Vi presentiamo Linux Webstartup distribuzione basata su Lubuntu 12.04 con alcune ottimizzazioni e applicazioni preinstallate.

Linux Webstartup
Ad aprile 2014 gli utenti che utilizzano Microsoft Windows XP dovranno decidere se continuare ad usare un sistema operativo  ormai obsoleto oppure aggiornare ad una  versione successiva di Windows o meglio ancora passare a Linux. Per gli utenti che utilizzano Windows Xp arriva una valida alternativa con Linux Webstartup distribuzione basata su Lubuntu 12.04 supportata un gruppo di esperti in programmazione ( Php, Mysql,Html5, CSS3, javascript, Unix) e sistemisti in Linux e Windows.

L’idea del progetto è quella di offrire una versione di Lubuntu agli utenti che utilizzano Microsoft Windows XP già completamente in lingua italiana, aggiornata e con alcune ottimizzazioni e applicazioni preinstallate.
Tra le applicazioni preinstallate troviamo Radiotray per la gestione e riproduzione di web radio, JDownloader, Amule ecc e alcune personalizzazioni al tema di default (dalle immagini penso che sia presente anche un tema conky di default).
Per maggiori informazioni su Linux Webstartup consiglio di consiglio di consultare la pagina ufficiale del progetto.

Home Linux Webstartup

  • matteo81

    non per essere pessimista ma considerando che esistono già una 50ina di distro praticamente identiche e ben più conosciute (dai soliti 4 gatti) credo sia già un buon risultato se ad aprile sarà ancora in vita…. l’utilità di questo ennesimo rimescolio?
    Lo ammetto: sono malizioso e ironico ma credo di aver detto la triste verità….

  • Guest

    N’altra distro? E che palle! Poi ci chiediamo come mai la gente ha paura di utilizzare linux, e ci credo, non sa che cazzo di distro installare in primis!!!

  • Ioma Taani

    A parte che non comprendo perché usare lubuntu 12.04 come base (visto che non è LTS).
    La personalizzazione che offrono si può benissimo fare con uno script in bash, non serve un’altra distro (no, non serve proprio).

    • Jack O’Malley

      Dalla Homepage di Linux Webstartup:
      “…Linux Webstartup è basata sulla versione 12.04 LTS supportata fino ad aprile 2017…”
      Perche’ non e’ basata su Lubuntu, ma su Ubuntu pur adottando LXDE come ambiente grafico predefinito.

    • abral

      Questa distro è rivolta agli utenti non esperti, cioè che non sanno nemmeno cosa significa “bash”.

  • Gustavo

    amule, jdownloader?? cos’è, la distro degli scariconi?? vabbè che siamo italiani…

  • Arpacus

    La mia intenzione è quella di far avvicinare altri nuovi utenti al meraviglioso mondo Linux, la scelta dei software è per renderla subito pronta per chi serva un muletto senza perdere tanto tempo nei settaggi dei codecs, associare le estensioni corrette ai programmi e tante altre operazioni che si ripetono all’infinito per quante installazioni si effettuino. Non intendo certo adombrare Lubuntu, Linuxmint o Fedora, Debian, Archlinux, e tante altre che conosco benissimo da ormai 8 anni.

    La potete anche sbeffeggiare o realizzare ancora migliore nel poco spazio di un CD-Rom, se avete un’internet key dovreste scaricarvi una miriade di pacchetti e gli utenti casual non sono certo dei sistemisti, vi garantisco che dopo la terza disavventura mollano tutto e sappiamo benissimo tutti dove tornano… provate a scaricare da un magnet link ad installazione liscia e capirete. Dopo appena 10/15 minuti di installazione sarà tutto già perfettamente funzionante ed aggiornato. La considero una LTS per il semplice fatto che si aggiornerà nel tempo il Kernel non pae, Firefox, Thunderbird ed altri componenti essenziali della distribuzione fino al 2017 pertanto…

    La mia non vuole essere una polemica ma rendere disponibile questa ulteriore risorsa a disposizione di tutti e che democraticamente verrà valutata. Io da tutto ciò non mi attendo niente se non che l’open source si diffonda ulteriormente semplificando la vita dei malcapitati pricipianti come lo fui io a suo tempo all’inizio di questa meravigliosa avventura.

