scritto in Rust, un linguaggio di programmazione di Mozilla, il nuovo Servo punta a velocizzare / ottimizzare i layout engine, dato che gli attuali sono stati sviluppati ormai molti anni fa con hardware ben diverso dall’attuale. Mozilla Servo è un progetto open source scritto da zero, che sarà supportato (almeno per ora) solo per sistemi con architettura ARM e consentirà di poter eseguire nei moderni browser il parsing HTML, rendering e gestione del codice JavaScript separatamente ed in parallelo. I vari task saranno isolati e indipendenti tra loro e andranno comunicare tra loro in maniera asincrona senza utilizzare la memoria condivisa.

Tutto questo porterà a Firefox per Android e Firefox OS un notevole aumento delle performance oltre ad aumentare l’autonomia della batteria anche se dovremo aspettare ancora diversi mesi prima di vederlo in funzione sperando che in futuro sia supportato anche sa architettura X86.

Home Mozilla Servo

  • Alessandro

    Interessante…

    • xray 1900

      Buonasera, volevo sapere se sul notebook in argomento con ubuntu linux vengono correttamente eseguiti i comandi che si richiamano premendo i tasti “FN” + uno dei tasti funzione (volume, contrasto ecc.) In particolare quello di accensione – spegnimento. Delle interfacce wifi e bluetooth.

      • si l’importante è che utilizzi una distribuzione recente e non ad esempio ubu 8.04 fedora 10 ecc
        una distro recente supporta i tasti fn

        • xray1900

          Parli per esperienza diretta su questo notebook? Scusa se insisto ma prima di spendere quasi 500 euro per un Fujitsu A532 (core i5 3210M ivy bridge hdd 5000gb ram 4Gb Intel hd4000 freedos) vorrei essere sicuro che alla fine per accendere o spegnere il wifi devo installare windows7 ed il relativo driver (come accade con il mio Fujitsu-Siemens Amilo Pro v3505

  • Enrico Sorrentino

    ce ne sono diversi che vengono venduti senza s.o, oppure con limpus (acer) suse (hp) o freedos, asus fornisce anche alcuni modelli con ubuntu preinstallato…

  • Bravi!

  • floriano

    prima o poi la gente si renderà conto che un portatile dal 2005 in poi (corrispondente a un atom attuale) è più che valido per usi standard anche ai giorni nostri (con adeguata ram), ormai non ha senso cambiar pc a meno che non si rompa..

    • fabio

      Bhò non credo tanto. Il notebook di mio padre è del 2005 e non è un granché in fatto di prestazioni (amd athlon 3000+ e 512 MB di Ram).

      • Nicola

        @639fcc3639c1d6804cac4eefc0066eeb:disqus installaci Lubuntu con 512 mb và egregiamente, disattiva il demone del Bluetooth, gira con 80mb di ram all’accensione, và sicuramente meglio che con xp
        Meglio ancora Crunchbang ma risulta meno intuitivo, oppure Bodhy linux

  • masand

    Per un uso che ne faccio io, dico peccato la risoluzione e il fatto che abbia memoria condivisa con il comparto grafico.

    Però per la maggior parte delle persone che fanno un uso “consumistico” del computer va più che bene.

    Ottima segnalazione, grazie.

  • Alessandro

    Non è che mi dia fastidio il Celeron in quanto tale, non è certo un cattivo processore, però, cavolo, come mai non vedo mai portatili Linux,o senza sistema preinstallato con, per esempio, gli I3, o gli I5 (lasciamo pure perdere gli I7)? Chi vuole sistemi operativi diversi da Windows deve rassegnarsi a essere trattato da Cenerentola?

    • jk

      il meno caro che puoi trovare con i3 sandy bridge è l’asus x54c a 330€ con ubuntu.

      poi netbook senza windows si trovano anche a 260€ o con celeron sandy bridge (più che sufficiente per internet e hd) o con gli amd c-60 (che sconsiglio altamente) o e-350.

      • nicola

        L’Asus è quello che ho preso io, strasoddisfatto l’ho portato a 4gb di ram, ho “piallato” Ubuntu 11.10 e reinstallato 12.04

      • jk

        cioè, volevo dire notebook 15″..

  • millalino

    una piu che onesta configurazione (in base al prezzo ovviamente) anche se avrei preferito almeno una porta usb3, a cui si puo cmq porre rimedio con lo slot express card. Ottima segnalazione Roberto.

    • Mentre leggevo le specifiche pensavo la stessa cosa :p

    • floriano

      e a che serve l’usb3?

      • Ilgard

        È più veloce della USB 2, tutto qui.

  • nicola

    Personalmente mi piace quest’iniziativa di Roberto di segnalare dei pc alternativi, con linux o senza so, mi rode abbastanza il c@lo pagare una licenza che mai userò

    • Ilgard

      Quando compri un pc puoi richiedere che ti venga rimossa la licenza e risparmiare soldi.

      • se ha già windows devi comprarlo con windows e richiedere il rimborso dopo l’acquisto
        la procedura di rimborso e rognosa e occorre 3/4 mesi per riavere il rimborso

        • Ilgard

          Non so come sia la procedura, però so che è possibile come cosa.

No more articles