Vi presentiamo le novità previste per il nuovo Gnome Maps 3.12, nuova versione che include il supporto per la geo-localizzazione e molto altro ancora.

Gnome Maps 3.12
Tra le nuove applicazioni in fase di sviluppo targate GNOME troviamo anche la nuova “Mappe” o GNOME Maps, utile software che ci consente di accedere facilmente alle mappe libere di OpenStreetMap (OSM).
L’idea di Gnome Maps è quella di fornire all’utente la possibilità di consultare facilmente varie mappe stradali e satellitari direttamente dal proprio desktop senza accedere al browser con tanto di integrazione con Gnome Shell e altre interessanti funzionalità. Con l’arrivo di Gnome 3.12 troveremo anche a disposizione il nuovo Gnome Maps 3.12 nuova versione che oltre a diverse correzioni di bug include anche nuove funzionalità.

Gnome Maps 3.12 corregge diversi problemi riguardanti l’interfaccia grafica, che come possiamo notare include il supporto per GtkHeaderBar in maniera tale da integrare la barra del titolo con la barra degli strumenti massimizzando cosi lo spazio disponibile per l’applicazione.
Grazie al supporto per la geo-localizzazione, il nuovo Gnome Maps ci consente di individuare la nostra posizione attuale, arriva inoltre il nuovo pulsante per passare velocemente dalla mappa stradale alla mappa satellitare.

Gnome Maps 3.12

Gli sviluppatori Gnome hanno lavorato molto per migliorare la stabilità e soprattutto le ricerche ora più veloci e precise oltre a migliorare l’integrazione con Gnome Shell, migliora anche lo zoom possibile sia con la rotellina che con il Pinch to Zoom in schermi touch.

Per maggiori informazioni su Gnome Maps 3.12 consiglio di consultare i precedenti changelog delle versioni 3.11.4, 3.11.5.1 e 3.11.90 disponibili in questa pagina.

Home Gnome Maps

  • alessandro

    Prodotto inutile, penso che faranno come il chromebook, toglieranno il processore intel, metteranno il “super” cortex a15 della samsung e lo venderanno a 99 dollari, che è l’unico modo per far si che possa essere venduto…

    • quoto

      • Gio

        Scusa adesso che ti trovo 😀 potresti dirmi se esiste sul play store di android un app del blog? Grazie 🙂

    • Gio

      assolutamente d’accordo…

    • Ermy_sti

      Il celeron è molto più potente degli a15

      • alessandro

        Sulla potenza lato cpu hai ragione, ma in accordo col sito intel il celeron costa 86 dollari e consuma 35w, mentre il cortex fatto direttamente dalla samsung costa 15 dollari e soprattutto consuma poco piu di 1w che è circa 30 volte di meno, senza contare il risparmio della ventola, di alcuni componenti sulla scheda madre e del packaging, inoltre sempre a riguardo della potenza se consideriamo il lato gpu probabilmente la mali 600 integrata nel cortex a15, da una pista alla hd3000 della intel…. Una soluzione ottimale sarebbe usare un sistema cortex a15 in configurazione 4 o addirittura 8 core(tecnicamente possibile in accordo alle specifiche arm: max 8 core, max 2,5ghz), ma cosi facendo il giorno dopo le azioni della intel calerebbero a picco….

        • Ermy_sti

          Penso tu stia confondendo i prezzi alla utente finale Intel con prezzi ai produttori di Samsung…per il resto sono d accordo

  • Nicola

    Straquoto

  • nowardev

    per il gusto di perdere tempo e denaro :S ma se voglio comprami un pc da 400 euri deve essere un i7 ultra sticaz altrimenti con linux mi tengo il pc vecchio di 5 anni che va bene uguale no sta porcheria infame

  • Alessandro

    Ci sono ancora troppe zone, qui in Italia, dove l’adsl non arriva, o arriva sotto forma di web pen o satellite: due soluzioni che, in determinati casi, possono rivelarsi poco pratiche, o anche inattuabili. E lasciamo perdere gli hot spot pubbici. Da noi, prodotti web-dipendente come questo hanno poco senso

No more articles