    Un saluto a tutti i frequentatori di questo blog ed un ringraziamento speciale a Roberto per averla fatta conoscere senza remore.

    Il realizzatore di questa ennesima ed inutile distro linux.

    • abral

      Ho una curiosità tecnica, che tool stai usando per “costruire” la distribuzione?

    • millalino

      in ogni caso complimenti, appena riesco la provo. In ogni caso è made in italy e sono curioso di vedere come è. 🙂

    • bypasser

      complimenti per l’iniziativa e per il coraggio intellettuale di postare sul forum per rispondere alle critiche.
      Io da alcuni mesi uso LXLE : come vedi il paragone tra le due?
      inoltre: è previsto un tutorial post installazione / forum per supporto o si dovrà far riferimento a distro madre?

      • ale

        io la uso come te da mesi lxle su un netbook e oggi sto installando questa,non e vero che ci sono tante distro lxde lts quindi cercando per settimane unica che ho trovato quel tempo era lxle
        p.s.spero abbiano risolto il bug del autologin visto che mi dava fastidio su lxle prime versioni

        • ale

          dimenticavo esiste da un po anche lubuntu ogigia sempre lts ma non mi e piaciut,era un po pesante aspetto per i miei gusti:)

          • bypasser

            non so se qualifica come LTS ma anche sparkylinux ha LXDE …

          • ale

            da quel che ho capito e un semi-rolling.io mi riferivo a distro se un amico che ha windows ti chiede qualcosa di leggero stabile per uso normale senza conoscere linux lo possa usare ovvio poi debian e debian e sparky e basata su quella

    • Arpacus

      La distro è stata realizzata da chroot se sei consapevole di che cosa si tratti, ma in futuro penso di utilizzare qualche tool che mi semplifichi il lavoro e senza terminale.

      In risposta per ABRAL, grazie per l’interessamento.

      • andrea

        io mi sono arrangiato per anni faccendo un distro con remastersys del mio sistema usando ubuntu lts con de personalizato secondo gusti per di piu lxde togliendo e installando programmi principali per uso normale pero non riusciva stare tutto in un cd quindi usavo dvd,speriamo che ora che xp va in pensione queste iniziative continuano

    • Kiappariellos

      grazie per il contributo la scarico subito…..

    • matteo

      finalmente cercavo da anni un lubuntu lts o almeno lxde lts per computer non potentissimi e far cambiare xp a amici e conoscenti,unica alternativa era trisquel che pero usa solo software libero e piu tardi lxle..meglio tardi che mai grazie lo installo subito al posto del lxle visto che ho la home separata

  • Arpacus

    La descrizione della distro è stata formulata in questa maniera per esigenze di SEO, ecco il motivo perchè non indicato esplicitamente Lubuntu…

    In risposta a Jack O’Malley, spero sia una risposta esauriente. Sempre ben disposto ai suggerimenti costruttivi nell’interesse degli utilizzatori finali, grazie.

  • Arpacus

    In risposta a BYPASSER, da LXLE ho prelevato solo l’aggiornamento dell’ambiente desktop e per il resto la reputo mastondica considerando che la mia è masterizzabile su un semplicissimo CD-Rom da 700 MB, cosa utilissima su macchine datate sprovviste di lettori DVD. A mio modesto parere è una distro un pò pacchiana che contiene tanto software su una distro del genere che lo si può installare successivamente, dimenticavo di fare presente che la distro contiene già diversi repository per aggiornare automaticamente nel tempo i software in essa contenuti e non solo quelli. Ha solo la chicca della variazione dell’aspetto dei desktop, che potevo implementare, così come presente anche su Zorin OS la scelta del browser, per esperienza manderebbe gli utenti casual in confusione ai quali è sufficiente spostare un’icona od un menu e si sentono già disorientati. Spero in futuro di riuscire a realizzare una guida di post-installazione attraverso il mio blog con la clemenza del tempo a mia disposizione, che comprenderebbe ovviamente solo software complementari ma non indispensabili. LINUX WEBSTARTUP è pienamente compatibile al 100% con la distro madre (Lubuntu), grazie per le domande.

  • Arpacus

    In risposta a matteo, per chi ha la /home separata consiglio di cancellare, le cartelle .mozilla, .local e la cartella .config tramite la sequenza dei tasti CTRL+H, prima dell’installazione per evitare che si creino dei conflitti o che non funzioni a dovere per come è stata concepita, spero che risulti di tuo gradimento.

    • matteo

      grazie per suggeriment,solo una segnalazione dopo il primo riavvio dal installazione mi ha datto messaggio kernel panic..sono entrato con kernel 3.2.58 generic fatto gli aggiornamenti riavvio e tutto normale..non so se era per colpa del mio harware o difetto quando ho scaricato la iso
      p.s.perche non avete messo di default installazione di aggiornamenti di sicurezza?partner canocial si possono selezionare per aggiornamenti?
      grazie mi mancava gnome player da molto tempo:)

    • freestyle72

      Come Matteo anch’io ho avuto da subito un Kernel panic!
      Ora ho risolto aggiornando.
      Sinceramente non aprezzo lxde, preferendo di gran lunga Mate o XFCE.
      Comunque sono contento di testare un distro “italiana”, e nel mio piccolo magari dare un contributo, segnalando eventuali errori.
      Seguo anche PiumaLinux, che rispecchia per me la mia idea di PC – usabile e reattivo con molta soddisfazione .
      Vorrei aggiornare ad un Kernel 3.11 o superiore (testato su altre distro, e realmente verificato dare una marcia in più), ma non so se mi perdo qualcosa relativo al vostro lavoro.
      Cosa consigliate?
      Spero in un progetto “tutto italiano” da promuovere nella scuola, pensate sia fattibile la cosa?
      Qual’é il vostro obbiettivo?
      Chiudo salutandovi e vi auguro un buon lavoro!

  • Arpacus

    Vi invito a seguirmi tramite Facebook o Google Plus dove nel tempo cercherò di rivelare le numerose chicche che sono celate nella distro e apprezzabili solo da utenti esperti. grazie a tutti per i complimenti e le criche ricevute.

    • lucapas

      Se il ringraziamento a chi ha criticato non è ironico ma sincero, allora ti stringo la mano e faccio i miei complimenti!

  • Bennardo Carpanzano

    Leggo sul sito che avete una distro con xfce “solo per i clienti”, ?

  • Max Franco

    una versione a 64 bit non sarebbe male…..

  • Arpacus

    In risposta a Carpanzano e Max Franco, non è mia intenzione relizzare una versione a 64 Bit al momento per il semplice fatto che non sarebbe contenuta in un semplice CD-Rom masterizzabile, e lo scopo del progetto è quello di rendere la distro snella e completa su computer generalmente poco performanti. per le machhine più prestanti abbiamo a disposizione distro più complete basate su XFCE con kernel 3.11.0-15-pae e un’altra con Mint Mate a 64 Bit al top che installiamo solo su computer abbastanza recenti. Faccio presente che … siamo pur sempre una ditta commerciale… che si occupa di consulenza, vendita e assistenza tecnica oltre ad altri servizi. Grazie comunque per la vostra partecipazione.

  • Arpacus

    Sicuramente il kernel panic lo otterreste anche con Lubuntu liscia ed è causato sicuramente dall’ hardware della vostra macchina, mentre per aggiornare il #kernel alla versione 12.04.4 è sufficiente dare da terminale il comando “sudo apt-get install –install-recommends linux-generic-lts-saucy xserver-xorg-lts-saucy libgl1-mesa-glx-lts-saucy” e riavviare. Con Piumalinux che apprezzo moltissimo ho riscontrato qualche difettuccio e nessuna preimpostazione diversa dal default e se non erro mi pare sia realizzata con Remastersys o similari. Come per qualsiasi distro della #Canonical a installazione avvenuta è possibile cambiare ambiente grafico con quello che preferite seguendo le guide si Roberto perchè le preimpostazioni da me effettuate non prescindono da #LXDE.

  • matteo

    concordo con piuma linux i lo trovato stupenda anche con mate leggerissima e ha tutto quello che serve
    p.s.ma skype non ci stava nel iso?o niente software del nemico:)

  • Drumsal

    Ho visto che usa pochissima RAM, con che processore comincia ad essere usabile?

  • Arpacus

    In risposta a Drumsal,e Matteo, trovate le specifiche della distro alla destra della pagina descrittiva del progetto. Non tutti adoperano Skype e piuttosto avrei inserito come player multimediale unico Vlc, ma come specificato non sono stati implementato per motivi di dimensioni della ISO. Basta digitare comunque da terminale “sudo apt-get install vlc” che risulterà già preconfigurato automaticamente e ovviamente anche “sudo apt-get install skype” disponendo già dei repository “partner” già attivi. Una delle tante chicche è Radiotray con già disponibili le più diffuse radio italiane che vi terranno compagnia nell’utilizzo della distro. Grazie anche a voi per l’ interesse dimostrato.

    • matteo

      nessun problema per skype si installa anche dalla pagina web scaricando deb o software center, vlc..su linux mai usato ho sempre usato totem e gnome player

    • Drumsal

      Grazie, appena ho un po’ di tempo la provo. Mi incuriosisce molto!

  • Franco Vite

    Volevo sottoporvi anche quest’altro progetto, sempre italiano e sempre nell’ottica della fine del supporto per XP:

    http://www.xpocalypse.org/

    Che altro non è che una xubuntu 12.04 configurata per avere la lingua italiana di default, libreoffice, e i vari codec e plugin più usati già configurati.

    Se ne può leggere qui:

    http://dariocavedon.blogspot.it/2014/02/passare-da-windows-xp-linux-e-vivere.html

    La sto scaricando proprio ora, e tra oggi e domani la vado ad installare in uno dei 5 pc recuperati che poi finiranno nella scuola media dove insegna la mia compagna (a Cinigiano, in provincia di Grosseto).

    Se interessa poi vi faccio sapere 🙂

    • targamichele@gmail.com

      Si m’interessa l’opinione del mondo scolastico!
      Fammi sapere se e come viene accettata!
      Piacerebbe anche a me proporre alla scuola elementare – medie una distro Linux, ma non avendolo mai fatto, non so come iniziare a proporlo!
      Non vorrei creare confusione, per questo m’interessano le esperienze (in tal senso) altrui.
      Ciao, e Grazie!

    • marco

      io ce lo gia sul portatile da quando roberto ha messo il post a parte qualche segnalazione di crash ai primi avii ora va molto bene

  • Arpacus

    Per lucapas, nessuna ironia da parte mia e rispetto sempre le critiche purchè costruttive. Prima però di criticare bisogna provarlo un progetto e non per partito preso o per sentito dire. Questo secondo me è il grande vantaggio degli altri sistemi operativi denigrando spesso Linux per motivazioni non verificate da parte degli utenti. il 60% degli utilizzatori di PC non lo usano certo per lavoro o in ambito professionale dove in alcune circostanze al momento la concorrenza ha ancora un discreto vantaggio, Non mi sembra una percentuale da sottovalutare … tutto il lavoro grafico sito compreso è integralmente stato realizzato con software open source come Gimp, Virtualbox, etc … sono terrorizzato quando scopro cose come il fatto che gli ATM mondiali siano basati su Windows XP … chi è stato quel genio …

  • Arpacus

    Gli aggiornamenti automatici sono stati disabilitati volutamente per non occupare RAM superflua, siccome alcuni clienti disinstallavano inconsciamente pacchetti necessari al corretto funzionamento della distro ho preferito celare Synaptic che è comunque già installato, è sufficiente digitare ALT+F2 e inserire “gksu synaptic” et voilà, buona installzione.

  • Bennardo Carpanzano

    L’ho provato in virtualbox e tutto ok. L’installazione su hd, proprio alla fine, si blocca con messaggio (premendo il pulsante) error not found ubiquity ubuntu. Ho riprovato ancora ma con lo stesso risultato.-

  • Guest

    L’ho provata su vbox e tutto ok. Installando su hd, alla fine si blocca e, premendo sui pulsante si legge: error not found ubiquity ubuntu.-

  • Arpacus

    In risposta a Carpanzano, fai sapere a tutta la comunità su che macchina la stai installando? Lubuntu originale scaricato dalla canonical ti replica lo stesso errore? Faccio presente che la versione attuale LTS di tutte le derivate Ubuntu mal digericono le schede video VIA e non solo quelle, se questo è il caso. Disponibilissimo a fornirti la soluzione al tuo problema ma avrei bisogno del debug od eventuale log dell’errore che sicuramente lo puoi analizzare da live.

    Attendo ulteriori sviluppi e sono amareggiato per l’ inconveniente imputabile solamente al kernel 3.2.0-58 rispetto a quello di default che è il 3.2.0.23, perchè per il resto è del tutto uguale all’originale sotto il “cofano”, generalmente i kernel attuali sono sempre i migliori. Da parte mia posso dirti che questa distro l’avrò almeno installata circa 50 volte e sempre su macchine differenti senza riscontrare alcun tipo di problema ad eccezione delle casistiche specificate sopra. Se necessario la ricomplerò con il kernel attuale sperando che se il problema esistesse…

  • Arpacus

    Nella mattinata di domani uploaderò la versione di Linux Webstartup 1.1 rivisitata in qualche configurazione e aggiornata alla data del 19/02/2014 con Kernel 3.2.0-59. Mi auguro che certi problemi riscontrati dal alcuni utilizzatori si dissolvano come la nebbia… mi auguro di ricevere ulteriori feedback in proposito. Questo progetto è nato originariamente come valida proposta per le scolaresche valutando i computer vecchiotti messi a loro disposizione dalle “istituzioni. Se qualche scuola la volesse utilizzare mi ripagherebbe del tantissimo lavoro dedicatoci. basta installarci sopra libreoffice et voilà, su richiesta potrei anche prepararvela a doc. Stay tuned.

  • Bennardo Carpanzano

    Arpacus, grazie per la risposta. Comunque il messaggio di errore quando. alla fine si blocca l’installazione, è Error: modinfo:could not find module nvidia_304 Feb 19 22…..ubuntu ubiquity:

  • Arpacus

    In risposta a Carpanzano. Errore davvero molto insolito considerando che la distro ha solo preinstallati i driver open source, e la iso è stata realizzata volutamente su una macchina con scheda grafica Intel 4000 integrata proprio per evitare eventuali conflitti con le schede dedicate. Fammi sapere se con la nuova versione 1.1 migliorano “le cose”. Tutti insieme realizziamo un mondo migliore …

  • Bennardo Carpanzano

    OK, la sto scaricando. Ti farò sapere.-

  • Bennardo Carpanzano

    Arpacus, ho provato la versione 1.1 ed ho avuto gli stessi risultati di prima: Ok su Vbox mentre su HD si blocca alla fine del processo di installazione. Grazie comunque.-

  • Arpacus

    Ulteriore chicca visto che mi è stata richiesta tramite mail: I comandi di bash sono modificati dalla 1.0 quindi potete digitare da terminale
    “installa “, oppure “rimuovi “, “cerca ” infine “aggiorna” e
    “ripulire”. Se proprio avete necessità ad utilzzare il gestore dei
    pacchetti basta premere sulla tastiera CTRL+F2 e inserirvi “gksu
    synaptic”, già segnalato in precedenza. Grazie a tutti per l’interessamento dimostrato. Per Carpanzano, sicuramente ha a che vedere con qualche tuo componente hardware o periferica esterna che va in conflitto col kernel, ne sono amareggiato …

    • Arpacus

      Scusatemi ma per la stanchezza del venerdì i comandi corretti da tastiera sono ALT+F2, onde evitare commentini e commentucci sgradevoli e poco utili alla discussione … come in un famoso videogioco “chiedo venia”.

  • Arpacus

    E’ disponibile la versione LITE 1.2 con sorprendenti novità … augurandoci che le apprezzerete.

No more articles